Bernareggio espugna disinvoltamente Olginate e ottiene la seconda vittoria di fila

OLGINATE (LC) – Storia di una partita.. .senza storia. La Vaporart Bernareggio espugna con disinvoltura e con ampio punteggio (103-67) il parquet della Missoltino.it Nuova Pallacanestro Olginate, conquista la seconda vittoria consecutiva e la seconda di fila con oltre cento punti dopo quella con l’Elachem Vigevano e si conferma una delle senatrici del girone. Olginate ha fatto quanto ha potuto, sospinta da un buon duo Lenti- Tagliabue, ma ha dovuto arrendersi praticamente dall’ottavo minuto di gara in avanti alla maggiore caratura degli avversari con Laudoni nel ruolo di astro più luminoso.

PRIMO QUARTO – Olginate sbaglia subito una tripla con Avanzini. Lenti stecca anch’egli sottocanestro. Un tapin di Baldini regala a Bernareggio il primo vantaggio dopo un minuto e mezzo di gioco. Aromando, da sotto, fa prendere il largo ai brianzoli: 0-4. Lenti accorcia le distanze ma Baldini ritraccia il fossato. Laudoni, in reverse, sigla il più sei: sul 2-8 dopo circa tre minuti coach Oldoini chiama il timeout. Olginate imprecisa in fase realizzativa nei minuti d’avvio e la Vaporart ne approfitta. Laudoni, in contropiede, va a bersaglio e ha la possibilità di completare il gioco da tre ma sbaglia. Tsetserukou continua l’assolo di Bernareggio che si porta a più dieci: 2-12 al 4′. Avanzini si incunea verso il canestro ospite, subisce fallo e si procura due tiri liberi mettendoli a segno entrambi. Tode, con altri due liberi, porta Olginate a meno sei. Aromando rialza Bernareggio sul 6-14. Negri riavvicina i padroni di casa. Baldini sfodera due tiri liberi e riporta i brianzoli in quota. Una tripla di Todeschini proietta la Vaporart in massimo vantaggio: più undici. Bloise risponde subito con una tripla ed è l’11-19. La compagine di Cardani prova a scappare ma la Missoltino riesce sempre a tenersi in scia nonostante le diverse palle perse. Quartieri fallisce una tripla dopo una buona difesa di Olginate. Una tripla di Todeschini fa prendere nuovamente campo aperto a Bernareggio: 14-22 a trenta secondi dal termine del primo quarto. Ambrosetti commette fallo su Aromando e lo manda in lunetta. Quest’ultimo dalla linea della carità non sbaglia e manda Bernareggio al termine dei primi dieci minuti avanti per 24-14. Olginate con le polveri bagnate in fase realizzativa, Bernareggio con gli artigli ben affilati.

SECONDO QUARTO – Quartieri ha la meglio su Ambrosetti e manda ancora Bernareggio a canestro, Lenti replica con un tiro libero su due piazzato dalla lunetta: 15-26 dopo un minuto dalla ripresa delle ostilità. Quartieri fallisce il possibile riallungo da tre, lo stesso fa Ambrosetti il cui tiro ha il semaforo rosso del ferro. Le percentuali realizzative, rispetto al quarto d’esordio, sembrano meno consistenti. Laudoni fa un coast to coast e va a bersaglio procurandosi anche il libero aggiuntivo ma, anche questa volta, non completa il gioco da tre. Giorgetti, su fronte opposto, fa male a Olginate schiacciando e portando Bernareggio sul 30-15 a suo favore. Oldoini chiama il timeout per cercare di mettere a posto alcuni meccanismi volti a frenare la fuga brianzola. Tagliabue prova a scuotere Olginate dalla distanza ma Giorgetti, servito da Laudoni, risponde subito. Baldini ne mette un altro dalla lunetta, Bloise si produce in un canestro pirotecnico e mantiene la partita su discreti livelli di vivacità. Fallo di Quartieri su Giannini che va in lunetta con tre tiri liberi da capitalizzare riuscendo a finalizzarne positivamente uno soltanto. Tagliabue supera Aromando e, con un gancio, prova a riavvicinare Olginate: 22-34 a 3’35” dall’intervallo lungo. Lo stesso Aromando si riscatta e va a bersaglio. Quartieri allarga ulteriormente il fossato a più 17: 22-39. Baldini commette fallo su Bloise e lo manda in lunetta, per lui due su due e Olginate limita leggermente il divario. Una tripla di Quartieri fa assumere a Bernareggio il vantaggio del più venti: 24-44. Ottima volontà di Olginate ma Bernareggio, in fase di cecchinaggio, evidenzia una forte regolarità. Tagliabue fa battere un colpo per Olginate e coach Cardani chiama il timeout non gradendo il modo in cui il canestro è maturato. Il fallo tecnico fischiato a un dirigente olginatese porta Bernareggio in lunetta con Quartieri che lo mette a segno: 26-45. Todeschini si arresta molto bene e fa decollare ulteriormente gli ospiti. Laudoni, da tre, ribadisce il concetto e Bernareggio raggiunge quota cinquanta. All’intervallo lungo Bernareggio ha saldamente le redini della gara con il punteggio di 50-26 a proprio favore.

TERZO QUARTO – Olginate parte con il piede giusto con un tripla di Negri: 29-50. Lenti affonda ancora la lama e porta il parziale dei lecchesi sul 5-0. Bernareggio segna i primi due punti di frazione ma Giannini sfodera il canestro per 7-2. Immediata replica di Bernareggio con Tsetserukou. Lenti si vede comminare un fallo tecnico per reiterate proteste. Todeschini trasforma il tiro libero e la Vaporart risale a più ventidue. Lenti si riscatta con due punti e la possibilità di un libero aggiuntivo per un fallo subito: dalla lunetta, però, sbaglia: 35-55 dopo tre minuti di gioco. Aromando schiaccia imperiosamente su passaggio di Laudoni. Olginate accumula un po’ di nervosismo e Bloise si prende l’antisportivo per un fallo su Todeschini. Bernareggio sale a più venticinque ovvero a 35-60, punteggio subito arrotondato da una tripla di Laudoni. Avanzini prova a rilanciare Olginate con un tapin di Avanzini dopo un errore di Ambrosetti. Laudoni riconferma la sua giornata di ottima vena, Lenti risponde con un semigancio. Todeschini conferma anch’egli la sua giornata di mani calde mettendo una tripla. La partita continua a non avere storia con i brianzoli avanti per 68-39. Ambrosetti sfodera l’orgoglio di Olginate con un tiro da tre. Bernareggio continua a cecchinare disinvoltamente con una tripla di Quartieri. Negri risponde con la stessa moneta. Due tiri liberi di Bloise sanciscono il minibreak di 5-0 di un’Olginate che continua a restare sempre molto indietro. Radchenko commette fallo su Lenti spedendolo in lunetta e il punteggio passa sul 49-73 per i brianzoli. Gatti presca Radchenko che, da sottocanestro, non fallisce. La Vaporart conclude il penultimo quarto con un’autostrada di vantaggio ovvero 75-49. La partita sembra essere decisamente incanalata verso Laudoni e compagni.

ULTIMO QUARTO – Bernareggio apre con due triple di fila di Almansi, Tagliabue risponde: 51-81 dopo un minuto e mezzo di gioco. Giorgetti subisce fallo e va in lunetta piazzando due tiri liberi. Aromando ne fa altri due e Bernareggio si porta sull’85-53. Tagliabue porta il suo score a undici punti personali con una tripla. Si gioca ormai praticamente soltanto per rifinire il punteggio, Gatti porta altro fieno nella cascina di Bernareggio, così Almansi. Baldini piazza altri due liberi dalla lunetta e Bernareggio tocca quota 91. Aromando subisce fallo e va nuovamente in lunetta siglandone uno su due. Olginate perde Ambrosetti per quinto fallo. Bernareggio continua a condurre con disinvoltura per 92-58. Schiacciata di Tsetserukou che brucia Tagliabue. Quest’ultimo si fa subito perdonare con una tripla. Laudoni infila un altro tiro libero, altrettanto fa Giannini su opposto versante. Tsetserukou, dalla lunetta, porta Bernareggio sul 99-61. Olginate porta acqua al suo mulino con due tiri dalla linea della carità di Bloise. Tremolada sigla il punto numero 65 dei lecchesi. Bernareggio si porta oltre i cento, per Olginate risponde Donegà: 67-103 ed è il punteggio con cui termina la gara.

TABELLINO

MISSOLTINO.IT NUOVA PALLACANESTRO OLGINATE: Lenti 14, Tagliabue 13, Bloise 11, Negri 10, Giannini 8, Avanzini 4, Ambrosetti 3, Tremolada 2, Donegà 2, Brambilla, Marazzi. Chiappa: Coach: Alex Oldoini.

Tiri liberi: 18 su 28, rimbalzi 29 (Lenti, Negri 5), assist 12 (Giannini 4).

VAPORART BERNAREGGIO: Laudoni 19, Aromando 17, Todeschini 13, Quartieri 13, Baldini 11, Tsetserukou 8, Almansi 8, Giorgetti 8, Gatti 2, Ka 2, Radchenko 2, Ghedini. Coach: Marco Cardani.

Tiri liberi: 19 su 25, rimbalzi 39 (Aromando 6), assist 23 (Quartieri 5).

ARBITRI

Daniele Guerci di Ancona e Matteo Paglialunga di Fabriano (AN)

Commenta
(Visited 14 times, 1 visits today)

About The Author

Cristiano Comelli Sono nato a Milano il 12 gennaio 1970 e mi occupo di giornalismo da circa vent'anni sia di cronaca sia di sport. Ho cominciato con il quotidiano locale "La Prealpina" scrivendo di calcio e ciclismo, poi, sempre per il calcio, ho avviato una collaborazione con il quotidiano "Il Giorno" che dura tuttora. MIisono poi avvicinato al mondo del basket attraverso le collaborazioni con alcune testate on line ed eccomi qua, pronto a vivere la magia del basket insieme con gli amici di Tuttobasket.