Cantù, coach Sacchetti presenta il big match con Torino

Sfida dal grande fascino per la giornata numero 12 del Girone Verde di serie A2 che metterà di fronte alle ore 17 la Reale Mutua Basket Torino e l’Acqua S.Bernardo Pallacanestro Cantù.
Palla a due alle ore 17 sul parquet del Pala Gianni Asti per il “Game of The Week” di serie A2, che verrà trasmesso in diretta in chiaro su LNP Pass, su MS Channel (pay, canale 814 Sky, e in chiaro piattaforma Tivusat) e in chiaro sul canale Twitch Italbasketofficial.
In classifica i biancoblù di coach Meo Sacchetti vengono da sette successi consecutivi e occupano il secondo posto del raggruppamento a quota 18 punti, appaiati con la capolista Vanoli Cremona che ha il vantaggio dello scontro diretto. I torinesi, quinti a 11 punti, vengono dal ko sul campo della Kienergia Rieti (86-81) e pagano una penalizzazione di tre punti per aver pagato in ritardo la prima rata di iscrizione al campionato. I brianzoli sono reduci dalla soffertissima gara, conclusasi dopo un tempo supplementare, contro la Stella Azzurra Roma (87-83).
Società giovane la Reale Mutua Basket Torino, fondata nel 2019 dopo lo scioglimento dell’Auxilium Pallacanestro Torino, nobile del basket italiano che ha visto l’attuale coach canturino Sacchetti impegnato in gialloblù, prima da giocatore nelle stagioni 1974/1975 e dal 1979 al 1984, poi da allenatore dal 1993 al 1998.
Nella stagione in corso i torinesi di coach Franco Ciani sono stati l’unica formazione a battere la capolista Vanoli Cremona, una partita epica terminata 86-82 e in cui i gialloblù hanno giocato in cinque con 27 punti a referto della guardia del ’93 Simone Pepe. Quest’ultimo è anche il terzo miglior marcatore dei piemontesi per media punti (13,3) dopo il centro del ’97 Tommaso Guariglia (15) e l’ala del ’94 Niccolò de Vico (14,6). Seguono: la guardia statunitense naturalizzata irachena del ’91 Demario Mayfield (10,9), l’ala del ’99 Federico Poser (10), il play/guardia del 2001 Matteo Schina (7,9), l’ala/centro americana del ’97 Ronald Jackson (7,9) e il play del ‘95 Luca Vencato (7,1). Guariglia, De Vico e Mayfield sono anche i migliori rimbalzisti (5,5 i primi due, 5,4 il secondo). È stato inserito nel roster gialloblù a novembre la guardia/ala del ’94 Iris Ikangi (5,3 punti e 3,3 rimbalzi di media a partita).
Le due formazioni si sono già incrociate quest’anno in Supercoppa a settembre con il 74-79 dei canturini. I precedenti dell’anno scorso in A2 tra Cantù e la nuova realtà cestistica sabauda vedono due vittorie brianzole: 83-85 fuori e 83-78 in casa. Tra Cantù e le varie realtà societarie di Torino i precedenti sono 60 totali (37 successi biancoblù e 23 piemontesi).

Le parole di coach Sacchetti: «Per me Torino è una piazza speciale sia a livello sportivo, perché ci ho giocato e ho iniziato lì la mia carriera da allenatore, sia a livello umano, perché nel capoluogo piemontese ho conosciuto mia moglie e sono nati i miei figli – spiega -. È una città che porterò sempre nel mio cuore. Ci attende un banco di prova importante, perché coach Ciani sta facendo molto bene. Arriviamo da una prestazione in casa che non è stata di buon livello. Dovremo approcciare la partita in un modo diverso rispetto a quella con Roma. Non mi è piaciuto l’atteggiamento dello scorso mercoledì, quando abbiamo rischiato di perdere. Non possiamo permetterci questi errori, come quando abbiamo concesso il tiro da tre nel finale. Con la Stella Azzurra abbiamo vinto, ma non sempre andrà così. La colpa è anche mia, perché non sono riuscito a trasmettere quello che sentivo ai giocatori e forse dovevo stringere di più le rotazioni».

Sito Ufficiale Pallacanestro Cantù

Commenta
(Visited 46 times, 1 visits today)

About The Author