Cantù all'ultima sfida prima dei Playoff: avversario Ravenna

La stagione regolare dell’Acqua S.Bernardo si chiude domenica primo maggio al “PalaBancoDesio”, che per l’occasione ospiterà l’OraSì Ravenna per il quarto e ultimo turno di fase a orologio. Il match di Desio, palla a due alle ore 18:00, metterà a confronto la terza forza del Girone Rosso, appunto Ravenna, e una Cantù aritmeticamente già sicura della seconda piazza nel Girone Verde di Serie A2. La partita, attesissima per il ritorno al palazzetto del principale gruppo di tifo organizzato biancoblù, noto come “Eagles”, sarà l’ultima prima dell’inizio dei playoff, momento topico della stagione in cui, a metà giugno, verranno assegnate due promozioni nella massima serie.

Il team giallorosso, capitanato dal veterano Daniele Cinciarini (fratello dell’ex capitano di Milano, Andrea Cinciarini, oggi in forza alla Pallacanestro Reggiana), è reduce da una convincente vittoria casalinga contro Treviglio, sconfitta 99 a 91 grazie a ben cinque giocatori in doppia cifra. Nelle tre gare di fase a orologio sin qui disputate, il club romagnolo ha vinto due partite e persa una; in casa ha vinto contro Torino, mentre in trasferta ha perso con uno scarto di 6 punti contro la capolista Udine, giocandosela fino alla fine. Cantù, invece, viene dalla battuta d’arresto sul parquet di Scafati, la capolista dell’altro girone, che tra le mura amiche si è imposta 66 a 62. Nonostante l’assenza di Trevon Allen e le pessime percentuali al tiro da fuori, con 3 sole triple a segno su 19 tentate (16%), i brianzoli sono stati capaci di restare comunque in partita e, per poco, non sono riusciti a portarla a casa dopo un’incoraggiante rimonta nel finale.

QUI CANTÙ – A presentare il prossimo impegno ufficiale coach Marco Sodini e l’ala Matteo Da Ros, che dall’infortunato Luigi Sergio ha ereditato i gradi di capitano; di seguito i loro commenti.

Sodini: «Per quanto domenica sia una gara che non ha alcuna valenza diretta sulla classifica, vogliamo affrontare Ravenna come se fosse un serio avvicendamento ai playoff. Peraltro, c’è una ragione aggiuntiva per cui desideriamo giocare un’ottima partita: il ritorno al palazzetto degli Eagles. Questi ultimi, uniti a tutte quelle persone che ci hanno seguito nel corso dell’anno, creeranno certamente un’atmosfera che nell’ultimo periodo, per via delle restrizioni anti-covid, non è stato possibile avere. Quanto alla settimana, dal punto di vista della gestione medica dei nostri giocatori abbiamo avuto, ancora una volta, diverse difficoltà. Tuttavia, siamo fortemente focalizzati sull’obiettivo di prepararci al meglio per la post-season e per far questo sfideremo domenica una squadra di alto livello con tutte le attenzioni che merita; perché, nel momento in cui affrontassimo ancora Ravenna ai playoff, sarebbe opportuno avere un chiaro progetto di quello che deve essere il piano partita».

Da Ros: «Dal punto di vista del risultato, l’incontro con Ravenna potrebbe apparire poco attrattivo perché siamo già sicuri di chiudere secondi; tuttavia, il ritorno dopo due anni del nostro tifo organizzato fornisce sicuramente grande appeal alla partita, senz’altro diversa dalle precedenti per un colpo d’occhio sugli spalti che non mancherà e per un’atmosfera che anche noi giocatori percepiremo dal campo. Quindi, attendiamo con ansia la gara di domenica per vivere tutti assieme una splendida serata di pallacanestro».

GLI AVVERSARI – La cabina di regia della Orasì è affidata al talento e all’estro di Austin Tilghman, 25 anni, play americano di 185 centimetri per 104 chili, quindi estremamente fisico per il ruolo. Pescato dal club ravennate dall’A2 francese, ovvero la ProB, Thilghman ha chiuso le partite del Girone Rosso a oltre 16 punti di media con il 42% da tre. Dopo un’ottima prima parte di stagione, nel mese di marzo il suo nome è salito ancor più alla ribalta per via di una clamorosa prestazione individuale da 42 punti, decisivi per eliminare Pistoia ai quarti di finale di Coppa Italia. Nel match contro Treviglio ha totalizzato 15 punti e ben 7 assist. La guardia è il già citato Cinciarini, 39 anni tra un paio di mesi, alla seconda stagione consecutiva in giallorosso; è uno dei pochi della categoria che può vantare quasi 3mila punti in Serie A e 320 gare disputate. Nella massima serie ha vestito le otto maglie diverse di Virtus Roma, Biella, Avellino, Pesaro, Cremona, Sutor Montegranaro, Juvecaserta e Fortitudo Bologna, che nel 2019 ha contribuito a riportare in LBA dopo dieci anni. Quest’anno ha chiuso il girone di ritorno segnando 13 punti abbondanti a incontro; nella sua ultima apparizione in campo ha realizzato 18 punti in appena 22’, realizzando 4 triple su 7 tentate e risultando determinante per il successo sulla Blu Basket. Con Tommaso Oxilia fuori fino al termine della stagione per la lesione a un crociato, nello spot di “tre” titolare potrebbe partire Andrea Arnaldo, 20 anni ancora da compiere, brindisino, in prestito da Trieste, con cui ha debuttato in LBA. Un metro e novantacinque di altezza, quest’anno Arnaldo gioca 13’ a partita; lo scorso anno si è fatto le ossa in B con Monfalcone. L’ala grande titolare è l’americano Lewis Sullivan, fisico importante e gran rimbalzista, alla terza stagione in Europa dopo un biennio in Ucraina appena uscito dal college; ha archiviato il Girone Rosso con 13.3 punti e 8.1 rimbalzi di media. Nell’ultima di campionato ha dominato con 22 punti e 9 rimbalzi, risultando il top scorer dell’incontro. Completa il quintetto l’ex canturino Alessandro Simioni, 24 anni, 204 centimetri per 110 chili; in Brianza ha giocato 20 partite segnando 7.2 punti di media, mostrando un’ottima mano da fuori. Al suo secondo anno in Romagna, Simioni ha più o meno tenuto le stesse medie della stagione passata, totalizzando 8.8 punti e 4.2 rimbalzi. Dalla panchina scalpita Davide Denegri, guardia piemontese cresciuta cestisticamente a Casale Monferrato ma da due stagioni a questa parte elemento essenziale dell’organico ravennate; per la categoria è senz’altro un profilo importante. Talvolta titolare in quintetto, il minutaggio di Denegri si aggira sui 25’ a partita e, se nei primi cinque parte Arnaldo, è molto probabile che sia lui a finire la partita. 24 anni tra pochi giorni, Denegri ha sfiorato gli 11 punti di media nel Girone Rosso con il 40% da oltre. L’altra pedina di sicuro affidamento e da tenere particolarmente sotto osservazione è l’esperto Giulio Gazzotti, 30 anni, bolognese, giocatore uscito dal celebre settore giovanile della Virtus Bologna e con più di 200 presenze in Serie A; in carriera ha principalmente vestito le canotte di VL Pesaro e Vanoli Cremona, con cui tre anni fa ha conquistato una Coppa Italia. L’annata scorsa, invece, ha ottenuto una storica promozione in LBA con i colori di Tortona. Ala forte versatile impiegabile in più posizioni a seconda dei quintetti in campo, in questa stagione Gazzotti gioca circa 23’ a partita, impiego in cui mette insieme 4.9 punti e 6.4 rimbalzi di media. L’ala di scorta che rimpolpa le rotazioni è il classe ’95, due metri di altezza, Gabriele Benetti, giunto a Ravenna per il rush finale di stagione dalla Janus Fabriano, dove aveva giocato 22 partite. Sin qui ha disputato 6 partite con i suoi nuovi compagni: 3 di regular season e 3 di fase orologio, occasione in cui ha quasi raddoppiato il suo utilizzo, passando dagli 8 ai 14 minuti a partita. Infine, il capo allenatore dell’OraSì è il pugliese Alessandro Lotesoriere, 36enne con alle spalle già una buona dose di esperienza, nonostante la giovane età. Nelle ultime due stagioni ha fatto da vice ad Antimo Martino in LBA, a Reggio Emilia e a Bologna, sponda Fortitudo. Tra il 2015 e il 2019, inoltre, era già stato a Ravenna in qualità di assistente. Quest’anno, di fatto, sta vivendo la prima grande occasione della sua carriera.

MEDIA E INFO GENERALI – Come di consueto, la partita sarà trasmessa in diretta sulla piattaforma streaming LNP Pass. Radiocronaca dell’incontro sulle frequenze FM 89.600 (Lombardia) di Radio Cantù, media partner del club biancoblù; in alternativa, streaming su radiocantu.com. Aggiornamenti del match sui profili social di Pallacanestro Cantù: Facebook, Twitter, Instagram e il nuovo canale Telegram, che in due settimane ha già raccolto circa 500 iscrizioni. A dirigere l’incontro saranno gli arbitri Angelo Caforio, Alberto Perocco e Salvatore Nuara. Tra gli ex della sfida, oltre a Simioni, anche Sergio, seppur non a disposizione per la partita di domenica e per il prosieguo della stagione. Una curiosità: i due hanno giocato a maglie invertite nell’annata 2019-’20, in cui Sergio ha collezionato 27 presenze con Ravenna tra campionato e Supercoppa, realizzando quasi 200 punti.

Sito Ufficiale Pallacanestro Cantù

Commenta
(Visited 64 times, 2 visits today)

About The Author