Cantù si aggiudica un'entusiasmante gara tre con Ravenna e accede alla finale del tabellone argento

FAENZA – Vittoria e approdo alla finale. Cantù si aggiudica a sette secondi dal termine della gara il terzo match con Ravenna al “Pala Cattani” di Faenza per 59-58 che le vale la terza vittoria di fila dopo le due ottenute in casa. I brianzoli, avanti nei primi tre quarti, hanno rischiato di vedersi scivolare la vittoria tra le mani subendo la rimonta di un’orgogliosa OraSi Ravenna, sospinta soprattutto dalla vena realizzativa di Tilghman. Cantù ha avuto in Bayehe, Bryant e Allen i suoi uomini di punta e può adesso sognare in grande il ritorno alla LBA abbandonata soltanto la scorsa stagione con un deludente ultimo posto in campionato.

PRIMO QUARTO – Ravenna cerca di riscattarsi dalle due sconfitte subite a Cantù e di rimettere in gioco il discorso qualificazione, i brianzoli invece di chiuderlo. I padroni di casa partono meglio e si portano sull’8-2 con l’acuto di una tripla di Simioni.Coach Sodini vede i suoi in difficoltà e convoca subito un conciliabolo per sistemare l’assetto. Bryant prova a riavvicinare Cantù che esce bene dalla pausa e si porta a meno quattro. Allen fallisce un canestro dall’arco, Da Ros riprende e porta i brianzoli a un solo possesso di ritardo. A una schiacciata di Sullivan che porta il suo score a quattro punti risponde Bryant. Le due squadre non si perdono di vista. Severini fallisce il canestro del pareggio dall’angolo. Denegri si regala la seconda tripla di serata e Ravenna piomba a più cinque, risponde Bayehe. Bryant simboleggia il crederci di Cantù e la riporta a meno uno. Bayehe sembra in ottima vena e porta Cantù in corsia di sorpasso: 13-14 a un minuto dal termine del primo quarto. Simioni fallisce sulla sirena il canestro del possibile sorpasso. Al primo quarto i brianzoli sono avanti di un punto, il time out chiamato da Sodini ha dato i suoi frutti.

SECONDO QUARTO – Vitali, dalla lunetta, ne mette uno su due. Tilghman riporta la parità a quota 15 segnando il primo canestro della sua gara. Una tripla di Berdini porta Ravenna al controsorpasso. Cusin subisce fallo e va in lunetta, ne mette uno su due e Cantù resta sotto di un possesso. L’ex Rieti Stefanelli porta di nuovo Cantù avanti con una tripla: 18-19 dopo tre minuti e mezzo di gioco. Ottimo anticipo di Nikolic che ruba la sfera all’ex Tortona Gazzotti che schiaccia per il più tre canturino. Lotesoriere spende un timeout per cercare di correre ai ripari con una Ravenna che già annovera cinque palle perse. Vitali subisce fallo e va in lunetta mettendone due su due. Cantù resta in mare aperto sul più cinque: 18-23 a metà quarto. Gancio di Bucarelli in penetrazione e Cantù piomba a più sette in massimo vantaggio. I brianzoli sembrano in buon controllo della gara con una Ravenna che fatica a imbastire. Tilghman rimette Ravenna a meno cinque. Cusin ripristina il più sette realizzando i punti del 20-27 a due minuti e mezzo dall’intervallo lungo. Ravenna non si lascia seminare e replica subito con Sullivan. Tilghman subisce fallo e va in lunetta dove ne mette due su due riportando i padroni di casa a un solo possesso di ritardo: 25-27 a un minuto e mezzo da fine quarto. Bucarelli, a rimbalzo, rimette i brianzoli sul più quattro ma Tilghman, che sembra entrato d’imperio in partita, riporta Ravenna in scia. E’ sempre lui a pareggiare per i padroni di casa a quota 29 portando il suo score a dieci punti. Coach Sodini chiama il timeout. Bryant schiaccia in penetrazione e porta Cantù avanti per 29-31 all’intervallo lungo.

TERZO QUARTO – Cantù si porta sul più quattro con Allen. Denegri fallisce la tripla del possibile riavvicinamento. Allen si conferma in ottima prolificità realizzativa e si porta a quota sette con una tripla: 29-36 dopo due minuti e mezzo di gioco. Tripla di Cinciarini che entra in referto portando Ravenna a meno quattro. Bayehe tiene al largo Cantù portandola sul più sei. Ottima prestazione per lui. Risponde però Simioni con una tripla che vale il meno tre dei padroni di casa. Da Ros sfodera il canestro del più cinque canturino, gli ospiti non si lasciano avvicinare. Cinciarini ne mette altri due dalla linea della carità ed è il 37-40. Bucarelli si porta a sei punti rivelandosi molto ispirato e Cantù è di nuovo a più cinque. Si gioca punto a punto in una partita dai ritmi molto elevati. Allen fallisce una tripla ma Bayehe, a rimbalzo, mette Cantù sul più sette portandosi a dieci punti personali: 37-44 a metà quarto. Cinciarini tenta di riavvicinare Ravenna. Ancora lui, in penetrazione, sfrutta un errore canturino e porta i romagnoli a meno tre. Nove i suoi punti personali in referto. Cantù cattura un altro rimbalzo con Nikolic che ripristina il più cinque. Tilghman rimette Ravenna a meno tre. Nikolic schiaccia il nuovo più cinque su assist di Vitali: 43-48 a trenta secondi dalla mezz’ora di gioco. Benetti fallisce il tapin del riavvicinamento sulla sirena. A fine terzo quarto Cantù è avanti per 48-43 e pregusta la qualificazione alla finale. Ravenna è però ancora in corsa.

ULTIMO QUARTO – Vitali porta Cantù a più sette. Berdini subisce fallo da Stefanelli che ne mette due su due e porta Ravenna sul meno cinque: 45-50 dopo trenta secondi. Cantù si porta a più sette e Berdini risponde tenendo i romagnoli sempre a cinque lunghezze di ritardo. Cinciarini riapre la partita a metà quarto portando Ravenna a un solo possesso di ritardo: 50-52. Berdini subisce fallo da Allen e va in lunetta, coach Sodini chiama il timeout. Il ravennate ne fa due su due dalla lunetta alla ripresa del gioco e i padroni di casa la riprendono pareggiando a quota 52. Una tripla di Tilghman riporta avanti Ravenna che continua a crederci: 55-52 a due minuti e mezzo dallo scadere della gara. Allen ne mette uno su due dalla lunetta e Cantù resta a due punti di distacco. Ancora lui pareggia di nuovo a quota 55 portando il suo score a dieci punti. Cinciarini ne fa uno su due dalla lunetta e Ravenna si rispinge avanti con il minimo scarto ovvero con un punto. Tilghman continua a rivelarsi un valore aggiunto spingendo i padroni di casa sul più tre. Sodini chiama di nuovo il timeout. Allen in penetrazione rimette Cantù sul meno uno. Il finale della gara è incandescente e avvolto nella massima incertezza. Coach Lotesoriere chiama il timeout con i suoi avanti per 58-57. Cusin allunga il gomito su Cinciarini che lo aveva fermato fallosamente e si prende l’antisportivo. Cantù si porta in parità con un tiro libero dello stesso Cusin. Cinciarini esegue i due dell’antisportivo ma ne fa zero su due sciupando l’opportunità di riportare in quota i suoi. Sullivan commette fallo su Allen che va in lunetta e ne mette uno su due. Cantù si porta avanti di un punto e, a sette secondi dal termine, Lotesoriere chiama il timeout. Cantù vince per 59-58 e accede alla finale aggiudicandosi anche la terza gara.

TABELLINO

ORASIRAVENNA: Tilghman 17, Cinciarini 13, Berdini 9, Sullivan 7, Simioni 6, Denegri 6, Gazzotti ,Benetti, Laghi, Giovannelli, Amaldo, Ciadini. Coach: Alessandro Lotesoriere.

Tiri liberi: 9 su 12, rimbalzi 25 (Sullivan 8), assist 9 (Tilghman, Simioni 4).

ACQUA SAN BERNARDO CANTU’: Allen 13, Bayehe 10, Bryant 8, Nikolic 8, Vitali 5, Da Ros 4, Bucarelli 4, Cusin 4, Stefanelli 3, Severini, Tarallo, Borsani. Coach: Marco Sodini.

Tiri liberi: 7 su 12, rimbalzi 35 (Allen, Da Ros, Cusin 6), assist 10 (Bucarelli 4).

ARBITRI

Stefano Ursi di Livorno, Enrico Bartoli di Trieste e Gian Lorenzo Miniati di Firenze.

Commenta
(Visited 103 times, 1 visits today)

About The Author

Cristiano Comelli Sono nato a Milano il 12 gennaio 1970 e mi occupo di giornalismo da circa vent'anni sia di cronaca sia di sport. Ho cominciato con il quotidiano locale "La Prealpina" scrivendo di calcio e ciclismo, poi, sempre per il calcio, ho avviato una collaborazione con il quotidiano "Il Giorno" che dura tuttora. MIisono poi avvicinato al mondo del basket attraverso le collaborazioni con alcune testate on line ed eccomi qua, pronto a vivere la magia del basket insieme con gli amici di Tuttobasket.