Cento incamera la prima vittoria stagionale contro Verona al termine di una partita mozzafiato

CENTO –  Prima vittoria ed è di quelle da incorniciare. La Tramec Cento liquida alla “Milwaukee Dinelli Arena”la Tezenis Verona ai supplementari per 82-80 con una magia coast to coast di Moreno all’ultimo secondo e si lascia alle spalle gli stop contro Ravenna e Nardò. La partita è stata di quelle rigorosamente vietate ai cardiopatici con continui tentativi di fuga e ripresa reciproci. Verona, autrice comunque di un’ottima prestazione soprattutto con i prodigi realizzativi di Anderson , subisce la seconda sconfitta stagionale dopo quella contro la Benacquista Latina.  Oltre a Moreno, per Cento menzione d’onore per l’ottimo James, l’ex di turno Tomassini, l’ex Orzinuovi Zilli e Ranuzzi, tutti in doppia cifra.

 

PRIMO QUARTO – Rosselli sblocca la situazione a favore di Verona con una tripla dopo trenta secondi. L’ex Orzinuovi Zilli subisce fallo da Pini e va in lunetta dove ne realizza uno su due segnando il primo punto per i padroni di casa. Pini, con un gancio, riporta gli scaligeri sul più quattro: 1-5 dopo due minuti. Barnes riporta Cento sotto a meno uno. Penna riporta Verona sul più quattro e poi si ripete su azione di contropiede: 4-10 dopo tre minuti e coach Mecacci chiama il timeout per i ferraresi volendo ragionarci sopra dopo l’avvio zoppicante dei suoi.  Cento interrompe il monologo veronese con una tripla di Ranuzzi: 7-10. Johnson ha la meglio su Zilli e sospinge Verona sul più cinque. Ranuzzi pesca Zilli che non si fa pregare e profana il canestro scaligero aggiudicandosi anche il libero aggiuntivo per il fallo subito: 10-12 al 6’. Cento riesce a tenersi quindi in scia dopo il tentativo di fuga degli ospiti. Rosselli, però, pesca Candussi mettendolo in condizione di ritracciare il fossato di più quattro dei veronesi. Moreno, in contropiede, rimanda Cento a meno due con il suo primo canestro della gara. Johnson risponde però subito. James rimette i ferraresi a meno due e le compagini rimangono incollate. Gasparin fallisce dall’arco il possibile vantaggio centese, Johnson, invece, non sbaglia e Verona si riporta quattro incollature avanti. Ranuzzi porta a se stesso e ai padroni di casa la seconda tripla e Cento si fa sotto a meno uno: 17-18 e così si chiude il primo quarto.Buon avvio di quarto Verona che sembrava poter prendere il largo ma poi Cento ha saputo rientrare bene in partita fino a portarsi a un solo punto di ritardo.

 

SECONDO QUARTO –  Cento si porta al primo sorpasso a più due con una tripla: 20-18. Tomassini porta i ferraresi sul più quattro. Ramagli, constatando il prorompente avvio di quarto dei padroni di casa, chiama il timeout per un conciliabolo con i suoi. Cento continua il suo rendimento allegro con brio e allunga con Barnes a più sei. Udom realizza i primi punti di Verona del quarto dopo quasi cinque minuti di gioco: 24-20 e partita ancora apertissima. Barnes, con una tripla, rispedisce Cento in quota sul più sette confermando la sua buona vena realizzativa. Johnson subisce fallo e va in lunetta, l’ex Capo d’Orlando ne fa due su due e Verona torna a meno cinque. Moreno ritraccia la distanza a favore di Cento che sale a più sette: 29-22 a un minuto dalla fine del quarto. Cento sempre più sugli scudi, Verona in difficoltà. James sigla addirittura il canestro del più nove e coach Ramagli chiama il timeout scaligero. Udom cerca di sbloccare Verona con una tripla, Moreno risponde con la stessa moneta. Cento si mantiene in mare aperto. Anderson spinge Verona a meno sette. All’intervallo lungo i ferraresi sono avanti per 34-27.  Il punteggio premia la maggiore brillantezza evidenziata dalla squadra di Mecacci nei secondi dieci minuti con una Tezenis un po’ ingessata e animata soprattutto  dalle intuizioni realizzative di Udom.

 

TERZO QUARTO – Pini riporta sotto Verona segnando i primi punti del quarto con una tripla: 34-30. James dall’angolo risponde con una tripla a sua volta e Cento si porta a più sette. Johnson porta il suo score a undici punti con un’altra soluzione dall’arco e riporta gli scaligeri sotto ma Zilli risponde subito. Anderson prosegue la fiera delle triple del terzo quarto: 39-36 al 4’. Johnson ristabilisce la parità con un altro tiro dall’arco, il secondo in pochi minuti. Verona, dopo un secondo quarto sottotono, pare essersi rianimata e ha rimesso in discussione il match. Mecacci chiama così il timeout per ragionarci sopra. Anderson con un’ennesima tripla riporta Verona al sorpasso ma Tomassini ristabilisce la parità. Le soluzioni dall’arco abbondano nel terzo quarto rendendo la partita molto piacevole e incerta. Ranuzzi riporta avanti Cento e completa il gioco da tre sospingendo i ferraresi a più tre. Verona, però, non se la dà per inteso e , con una tripla di Candussi, si riporta in parità a quota 45. Cento si riporta in fuga con una tripla di Ranuzzi che sigla il suo sesto punto di fila dimostrando di essere in ottima vena. Il match prosegue entusiasmante con le due squadre che cercano di seminarsi ma riescono sempre poi a riprendersi. Moreno sfodera una tripla e Cento vola a più sei ma Udom riavvicina ancora gli ospiti prendendosi canestro e gioco da tre: 51-48. Candussi semina Berti e porta gli scaligeri in parità con canestro e gioco da tre. Ancora una volta regna la parità e alla fine del penultimo quarto ci sono cinquantuno punti per parte. L’ultimo quarto promette uno spettacolo pirotecnico.

 

ULTIMO QUARTO  -Tomassini riporta Cento avanti di un possesso, Henderson e Johnson falliscono il riaggancio scaligero. Johnson subisce fallo da Ranuzzi e va in lunetta dove, facendone due su due, ristabilisce la parità: 53-53. Tomassini sfodera un’altra tripla e Cento si riporta sul più tre. La gara continua a riservare emozioni. James sigla il più cinque  e coach Ramagli chiama il timeout veronese. Pini porta Verona a meno tre e stavolta è Cento a chiamare il timeout sul punteggio, più che mai in bilico, di 58-55. Rosselli ha la meglio su Gasparin e Verona si porta a meno uno. James si aggiudica canestro e libero aggiuntivo e i ferraresi prendono un margine di più quattro. Nuovo riavvicinamento veronese e la gara continua a essere caratterizzata dalla massima incertezza. James conferma la sua serata di grazia e la Tramec Cento torna a quattro incollature di vantaggio. Sul fronte opposto, Anderson subisce fallo e va in lunetta dove ne fa due su due: 63-61 a meno di quattro minuti dal termine. Barnes si inventa una soluzione da tre e Cento si riallontana. Tomassini commette fallo su Anderson lanciato in realizzazione dall’arco e lo porta in lunetta. Quest’ultimo ne realizza tre su tre e Verona riapre il discorso portandosi sul meno uno. Pini deve lasciare la compagnia uscendo per quinto fallo. Alla panchina di Verona, per proteste, è fischiato il fallo tecnico. Tomassini, dalla linea della carità, segna il libero del tecnico, Zilli i due per il fallo subito da Pini: Cento si porta sul 69-65. Verona, però, non demorde e Anderson scalda bene le mani per sfornare un’ulteriore tripla. James sfonda su Rosselli che va in lunetta e ne fa uno su due pareggiando: 69-69. Cento, a quattro secondi dalla fine, beneficia di due tiri liberi per fallo di Udom su Tomassini: 71-69 e Ramagli chiama il timeout. Anderson, sulla sirena, segna il pareggio a quota 71 e la partita va ai supplementari.

 

TEMPO SUPPLEMENTARE – Rosselli porta lo score a nove punti segnando sul tapin dopo un errore iniziale. Zilli la ripareggia e poi riporta Cento avanti con due tiri liberi su due: 75-73. Candussi subisce fallo su versante opposto e si procura due tiri liberi che però fallisce. Gasparin commette fallo su Anderson, è il quinto e deve lasciare quindi il campo. Anderson, dalla lunetta, ne fa due su due ed è nuovo pareggio, la partita non accenna a prendere una direzione precisa. Anderson si ripete in penetrazione ma Cento risponde subito: 77-77 a un minuto dal termine. James si prende canestro e fallo  andando alla lunetta dove però fallisce. Johnson mette un tiro libero su due e Mecacci chiama timeout con Cento avanti di una lunghezza: 79-78. Tomassini subisce fallo e va  in lunetta, fallisce il primo ma mette il secondo. Cento è avanti di due punti e Ramagli chiama il timeout a diciannove secondi dal termine. Anderson subisce fallo da Moreno e si prende due tiri liberi: il pareggio continua sull’80-80. Moreno va coast to coast all’ultimo secondo e regala a Cento la vittoria.

ARBITRI

Duccio Maschio di Firenze, Daniele Valleriani di Ferentino (FR) e Valerio Salustri di Roma.

 

TABELLINO

 

TRAMEC CENTO:  James 16, Zilli 14, Tomassini 14, Moreno 12, Ranuzzi 12, Barnes 11, Gasparin 3, Re, Berti, Dellosto, Guastamacchia. Coach: Matteo Mecacci.

Tiri liberi: 12 su 15, rimbalzi 32 (Dellosto 6, Tomassini), assist 21.

 

TEZENIS VERONA:  Anderson 24, Johnson 17, Rosselli 9, Pini 9, Udom 8, Candussi 8, Penna 5, Adobah, Caroti, Nonkovic. Coach: Alessandro Ramagli.

Tiri liberi: 18 su 25, rimbalzi 29 (Rosselli 11), assist 16.

 

 

Commenta
(Visited 17 times, 1 visits today)

About The Author

Cristiano Comelli Sono nato a Milano il 12 gennaio 1970 e mi occupo di giornalismo da circa vent'anni sia di cronaca sia di sport. Ho cominciato con il quotidiano locale "La Prealpina" scrivendo di calcio e ciclismo, poi, sempre per il calcio, ho avviato una collaborazione con il quotidiano "Il Giorno" che dura tuttora. MIisono poi avvicinato al mondo del basket attraverso le collaborazioni con alcune testate on line ed eccomi qua, pronto a vivere la magia del basket insieme con gli amici di Tuttobasket.