Cremona, Galbiati presenta la sfida con Treviso: "Servirà l'apporto di tutti e del pubblico"

La Vanoli Cremona torna di scena al PalaRadi, domenica 27 marzo alle ore 18:30, per affrontare la sfida con la Nutribullet Treviso. Queste le parole di coach Paolo Galbiati a presentare l’incontro:

“E’ inutile sottolineare quanto è importante la partita di domenica con Treviso. Avremo bisogno dell’apporto di tutti e per questo mi auguro che faremo di tutto per farci aiutare dal nostro pubblico.

Treviso è una squadra molto interessante che gioca a ritmo altissimo. Sono divertenti da veder giocare. Amano prendersi tiri in transizione e attaccare. Hanno un roster fatto da un bel mix di gioventù ed esperienza. Hanno speso tantissime energie in Coppa dove hanno fatto un bellissimo percorso purtroppo per loro terminato questa settimana. Però c’è da far loro i complimenti per tutto quello che hanno fatto.

Noi veniamo da una settimana con qualche acciacco di troppo. McNeace ha saltato un paio di allenamenti e Tinkle ha avuto qualche linea di febbre. C’è però rabbia e volontà di affrontare al meglio la prossima partita, soprattutto sapendo di aver sbagliato a Brindisi. Abbiamo otto partite per provare a buttare in campo tutto quello che abbiamo.

L’approccio con Brindisi è stato ovviamente molto negativo. Brindisi è però squadra molto forte e arrivava a quella partita molto arrabbiata per la precedente sconfitta. Ci è saltata al collo e noi non siamo riusciti a difendere e non abbiamo tenuto nell’uno contro uno. Ci siamo messi a zona, cosa che sapevamo poteva metterli in difficoltà, ma loro sono stati bravi a mettere un 3 su 3 da oltre l’arco. Alla fine, tanti meriti loro, qualche demerito nostro e una scelta tattica che non ha pagato e che magari in altre situazioni ci aveva aiutato. In attacco poi non siamo stati capaci di passarci la palla. Ne abbiamo parlato durante la settimana, una settimana in cui abbiamo pensato soprattutto a noi stessi che è la cosa fondamentale in questo momento”.

Comunicato a cura di: Ufficio Stampa Vanoli Basket Cremona

Commenta
(Visited 48 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.