Darrly Joshua Jackson porta la sua esperienza a Bergamo

Bergamo rinforza il proprio organico con l’arrivo di Darryl Joshua Jackson. La 34enne guardia americana, di passaporto maltese, è l’innesto voluto dalla società giallonera per portare esperienza e qualità nel roster a disposizione di coach Calvani. Un’addizione importante per Bergamo, rivitalizzata dal netto successo ottenuto la scorsa giornata ai danni di Tortona.

Uscito da Warner Pacific, Jackson ha iniziato il suo percorso da senior in Canada, prima di trasferirsi in Romania (tre stagioni, dal 2008 al 2011). Il suo peregrinare in Europa lo porta a Nicosia e Tbilisi (2011-2012), poi una stagione in Germania al Ludwigsburg (2012-2013) ed il ritorno l’anno successivo in Georgia. Viene ingaggiato da Brindisi sul finire della stagione 2013-2014, e da qui disputerà altre quattro stagioni in Italia: a Roseto nel 2014-15 (15,4 punti di media in 21 gare), a Casalpusterlengo prima e Caserta poi nella stagione 2015-16 (con gli emiliani 17.2 punti in 29 gare). Passa a Scafati nel 2016-17, dove in 17 partite viaggia a 18.9 punti di media, mentre due stagioni or sono gioca a Forlì, mettendo insieme 18 punti in 30 gare. Ha cominciato questa in Argentina, tra le fila del Peñarol Mar del Plata, prima di sbarcare sotto le Mura.

Il commento del GM Gianluca Petronio“Inseriamo un giocatore esperto e maturo come Darryl Jackson in un contesto di squadra la cui dedizione ed abnegazione non è bastata finora a sopperire ai limiti di gioventù ed inesperienza. All’indiscutibile valore tecnico e personale del giocatore vanno quindi considerati i cinque campionati da protagonista già disputati in Italia, e la stima che ha saputo meritarsi da compagni di squadra ed avversari.”

Jackson è già a Bergamo, ha superato le visite mediche di rito, ha incontrato la squadra e lo staff tecnico e domani sosterrà il primo allenamento con i compagni.

FONTE: Ufficio Stampa Basket Bergamo

Commenta
(Visited 36 times, 1 visits today)

About The Author

Martino Ruggiero Nato a Taranto, trasferito a Roma tre anni fa per inseguire il mio sogno e per studiare Giurisprudenza, 21 anni. Seguo qualsiasi sport da quando sono nato. Per la pallacanestro ho fatto il giocatore, l'allenatore e il telecronista ma i tasti più consumati del mio telecomando sono quelli che mi portano al calcio. Amante delle storie sportive, da raccontare, da leggere e da ascoltare. Appassionato di viaggi, non conosco un stato d'animo diverso dall'ottimismo.