Dolomiti Energia Trentino battuta dal Metropolitans nella Round 3 di Eurocup

La Dolomiti Energia Trentino si vede strappare dalle mani la vittoria del Round 3 di Top 16 in 7DAYS EuroCup dalla capolista Boulogne Metropolitans 92: finisce 92-86 un match che Trento guidava di tre punti a pochi istanti dalla sirena finale, ma che con una palla persa dell’Aquila e una tripla di Brown sulla sirena si è trascinata in un supplementare in cui ad avere la meglio sono stati i padroni di casa.

La formazione francese si conferma in testa al gruppo F di Top 16 con tre successi in altrettante partite, Trento si mangia le mani per i troppi errori nel finale dei tempi regolamentari e la prossima settimana di nuovo contro i francesi dovrà per tentare di ribaltare la differenza punti e tenersi in corsa per un pass per i quarti di finale di coppa.

Ai bianconeri non bastano i punti della coppia di lunghi Maye-Williams, una vera spina nel fianco della difesa francese: Luke firma 22 punti, nove rimbalzi e quattro assist; per Corey i punti sono 21 (9/12 dal campo) e i rimbalzi nove.

La cronaca | La Dolomiti Energia Trentino parte contratta (7-2 per i francesi) ma trova subito il modo di scrollarsi di dosso le difficoltà di inizio match aumentando l’intensità della propria difesa e cavalcando dall’altra parte del campo le mani calde di Luke Maye (nove punti nel primo quarto). I canestri di Browne e Williams permettono ai bianconeri di piazzare un poderoso 14-0 di break, e a contenere la reazione dei francesi ci pensano Martin e il solito Maye (9-21).

Quattro punti di Ladurner tengono avanti l’Aquila anche quando i padroni di casa si accendono, concretizzando i recuperi difensivi con i punti di Michineau (22-25 e timeout Brienza): Browne e Williams tornano ad inserire le marce alte in attacco, ma i francesi con una gran tripla del suo play chiude il primo tempo a meno uno (34-35).

Il Metropolitans mette anche la testa avanti prima che una fiammata ispirata da Martin e Maye rilanci l’attacco degli ospiti (39-48): con Luke arrivato a quota 20 e il Metropolitans in difficoltà, sono un paio di palle perse consecutive di Browne a dare l’occasione ai francesi di rifarsi sotto (48-50). Una tripla di Forray permette a Trento di restare avanti anche al termine del terzo periodo sul 53-57,

Ladurner comincia l’ultimo quarto con un canestro da sotto, ma le palle perse dei trentini pesano come un macigno e favoriscono le volate al ferro di Goodwin: è l’inizio di un ultimo quarto vissuto punto a punto sul filo dell’equilibrio. Una tripla di Sanders, i canestri di un ottimo Williams e un paio di invenzioni di Forray portano a +3 la Dolomiti Energia, che però rovina tutto con una palla persa sanguinosa subendo a fil di sirena la tripla del pareggio di Brown (80-80). Una doccia gelata per i bianconeri, che nel supplementare sono travolti dall’energia e dall’entusiasmo dei padroni di casa e nonostante i tentativi nel finale di Browne e Morgan incappano nel secondo ko in tre partite di Top 16.

Boulogne Metropolitans 92 92

Dolomiti Energia Trentino 86

(9-21, 34-35; 53-57, 80-80)

BOULOGNE METROPOLITANS 92: Stoll, Konate 3, Michineau 23, Roos 8, Sako 3, Pinault 6, Goodwin 21, Brown 19, Chikoko 9, Halilovic ne. Coach Zdvoc.

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO: Martin 11 (4/7, 0/1), Pascolo (0/2), Conti ne, Browne 5 (1/5, 1/4), Forray 7 (1/3, 1/2), Sanders 6 (0/4, 1/1), Mezzanotte ne, Morgan 8 (0/1, 1/4), Williams 21 (9/12), Ladurner 6 (2/3), Maye 22 (5/10, 2/5). Coach Brienza.

ARBITRI: Sasa Pukl, Igor Dragojevic, Kristaps Konstantinovs.

Le parole di coach Nicola Brienza | «Abbiamo fermato il loro ultimo possesso, avevamo la palla in mano avanti di tre a pochi secondi dalla fine e abbiamo perso un pallone davvero pesante. Brown poi ha segnato un gran canestro sulla sirena, ma il problema e il rimpianto più grande è stato soprattutto nell’azione precedente in cui non abbiamo letto la situazione e abbiamo commesso una grave ingenuità. Dovevamo tenere palla e prendere un fallo, rimanendo più lucidi. Non siamo felici del risultato ovviamente, ma abbiamo giocato contro un’ottima squadra davvero tosta e organizzata e nonostante i tanti errori abbiamo sempre lottato. Fra sette giorni contro i francesi cercheremo di ribaltare il risultato e restare in corsa per i quarti di finale giocando per tutti i 40’ e non per 39 minuti e 57 secondi come oggi».

La prossima | I bianconeri domenica alle 17.30 saranno di scena in casa alla BLM Group Arena contro la Fortitudo Bologna nel 18esimo turno di campionato.

Commenta
(Visited 17 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.