7Days EuroCup, Reyer in volata sul Rytas. Al Taliercio finisce 76-74

Parziali: 21-13; 38-36; 63-54

Umana Reyer: Udanoh 10, Casarin 4, Bramos 4, Tonut 14, Daye 9, De Nicolao ne, Filloy 13, Chappell, Mazzola 3, Pellegrino 8, Cerella 7, Watt 4. All. De Raffaele.

Rytas: Sirvydis 12, Bickauskis 2, Giedraitis 3, Holloway 2, Cruz 8, Tubelis, Echodas 13, Girdziunas 3, Bendzius 10, Blazevic 8, Kairys 8, Butkevicius 5. All. Adomaitis.

L’Umana Reyer chiude la prima fase di 7Days Eurocup consolidando il primo posto nel gruppo B con il 76-74 sul Rytas Vilnius (ottavo successo consecutivo) e adesso affronterà Brescia, Oldenburg e Patrasso nel girone di Top 16.

Nelle rotazioni restano fuori Stone e Vidmar, con Filloy, Chappell, Bramos, Udanoh e Watt in quintetto. Il match si apre con un recupero di Bramos tramutato nel 2-0 in contropiede: tema tattico che si ripeterà più volte nel match degli orogranata. Vilnius si affida alle triple di Bendzius per portarsi sul 4-6 (3’30”), ma la prima accelerazione è dell’Umana Reyer, subito dopo metà quarto: dall’8-8 al 15-8 dl 6’. Tonut arrotonda ulteriormente sul 19-10 al 7’30”, poi il tap-in finale di Udanoh chiude il primo quarto sul 21-13.

Casarin è protagonista del primo vantaggio in doppia cifra per gli orogranata (23-13 in apertura di secondo quarto) e dell’assist per Udanoh che vale il +11 (27-16) al 12’. L’attacco veneziano, a questo punto, però si blocca e permette agli ospiti di limare punto su punto, fino al pareggio sul 27-27 al 16’30”. L’Umana Reyer torna a segnare dopo quasi 5’ con una bella schiacciata di Udanoh su alley-oop di Daye e poi torna a +5 (36-31) al 19’ con Cerella, che completa una bella azione in contropiede di Udanoh (recupero e assist dietro la schiena). Nel finale di tempo, in ogni caso, Vilnius si riavvicina, fino al 38-36 nell’ultima azione.

Il Rytas si riporta in vantaggio (38-40) al 21’, poi Cerella sblocca l’Umana Reyer in contropiede e il match procede punto a punto. Daye dà due volte il +2 agli orogranata che poi, dal 46-46 al 24’, riprendono l’inerzia, a partire dalla tripla di Filloy. Da metà quarto, il parziale (non interrotto dal time out lituano) è di 9-2, con il canestro di Pellegrino e due accelerazioni di Tonut che valgono il 55-48 al 27’. Ancora Tonut e Pellegrino fanno +10 (59-49 al 28’30”), con l’Umana Reyer avanti 63-54 all’ultimo intervallo grazie a Casarin e di nuovo Pellegrino.

Gli orogranata iniziano il quarto periodo con un quintetto tutto italiano (Casarin, Tonut, Cerella, Mazzola e Pellegrino). Il primo a segnare, al 31’, è ancora Pellegrino con il gancio del 65-54, poi Vilnius si riavvicina fino al 65-62 (33’30”), con Cerella e Mazzola che ristabiliscono le distanze con due triple (71-64 al 34’30”). Gli ospiti non mollano (71-69 al 36’), ma falliscono più volte il pareggio o il sorpasso, così Filloy, al 38’, mette la tripla del 74-69 con time out lituano. All’ultimo minuto si arriva però in perfetta parità (74-74). Di nuovo Filloy porta avanti l’Umana Reyer (76-74 a -44”), con la tripla finale di Bendzius che si spegne sul ferro.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Reyer.

Commenta
(Visited 45 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.