7DAYS EuroCup, Trento lotta ma cede in casa del Morabanc Andorra (85-73)

Non basta un monumentale Jordan Caroline (24 punti e 7 rimbalzi) per arginare i padroni di casa, trascinati da Noua e Hannah: i bianconeri inseguono per tutta la partita arrivando più volte a meno due, ma pagano la scarsa precisione in lunetta

La Dolomiti Energia Trentino esce sconfitta dal Poliesportiu d’Andorra: il Round 2 di regular season in 7DAYS EuroCup va ai padroni di casa, che si impongono 85-73. Contro gli spagnoli l’Aquila alterna minuti di grande qualità e ritmo a sprazzi in cui ai bianconeri sembra non riuscire nulla al cospetto di un’ottima Andorra: in una serata passata ad inseguire nel punteggio, Trento arriva con carattere e qualità per due volte a meno due (30-28, 55-53), ma in entrambe le occasioni non riesce a concretizzare i propri enormi sforzi fisici e tecnici e viene ricacciata indietro dai tiratori di casa.

Alla Dolomiti Energia non è bastato un monumentale Jordan Caroline, che ha chiuso la sfida da miglior realizzatore della partita con 24 punti (8/14 dal campo) e sette rimbalzi per un ottimo 31 di valutazione in 32’ di gioco. Wesley Saunders chiude a quota 18 (7/11 dal campo), 13 invece per Cameron Reynolds.

La cronaca | I bianconeri nel primo quarto soffrono la fisicità e l’intraprendenza dei padroni di casa, che con Miller-McIntyre e Hannah in evidenza scappano subito via nel punteggio: sotto in doppia cifra già nel primo quarto, la Dolomiti Energia si rimette in partita trascinata dalla forza e dai muscoli di Jordan Caroline, che con una sequenza di canestri da tutte le posizioni (17 punti e cinque rimbalzi nel suo primo tempo) permette agli ospiti di rientrare sfruttando anche l’ottimo impatto difensivo di inizio secondo quarto (30-28). Il problema è che negli ultimi quattro minuti della prima metà di partita l’Aquila perde il filo con la partita e finisce per ritrovarsi sotto 46-30 all’intervallo lungo sotto i colpi dalla distanza di Crawford e Noua.

Con i canestri di Reynolds e del solito straripante Caroline Trento prova a riprendere inerzia (52-45 con una tripla di Williams e un layup di Saunders), poi torna a fare i conti con l’atletismo dei padroni di casa e le terribili percentuali in lunetta. La tripla di Bradford vale il nuovo -2 (55-53), ma anche stavolta Andorra gestisce al meglio la situazione: tripla di Hannah, canestri di Pauli e Noua e gli spagnoli si allontanano (62-54). Nell’ultimo quarto i bianconeri ci provano, ma le palle perse e le chirurgiche soluzioni al ferro dei padroni di casa fanno la differenza: Reynolds mette la “bomba” della speranza (79-70 a un paio di minuti dalla fine), ma è troppo tardi per ribaltare la situazione.

TABELLINI

MoraBanc Andorra 85

Dolomiti Energia Trentino 73

(21-10, 46-30; 62-54)

MoraBanc Andorra: Miller-McIntyre 10, Pauli 6, Olumuyiwa 4, Hannah 11, Noua 20, Nakic 7, Diagne 2, Crawford 8, Colom, Jelinek 8, Morgan 5, Arteaga 4. Coach Navarro.

Dolomiti Energia Trentino: Bradford 3, Williams 6, Reynolds 13, Conti, Forray 5, Flaccadori 4, Saunders 18, Mezzanotte, Ladurner, Caroline 24. Coach Molin.

Le parole di coach Lele Molin | “Per noi è stata una partita di grande sforzo, abbiamo avuto la capacità di rimontare e di rimetterci in partita arrivando a meno due intorno alla fine del terzo quarto, ma poi non abbiamo avuto la forza di completare quella rimonta e metterci davanti nel punteggio. Complimenti ai nostri avversari, che hanno giocato con grande intensità per tutti i 40’ e che alla fine hanno meritato di vincere questa partita”.

La prossima | I bianconeri domenica alle 18.00 saranno in campo alla Vitrifrigo Arena di Pesaro nel sesto turno di campionato di Serie A: la settimana seguente, doppio appuntamento alla BLM Group Arena! Prima con il Lietkabelis, poi con Brescia. Biglietti in vendita su tickets.aquilabasket.it e presso l’Aquila Basket Store.

Comunicato, tabellini e dichiarazioni a cura di Ufficio Stampa Aquila Basket Trento.

Commenta
(Visited 17 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.