EuroLeague, Olimpia all'esame CSKA. Messina: "Fondamentale proteggere la nostra area e muovere il pallone"

Da Barcellona a Mosca. È la seconda trasferta consecutiva per l’Olimpia sul campo di una squadra reduce dalle Final Four e in questo caso si tratta di una presenza fissa. L’Olimpia ha vinto quattro delle ultime cinque partite in EuroLeague incluso il recupero di martedì scorso contro l’Alba Berlino: in questo arco di gare, ha ceduto solo al Real Madrid di due punti. Il CSKA Mosca ha vinto entrambe le due gare della passata settimana e tre delle ultime quattro. Il suo potenziale offensivo è indiscusso: le ultime tre vittorie sono state tutte conquistate segnando almeno 90 punti. Sul campo di casa è 7-2, ha perso solo con Fenerbahce e Unics Kazan. Lunedì scorso ha perso a San Pietroburgo nella VTB League, giocando senza Will Clyburn e Semen Antonov. E’ anche una squadra spietata nei finali tirati: il suo record è 5-1 nelle gare chiuse entro i cinque punti di scarto, 4-1 in quelle chiuse entro i tre punti di margine.

NOTE  Si gioca venerdì 21 gennaio alle 18:00 italiane, a Mosca, con diretta su Sky Sport, Now Tv, Eleven Sports.

COACH ETTORE MESSINA – “Giochiamo contro una delle favorite di questa competizione, una squadra molto ben organizzata e molto profonda. Per noi sarà importantissimo svolgere il miglior lavoro possibile a rimbalzo difensivo, soprattutto contro Milutinov. Tutto nascerà dalla protezione della nostra area e successivamente dal movimento di palla necessario per non soffrire troppo la loro taglia fisica”.

KYLE HINES – “E’ una partita importante per noi e per loro, considerata la classifica. Il CSKA è una squadra fortissima, di alto livello, per noi sarà importante giocare la nostra partita, fare le cose che sappiamo anche venendo da un altro impegno duro. Per me personalmente, ma è la stessa cosa per Sergio Rodriguez e Coach Messina, si tratta di un’opportunità per rivedere tanti amici e una tifoseria che ci ha sempre sostenuto. Ma è una gara importante e siamo qui per dare il massimo”.

GLI ARBITRI – Matej Boltauzer (Slovenia), Benjamin Jimenez (Spagna), Gytis Vilius (Lituania).

IL CSKA MOSCA – Il CSKA Mosca, che dal 2003 ha partecipato a tutte le Final Four della nuova EuroLeague ad eccezione della stagione 2010/11, è allenato dal greco Dimitris Itoudis dal 2014. Attualmente, è ottavo per partite di EuroLeague allenate (252) e quinto per gare vinte (182). Il giocatore più in forma è Daniel Hackett, terzo realizzatore italiano in EuroLeague dopo Gigi Datome e Gianluca Basile, è alla quarta stagione al CSKA Mosca ed è stato MVP di giornata negli ultimi due turni. Attualmente, segna 7.7 punti per gara, ma nelle ultime due ha segnato 44 punti con il 70.0% da tre. La rotazione di quattro guardie è composta oltre che da Hackett, da Alexey Shved (11.2 punti e 3.6 assist di media), da Iffe Lundberg (8.7 punti per gara) e da Marius Grigonis (7.8 punti per gara, con il 41.0% da tre). Le ali sono Will Clyburn (15.0 punti e 5.4 rimbalzi di media), MVP delle Final Four del 2019, un giocatore multidimensionale che può anche portare palla, e Nikita Kurbanov che è l’unico giocatore del CSKA sempre partito in quintetto. L’ala forte titolare è la star georgiana, Toko Shengelia (12.7 punti, 4.5 rimbalzi di media, compagno di squadra di Shields a Vitoria) e il centro è il serbo Nikola Milutinov (5.9 punti, 6.2 rimbalzi a partita). La rotazione dei lunghi conta anche su Joel Bolomboy (6.1 punti, 4.6 rimbalzi a partita) e sul tedesco Johannes Voigtmann (9.4 punti, 4.3 rimbalzi, 73.7% da due, 40.8% da tre).

I PRECEDENTI VS. CSKA – Quando l’Olimpia vinse la sua prima Coppa dei Campioni a Bologna nel 1966, battendo lo Slavia Praga, in semifinale sempre a Bologna fu il CSKA ad arrendersi alla squadra diretta da Cesare Rubini per 68-57 con 20 punti di Bill Bradley e 15 di Massimo Masini. Il bilancio totale dei precedenti è 11-6 a favore del CSKA nell’odierna EuroLeague (dal 2000). L’Olimpia ha vinto tre volte di fila – nel 2008/09 in casa 80-79 dopo una grande rimonta e nel 2010/11 prima 88-73 a Mosca e poi 71-65 al Mediolanum Forum – prima di perdere 11 sfide consecutive. Tuttavia, la scorsa stagione dopo una sconfitta interna maturata dopo un tempo supplementare (91-87), l’Olimpia ha vinto sia a Mosca (84-76, 32 punti di Kevin Punter, 14 di Shavon Shields) che nella finale per il terzo posto alle Final Four di Colonia, 83-73 (14 punti e sei assist di Sergio Rodriguez). La striscia è proseguita all’esordio di questa stagione con una vittoria a Milano 84-74 con 17 punti di Sergio Rodriguez e Shavon Shields, 15 di Nicolò Melli. Aggiungendo i precedenti pre-EuroLeague, oltre al 68-57 della semifinale di Bologna, ci sono quattro partite disputate nel 1982/83 e poi nel 1996/97 con vittorie della squadra di casa. Il totale quindi è 13-9 per il CSKA Mosca.

LA HINES CONNECTION – Kyle Hines ha giocato al CSKA per sette stagioni vincendo l’EuroLeague nel 2016 e nel 2019, raggiungendo le Final Four in sei stagioni su sei. Ha anche vinto sei volte la VTB League. In tutto ha giocato 218 partite di EuroLeague con 1.808 punti e 949 rimbalzi catturati.

LA RODRIGUEZ CONNECTION – Sergio Rodriguez ha giocato due anni al CSKA, vincendo due volte la VTB League e l’EuroLeague 2019. Ha giocato 71 gare di EuroLeague con la maglia di Mosca, con 852 punti segnati e 237 assist. Rodriguez ritrova molto dei suoi ex compagni. I suoi 13.8 punti di media della stagione 2017/18 sono il suo primato in carriera in EuroLeague.

LA HACKETT CONNECTION – Daniel Hackett ha giocato due anni a Milano tra la stagione 2013/14 (non interamente) e la stagione 2014/15. Ha vinto lo scudetto 2014. Al termine della sua esperienza a Milano, ha giocato due anni all’Olympiacos e uno al Bamberg, prima di trasferirsi a Mosca. Con l’Olimpia ha giocato 42 partite di EuroLeague segnando 10.5 punti per gara nella stagione 2014/15 durante la quale segnò anche il canestro da tre sulla sirena per battere il Bayern Monaco.

LA MESSINA CONNECTION – Coach Ettore Messina ha trascorso sei stagioni sulla panchina del CSKA Mosca: ha allenato sei volte la squadra alle Final Four, vincendo l’EuroLeague nel 2006 e nel 2008. Lasciato il CSKA nel 2009 dopo quattro anni, è tornato nel 2012 per altri due durante i quali ha vinto sempre la VTB League. Sia nel 2006 che nel 2008 è stato nominato Allenatore dell’Anno di EuroLeague. Il suo record in EuroLeague sulla panchina del CSKA Mosca è di 123-33, pari al 78.8% di vittorie.+

GAME NOTES – Sergio Rodriguez ha raggiunto contro l’Alba i 1.500 assist in carriera, quota superata finora solo da Vassilis Spanoulis e Nick Calathes. Attualmente, è quarto assoluto nella classifica degli assist. Rodriguez ha segnato almeno una tripla in 10 gare consecutive e 12 delle ultime 13. Kyle Hines è a cinque rimbalzi offensivi dai 700 in carriera. Solo Felipe Reyes ha valicato quella soglia toccando i 705.

MELLI @ 100 – Kaleb Tarczewski è il leader ogni epoca dell’Olimpia per presenze in EuroLeague con 138 con 106 presenze in quintetto. Vlado Micov è secondo con 115. Ma Nicolò Melli, terzo, è diventato nella partita con l’Alba il terzo di sempre a raggiungere le 100 apparizioni. Melli è anche il terzo rimbalzista e il 16° realizzatore di società in EuroLeague. Proprio con il CSKA ha giocato la sua prima partita, il 21 ottobre 2010, vittoria dell’Olimpia 88-73.

 

 

Comunicato e tabellini a cura di Ufficio Stampa Olimpia Milano.

Commenta
(Visited 34 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.