Impresa dell'Olimpia in casa del CSKA. Messina: "Grande prestazione. Decisivo l'inizio"

Una serata magica, l’ennesima di questa EuroLeague 2020/21 per l’Olimpia Milano, capace di espugnare dopo un decennio il parquet di casa del CSKA Mosca, sconfitto 76-84, e di salire al secondo posto in solitario in classifica (19-10), a due partite dal Barcellona capolista (21-8). Una partita indirizzata dall’Olimpia sin dal meraviglioso primo quarto, conclusosi con un impressionante 10-30, per poi gestire nel resto del match il tentativo di rientro dei russi. Protagonista assoluto un Kevin Punter da applausi (32 con 9/16 dal campo e 9/9 ai liberi), mentre al CSKA non bastano l’ex Mike James (21+5 ast) e Tornike Shengelia (20+10 rimbalzi e 4 rubate).

Così un soddisfatto Ettore Messina a fine partita: “E’ stata ovviamente una grande vittoria per noi, non capita spesso di venire a Mosca e vincere contro il CSKA. Penso sia stato decisivo il primo quarto, abbiamo preso subito un vantaggio importante, poi non è mai facile contro questi  avversari  andare in fuga e continuare a giocare la partita. Loro hanno aumentato l’aggressività, ma noi abbiamo continuato a giocare bene in attacco, servito l’uomo libero, lottato a rimbalzo e mantenuto un buon rendimento difensivo per tutta la partita. Per me non è stata una partita qualunque, perché era la mia prima a Mosca da quando sono andato via“.

Quando ero a Madrid non ci siamo mai incontrati, l’anno scorso avevamo giocato a Kaliningrad. Ho visto tante facce amiche, al CSKA augurerò sempre il meglio. Ci sono state altre vittorie speciali, abbiamo vinto a Tel Aviv, battuto il Real Madrid due volte, abbiamo vinto a Istanbul contro tutte e due le squadre, direi che finora è stata una grande EuroLeague, siamo stati competitivi sempre, pur perdendo qualche partita come è inevitabile“, conclude il coach dell’Olimpia.

Non poteva mancare l’MVP di serata, Kevin Punter: “Sapevamo che avrebbero rimontato, perché sono questa squadra, ma abbiamo mantenuto il controllo e la calma. Anche io ho cercato di restare sempre concentrato su quanto c’era da fare, ma i 32 punti sono il frutto del lavoro dei miei compagni che mi hanno messo nelle condizioni ideali“.

Dichiarazioni a cura di Ufficio Stampa Olimpia Milano.

Commenta
(Visited 38 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.