Eurobasket in paradiso, Forlì battuta e accesso alla semifinale

ROMA-  Tre, come gli incontri vinti . E tre, come le triple che l’Atlante Eurobasket Roma è riuscita a piazzare a ripetizione nel quarto conclusivo, soprattutto per opera di Staffieri,  spezzando l’equilibrio che era fino a quel punto regnato a suo favore e condannando Forlì al terzo passo falso. Un’impresa da incorniciare, quella dei capitolini che si sono battuti con determinazione dall’alfa all’omega contro una Forlì mai doma e determinata a spingere la gara al quarto atto per potersi poi giocare la qualificazione. Il roster di coach Damiano Pilot, quindi, regala a Roma un sogno e la capitale, dopo la delusione delle vicende legate alla Virtus Roma, può tornare a pensare in grande sul piano cestistico inserendosi tra le prime otto compagini del secondo gradino della gerarchia della palla a spicchi tricolore. Adesso Romeo e compagni troveranno sulla loro strada la vincitrice della sfida tra Bertram Tortona e OraSi Ravenna.

 

PRIMO QUARTO – Atlante in campo con Romeo, Olasewere, Staffieri, Magro e Bucarelli, Forlì risponde con Giachetti, Rodriguez, Natali, Bruttini e Roderick. Staffieri fa alzare in quota i capitolini con una tripla. Bucarlli lo imita subito dopo e l’Atlante è avanti per 6-0 dopo un minuto e mezzo. Forlì risponde con un tapin di Bruttini e Rodriguez portandosi a meno due. Quest’ultimo va in lunetta e ristabilisce la parità. Dopo un’iniziale fiammata dell’Atlante, Forlì ha decisamente avviato la controreplica. Bruttini porta Forlì al controsorpasso mettendone uno su due dalla lunetta. Bruttini si lancia in attacco ma perde una brutta palla per il possibile allungo , Dell’Agnello chiama il timeout.  Gara equilibrata e giocata punto a punto con i padroni di casa intenzionati a chiudere la serie e Forlì a proseguire il discorso giocandosi il tutto per tutto sul pitturato amico. Bucarelli tenta il controsorpasso ma la sua tripla termina ampiamente lontano dal canestro. Magro coglie un tapin su errore di Staffieri e l’Atlante si alza di nuovo in quota: 8-7 a metà quarto. Nuovo controsorpasso forlivese con un gancio di Bruttini che porta il suo score personale a cinque punti. Roderick spinge l’UniEuro a più tre. Bruttini cecchina ancora da sotto e Forlì è avanti di cinque lunghezze: 8-13.L’Atlante accusa un po’ di imprecisione, Forlì sembra aver alzato i giri del motore. Una schiacciata di Cicchetti, però, scuote i capitolini. Fanti spinge i padroni di casa a meno uno da sotto: 12-13 e Dell’Agnello chiama il timeout. La partita continua a essere molto avvincente con alterna prevalenza delle due compagini che se la giocano punto a punto. Landi riporta Forlì a tre incollature di vantaggio da sotto. Viglianisi si invola verso il canestro forlivese ma riceve in risposta al suo tentativo una stoppata di Roderick. Giachetti, invece, fa tutto a regola e  porta Forlì a più cinque. Radic fallisce i due liberi del possibile allungo. Forlì chiude il primo quarto avanti per 17-12. Top scorer dei romagnoli è Bruttini già autore di sette punti, per l’Atlante sono invece Staffieri e Bucarelli autori delle due triple iniziali del match e accreditati quindi di tre punti a testa.

 

 

SECONDO QUARTO – Errore di Cepic da sottocanestro.  Olasewere manda a segno un tiro libero su due: 13-17 dopo due minuti, Landi però risponde subito per Forlì con un gioco da tre: ospiti a più sette in massimo vantaggio dopo un minuto e mezzo di gioco. Bruttini va in lunetta dopo un fallo subito da Cicchetti e ne mette altri due: 13-22 dopo quasi tre minuti. Forlì continua a tenere il pallino del gioco in mano con un parziale di 5-1. Magro, sempre dalla linea della carità, ne piazza due su due e riduce il fossato dai forlivesi. La propensione realizzativa, rispetto al quarto d’esordio, è meno consistente. L’Atlante sembra non sbloccarsi su azione con una tripla di Romeo sul ferro. Olasewere, servito da Bucarelli, segna il primo canestro capitolino in movimento del quarto: 17-22 al 4’. Romeo porta l’Atlante a meno tre riaprendo i giochi. Romeo affonda ancora la lama ed è il meno uno dei capitolini con il loro parziale di 6-0 a metà quarto. Forlì si riporta avanti di due lunghezze ma i romani si tengono a contatto: 23-25. Olasewere stecca clamorosamente dalla lunetta fallendo entrambe le esecuzioni, Bucarelli manca il possibile pareggio, Bolpin l’allungo sul fronte opposto. Olasewere si fa perdonare l’errore precedente mettendo il canestro del pareggio a quota venticinque. Pilot chiama il timeout. Rodriguez riporta avanti l’UniEuro di un possesso dalla lunetta, Viglianisi la ripareggia subito. Bruttini risospinge avanti gli ospiti dalla lunetta piazzandone due su due, nuovo pareggio di Cicchetti: 29-29 a ventuno secondi dall’intervallo lungo. Due liberi di Rodriguez riportano in quota Forlì. Bucarelli fallisce una tripla sulla sirena. Forlì conduce per 31-29 all’intervallo lungo.

 

TERZO QUARTO – Bruttini va in lunetta e piazza in fondo alla rete entrambi i liberi: 33-29 per Forlì dopo quarantacinque secondi. Bolpin conferma l’ottimo reingresso forlivese sul pitturato con una tripla ed è il più sette ospite. Bucarelli prova a fare reagire l’Atlante con due tiri liberi e poi colpisce di nuovo con il parziale del 4-0. I padroni di casa si portano così a meno tre: 33-36. La squadra di casa dimostra una decisa reazione e ne è conferma una tripla di Romeo che rifissa il pareggio quando è trascorsa poco meno della metà del penultimo quarto. Olasewere porta Roma al sorpasso di un possesso. Forlì replica subito ma Romeo tuiene avanti l’Atlante che conferma di voler chiudere il discorso qualificazione sul pitturato amico. La partita permane però  vibrante e Giachetti, da sette metri, riaffonda la lama rispedendo Forlì avanti: 40-42. Un’altra tripla  allarga il fossato a favore dei forlivesi. L’UniEuro è in un momento di buona ispirazione e amplia il bottino con due tiri liberi di Roderick. L’Atlante, però, si riscuote subito con una tripla di Staffieri; 43-47 a meno di un minuto dal termine e partita che continua a scorrere sui binari dell’equilibrio. Fanti va alla linea della carità e ne mette uno su due; padroni di casa a meno tre dagli ospiti. Cepic ribadisce il concetto anch’egli dalla lunetta ed è il 46-47. Bruttini a fil di sirena porta Forlì a più tre al penultimo quarto: 46-49. Il quarto conclusivo sembra promettere un andamento scoppiettante con le due squadre che non si perdono di vista un secondo.

 

ULTIMO QUARTO – Viglianisi ruba bene palla ma fallisce il gancio finale dopo un buon contropiede. Staffieri affonda la tripla del pareggio capitolino dopo due minuti: 49-49. Landi subisce fallo nel tentativo di materializzare una tripla e piazza dalla lunetta tre liberi su tre che riportano gli ospiti in quota.  Staffieri indovina la sua seconda tripla di quarto che vale il nuovo pareggio. Forlì si riporta avanti di un possesso e Rodriguez la sospinge sul più quattro: 52-56 al 4’. Staffieri si conferma mago delle triple infilando la terza consecutiva e portando Roma a meno uno. L’Atlante si conferma in ottima vena nei tiri dall’arco con una tripla piazzata da Olasewere e va in controsorpasso: 58-56 e coach Dell’Agnello chiama il timeout. Giachetti fallisce il possibile pareggio da sottocanestro, Roderick però non perdona con una schiacciata ed è il nuovo pareggio. La sfida non vuole saperne di avere un dominus assoluto a quattro minuti dal termine. Staffieri si infortuna per un colpo al quadricipite e deve lasciare spazio a Fanti. Una tripla di Romeo dall’angolo porta avanti Roma, Bruttini riduce il divario di Forlì a meno due realizzando un libero su due. Bucarelli riporta l’Atlante a più quattro. La gara resta in equilibrio anche nelle battute finali. Olasewere subisce fallo da Landi e va in lunetta, ne realizza uno su due ed è il 64-59 per l’Atlante che potrebbe piazzare l’allungo decisivo per il passaggio del turno. Bruttini, però, servito da Roderick, porta Forlì ad affondare ancora la lama da sotto. Una tripla di Bucarelli porta Roma ancora a più sei. Forlì risponde ancora, gli arbitri danno buono il canestro nonostante la stoppata di Olasewere. Roderick commette un fallo tutto ingenuità su Romeo mandandolo alla linea della carità: due su due e l’Atlante ha sei punti da amministrare. Coach Pilot chiama i suoi a difendere con ordine mentre coach Dell’Agnello chiama il timeout. Roderick marca strettissimo Romeo commettendo fallo e mandandolo nuovamente alla linea della carità: uno su due va a bersaglio e l’Atlante si porta sul più sette. Forlì replica immediatamente cercando di giocarsi le ultime cartucce a ventotto secondi dal termine. Bucarelli subisce fallo da Rodriguez e va anch’egli in lunetta, ne mette uno su due e i padroni di casa sono a più sette: l’Atlante si impone per 72-65 e guadagna con merito il passaggio alla semifinale.

MIGLIORI IN CAMPO

LORENZO BUCARELLI (ATLANTE EUROBASKET ROMA):  tra le triple decisive nell’ultimo quarto per far pendere la bilancia a favore dell’Atlante figurano anche le sue, un cestista di razza ma non lo si scopre oggi.

DAVIDE BRUTTINI (UNIEURO FORLI’): generoso e propositivo fin dal primo quarto, poi  Forlì non mostra continuità ma lui la sua serata di gloria, pur con il muso lungo annesso, ha saputo regalarsela.

 

TABELLINO

 

ATLANTE EUROBASKET ROMA: Bucarelli 15, Romeo 13, Olasewere 13, Staffieri 12, Magro 4, Viglianisi 4, Cicchetti 4, Fanti 3, Cepic 2, Antonaci, Bischetti. Coach: Damiano Pilot.

Tiri liberi: 16 su 24, rimbalzi 39 (Magro 12), assist 19 (Bucarelli 5).

 

UNIEURO FORLI’:  Bruttini 18, Giachetti 13, Landi 11, Rodriguez 10, Roderick 8, Bolpin 3, Radic 2, Natali, Campori, Dilas. Coach: Sandro Dell’Agnello.

Tiri liberi: 20 su 124, rimbalzi 31 (Roderick 8), assist 11 (Roderick 5).

 

ARBITRI

 

Enrico Bartoli di Trieste, Enrico Boscolo Nale di Chioggia (VE) e Michele Cosimo Pio Capurro di Reggio Calabria.

Commenta
(Visited 38 times, 1 visits today)

About The Author

Cristiano Comelli Sono nato a Milano il 12 gennaio 1970 e mi occupo di giornalismo da circa vent'anni sia di cronaca sia di sport. Ho cominciato con il quotidiano locale "La Prealpina" scrivendo di calcio e ciclismo, poi, sempre per il calcio, ho avviato una collaborazione con il quotidiano "Il Giorno" che dura tuttora. MIisono poi avvicinato al mondo del basket attraverso le collaborazioni con alcune testate on line ed eccomi qua, pronto a vivere la magia del basket insieme con gli amici di Tuttobasket.