7DAYS EuroCup, la Reyer cede al Taliercio (62-70) contro il Bursaspor

Parziali: 22-21; 45-34; 57-46

Umana Reyer Venezia: Stone 3, Tonut 10, Daye 6, De Nicolao 2, Sanders 4, Phillip 5, Echodas 6, Charalampopoulos ne, Mazzola ne, Brooks 9, Vitali 7, Watt 10. All. De Raffaele.
Bursaspor: Sezgun ne, Freeman 15, Ozalp ne, Needham 18, Turen 9, Al 2, Bitim 2, Andrews 3, Hayes 6, Guven 10, Dudzinski 5, Selcuk ne. All. Alimpijevic.

L’accelerazione del Frutti Extra Bursaspor, unita alle difficoltà offensive orogranata, nell’ultimo quarto travolge un’Umana Reyer fino a quel momento autorevolmente quasi in controllo del match e alla fine sconfitta nell’esordio interno di 7Days EuroCup per 62-70.

Con tutti gli stranieri a disposizione schierabili, resta fuori Cerella (Phillip, Tonut, Vitali, Brooks e Watt in quintetto). C’è grande equilibrio fin dalle prime battute, con tante infrazioni di passi, ottime percentuali e buone scelte di tiro costruite di squadra dagli orogranata. Nonostante la presenza turca a rimbalzo offensivo, dopo l’iniziale 0-3, il 4-5 al 2’30” e il 7-9 al 4′ è sempre l’Umana Reyer a mantenere un sia pur contenuto vantaggio (unica parità sul 7-7 al 3’30”). Il primo margine di più di un possesso arriva al 6′ (15-11 sulla tripla di Brooks), ripetuto al 7’30” (18-14), poi nuovo temporaneo sorpasso Bursaspor (20-21 al 9’30”) prima della chiusura di quarto di Daye per il 22-21.

Non cambia la falsariga del match a inizio secondo periodo, con diversi contatti ritenuti fallosi e bonus spesi al 2’30” dall’Umana Reyer e al 4’30” dagli ospiti, dopo che un break di 0-5 li aveva riportati avanti (26-28). A questo punto, però, gli orogranata prendono in mano decisamente l’inerzia, costringendo la panchina avversaria a due time out ravvicinati (e a un tecnico per proteste) che però non riesce a contenere il parziale di 11-1 (37-29 al 16′). Appena cala leggermente l’attenzione veneziana, il Bursaspor si riavvicina (37-34 al 18′), ma il finale è tutto dell’Umana Reyer, con una serie di recuperi e 6 di fila di Tonut per il 45-34 all’intervallo lungo sigillato da una stoppata di Stone.

Il secondo tempo inizia con l’Umana Reyer che provoca 4 palle perse agli avversari e l’attacco orogranata che porta il Bursaspor al bonus in 2’30”. Si segna poco e Vitali, a rimbalzo offensivo, firma così il massimo margine (49-36) al 23′, poi a metà quarto è 51-39. La difesa orogranata continua a tenere alta l’intensità e il +13 torna tre volte sul tabellone del Taliercio: 52-39 al 25’30”, 55-42 al 28′ e 57-44 al 29’30”, prima di andare all’ultimo intervallo, dopo un quarto da 12-12, sul 57-46.

L’ultimo periodo inizia però con un gioco da tre punti di Turen, la 15^ palla persa orogranata e un parziale di 0-8 in 1’30”, interrotto da Watt quasi al 33′ (59-54). Ma l’inerzia resta turca, così, dopo anche il quarto fallo (in attacco) di Watt, coach De Raffaele è costretto al time out sul 59-58 al 34′. Il Bursaspor completa la rimonta con il sorpasso a metà quarto sul 60-61, con Needham che si ripete subito dall’arco per il 60-64 al 36′ e al 37′ è 60-67. Le scarse percentuali dalla lunetta consentono all’Umana Reyer di limare solo parzialmente (62-67 al 37’30”), con la prevalenza delle difese sugli attacchi nel finale, fino al 62-70 sulla sirena.

Comunicato e tabellini a cura di Ufficio Stampa Reyer.

Commenta
(Visited 17 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.