7DAYS EuroCup, la Virtus Bologna sconfitta in volata da Valencia (96-97)

Virtus Segafredo Bologna-Valencia Basket 96-97
(Q1 33-23; Q2 57-45; Q3 79-72)

VIRTUS: Cordinier 7, Tessitori 2, Mannion 4, Belinelli 7, Pajola 6, Alibegovic 8, Hervey 9, Ruzzier n.e., Jaiteh 2, Sampson, Weems 30, Teodosic 18.
Coach Scariolo

VALENCIA: Puerto 2, Prepelic 20, Pradilla 6, Lopez-Arostegoui 7, Labeyrie 7, Ferrando n.e., Van Rossom 15, Bressan n.e., Dubljevic 10, Jimenez 8, Hermansson 11, Rivero 11.
Coach Peñarroya

Paladozza, 10 novembre ore 20.30. Virtus vs Valencia non è solo una partita storica, questa sera si affrontano due grandi squadre che, per gli addetti ai lavori, sono tra le papabili candidate a conquistare un posto nella prossima Eurolega. C’è il pubblico delle grandi occasioni, la Segafredo parte forte Teodosic regala assist di alta scuola che vengono capitalizzati da Alibegovic e Weems, 9 a 2 dopo 3′ minuti scarsi dalla palla a due; Valencia è costretta a chiamare il primo time out della gara. Si riprende a giocare, Weems continua a segnare infuocando il pubblico, Teodosic non è da meno, dietro si difende su tutto quello che passa e la Segafredo si porta sul +11 a poco più di 3′ dalla fine del primo quarto. Valencia prova una timida rimonta portandosi in lunetta, toccano il – 6, prima che Alibegovic possa penetrare nel pitturato e frenare ogni velleità di ripresa. Belinelli ad 1” dalla fine trova Tessitori tutto solo in area per gli ultimi due punti del primo quarto. Sirena e Virtus che conduce per 33 a 23.

Belinelli e Cordinier non si fermano e dall’arco puniscono al squadra spagnola, toccano il +16 (41-25) e nel pitturato chiudono gli spazi a Prepelic e compagni, Alley oop di Cordinier su assist di Mannion, che aveva intercettato una palla molto pericolosa nella metà campo bianconera. Valencia però non ci sta a fare la parte della vittima sacrificale, Prepelic trascina i suoi compagni e diventa protagonista del break che costringe coach Scariolo a chiamare il time out. Pajola segna, subisce il fallo e chiude il gioco da tre punti, Jaiteh difende bene su Dubljevic, Teodosic continua ad inventare e la Virtus a meno di 5′ dall’intervallo in lungo si trova sul +17 (50-33). Van Rossom prova ad accorciare le distanze trovando la tripla ben oltre l’arco, ma Weems risponde subito presente il primo tempo si chiude con la Virtus in doppia cifra di vantaggio, 57 a 45.

Terzo quarto che vede la reazione valenciana, ma la Segafredo ha la faccia giusta e risponde al mittente gli attacchi spagnoli con Teodosic, ma soprattutto Weems e Pajola che ristabilisce il +12 a 4′ dalla terza sirena. Hervey schiaccia nel pitturato avversario, Cordinier disorienta il proprio marcatore e segna, ma gli avversari sono tosti e quando inizia l’ultimo minuto si riportano a -5 (75-70). 2/2 di Mannion ai liberi, Rivero risponde con altri due punti, Mannion penetra e appoggia al ferro l’ultimo canestro del tero periodo di gioco. Sirena e punteggio di 79 a 72 in favore di Bologna.

Rivero apre le marcature, Labeyrie mette altri due punti, mentre la Segafredo ora fatica a trovare la via del canestro e costringen la panchina bianconera ad interrompere la gara, Valencia ora è a -3 (79-76) a 7′ e 46” dal termine. Quinto fallo per Tessitori, costretto a lasciare il parquet di gioco, Hervey mette la tripla, ma gli spagnoli rimangono a contatto, la partita è lunga e il coach avversario chiede il time out sul puteggio di 82 a 78 Virtus. Partita sempre più contratta, Valencia si porta pericolosamente a -1 con Lopez-Arostegui, 2/2 di Teodosic, 1/2 di Rivero, partita vibrante, intensa, senza ancora un padrone a 3′ dall’ultima sirena. Valencia trova linfa in attacco con il solito Prepelic prima e Dubljevic poi, che dalla lunetta realizza il +5. La squadra di Coach Scariolo tenta la rimonta negli ultimi secondi: Belinelli e Weems segnano dall’arco ma gli spagnolo non sbagliano dalla lunetta. Vince Valencia.

Comunicato e tabellini a cura di Ufficio Stampa Virtus Segafredo Bologna.

Commenta
(Visited 28 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.