Finale europea per l'Italia Over 40

Obiettivo finale raggiunto per l’Italia Basket Over 40 che – con solo tre giocatori confermati dal 2019 – ha centrato per la seconda volta consecutiva dopo Maribor la partita che assegnerà il titolo europeo.

Questa mattina all’inusuale orario delle ore 9 Scarselli e compagni hanno battuto i padroni di casa della Spagna per 76 a 45 (13-10, 24-13, 16-13, 23-9) al termine di un incontro ancora una volta a senso unico.

Sono quindi cinque le vittorie consecutive ottenute dagli azzurri che oggi hanno visto Fabio Di Napoli realizzare ben 30 punti.

Domani alle ore 13 sarà la Gran Bretagna A a sfidare l’Italia Basket per la medaglia d’oro agli Europei 2022.

Over 45

Sesto posto finale per l’Italia Basket Over 45 che oggi ha perso per 75 a 66 contro la Grecia.

DICHIARAZIONI RITACCA

Partendo dall’ultima partita di questo europeo che ha visto in campo l’Italia Basket Over 45 il coach azzurro Vincenzo Ritacca non ha nascosto un po’ di delusione. “Siamo entrati con poca voglia di lottare, si è visto che eravamo stanchi fisicamente e mentalmente. Peccato perchè la Grecia pur essendo una buona squadra era alla nostra portata. La mia squadra era alla sua prima uscita in assoluto ed ha comunque dimostrato di essere un buon gruppo con ottime individualità.”

Ovviamente il sorriso invece torna nel commentare la finale dell’Over 40. “Bravi tutti! Contro la Spagna non è stato facile mantenere la concentrazione perchè ci sono state ripetute e lunghe sospensioni per un problema al tabellone dei secondi.

Abbiamo saputo contenere il loro attacco giocando un buon ritmo, ma soprattutto ragionando molto. Domani ci giocheremo l’oro contro la Gran Bretagna A”.

Commenta
(Visited 156 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.