Napoli espugna il PalaDozza e condanna la Fortitudo alla A2

La GeVi Napoli batte in volata la Fortitudo Kigili Bologna, condannando i felsinei alla retrocessione. Inizio molto equilibrato con gli assi play-pivot a farla da padrone, Durham e Groselle (19 punti e 9 rimbalzi) da una parte e Rich (11 punti, 5 assist e 9 rimbalzi) e Gudaitis (14 punti e 6 rimbalzi) dall’altra (9-8). Il ritmo e le percentuali dal campo si abbassano nella seconda metà del primo periodo, quando McDuffie (15 punti e 7 rimbalzi) e il gioco a due Vitali (7 punti e 5 rimbalzi) – Zerini permette ai campani di avere un minimo vantaggio su Frazier (17 punti, 5 rimbalzi e 4 assist) e compagni (12-14 dopo 10’). Proprio il lungo dei campani si fa valere nei pressi del ferro allungando sul +6, prima che Procida e Aradori rimettano il match saldamente sui binari dell’equilibrio (18-18). Dopo un bel jumper di Frazier, il ritorno sul parquet di Rich dà nuova linfa all’attacco napoletano che torna a mettere la testa avanti, grazie anche al coinvolgimento sotto canestro di Gudaitis (22-25). A tenere lì la Fortitudo ci pensa allora Frazier, il quale segna due importanti triple dal palleggio che valgono la parità a quota 29 proprio sulla sirena del primo tempo.
La ripresa inizia con una GeVi più precisa, grazie alle letture di Parks (9 punti e 12 rimbalzi) dal post-basso per la tripla di Vitali e il taglio di Gudaitis. Una gran penetrazione di Uglietti vale il +7 Napoli ma i giochi a due Frazier-Groselle tornano a fruttare canestri per la Kigili, non facendo così scappare gli ospiti (37-38). Sul finire del terzo periodo, Charalampopoulos (5 punti e 6 rimbalzisi prende il palcoscenico con la bomba e il contropiede che rispondono a Vitali e portano la Kigili avanti di 3 lunghezze (45-42 dopo 30’).

L’ultimo quarto si apre con una serie di guizzi di McDuffie da dentro e fuori dall’area e valevoli il sorpasso ospite sul 47-50. I felsinei reagiscono affidandosi a Groselle e alla sua presenza in post-basso, prima che Procida fissi la nuova parità a quota 52 con 4 minuti e mezzo sul cronometro. Successivamente, dopo alcuni botta e risposta tra Frazier e Rich, è Parks a provare a rompere l’equilibrio con il gran appoggio del 56-58. Proprio Frazier poi fallisce più volte il tentativo di controsorpasso e Parks ne approfitta subendo – da rimbalzo in attacco – fallo e convertendo il libero del +3 a 43” dal termine. Procida sbaglia la tripla del potenziale pareggio e McDuffie, sempre dalla lunetta, mette due possessi di distanza tra le due squadre (56-60). I successivi tentativi di Frazier e Benzing si infrangono sul ferro e Napoli sigilla il successo a cronometro fermo con Parks e Rich. Finisce 56-64.

Comunicato a cura di: Sito Ufficiale Lega Basket Serie A

Commenta
(Visited 74 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.