Gema Montecatini, domenica la decisiva Gara 3 contro gli Herons

Domenica 5 giugno alle 20,30 si gioca una delle partite più cruciali della serie di finale per l’accesso alla serie B, al momento sull’1-1. Una partita che per forza di cose porterà una delle due finaliste di Montecatini a una sola vittoria dalla promozione. 
 
Per Gema sarà la prima in casa, a quattro giorni dalla dura trasferta di San Miniato, persa nettamente 89-70, dopo il -13 di metà gara e il -5 di metà terzo quarto che però non ha trovato lo sbocco sperato in una partita più combattuta, con la fuga degli avversari già a fine terzo quarto. Rasio e compagni hanno tutta l’intenzione di riscattarsi al Palaterme, con l’obiettivo di entrare sul parquet con un altro atteggiamento rispetto a gara2.
 
“Come avevo detto dopo gara1, domenica scorsa, e a maggior ragione l’ho ripetuto dopo la partita di San Miniato – ha dichiarato coach Marco Del Re – la nostra parola d’ordine è resettare e ripartire, come abbiamo fatto da subito in allenamento. Sarà fondamentale però concentrarsi sull’aspetto difensivo e sull’approccio iniziale. Morbido in gara 1, fin troppo morbido in gara2. Per vincere serve continuità, noi vogliamo giocare il nostro basket ma anche saperlo fare in situazione di contatti e fisicità che saranno sempre più al limite, vista l’altissima posta in palio. Si entra in un momento davvero cruciale, serve tutto quello che abbiamo a livello di energia, di nervi, ma anche di pallacanestro, chiaro”.
 
Il coach rossoblu punta insomma l’obiettivo sulla difesa. “Non possiamo concedere quello che abbiamo concesso mercoledì, non spendendo a volte falli o lasciando penetrazioni comode agli avversari, specie dopo che avevamo ripreso in parte la partita sul -5. La squadra sa dove ha sbagliato e siamo pronti a una nuova battaglia, davanti a un pubblico che sarà caldisissimo”.
La biglietteria esterna del Palaterme sarà aperta domenica pomeriggio dalle 18,30. Costo del biglietto a 10 euro.
Commenta
(Visited 137 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.