Eurobasket, l'Italia chiude al meglio il girone e travolge la Gran Bretagna: agli ottavi c'è la Serbia

No-game al Forum di Assago: l’Italia, già matematicamente qualificata e certa della quarta posizione nel girone B, supera nettamente la Gran Bretagna, e incontrerà quindi agli ottavi di finale la corazzata serba di Nikola Jokic.

Partono forte gli azzurri con Fontecchio e Melli che firmano il 10-0, gli ospiti accorciano con Wheatle e Hesson ma l’energia di Pajola e Ricci dalla panchina vale il 29-20 dopo i primi dieci minuti di partita.

Wheatle trascina nuovamente gli inglesi in partita con ad un solo possesso pieno di distanza sul 33-30, ci pensa di nuovo uno scatenato Melli a ristabilire la doppia cifra di margine mentre Pozzecco concede spazio anche a Baldasso e Tessitori. 47-37 all’intervallo lungo.

Tonut e Polonara provano a lanciare l’allungo decisivo, Hesson guida quello che di fatto è l’ultima assalto della Gran Bretagna ricucendo fino al 42-52, una sfuriata di Fontecchio però annulla il parziale e dopo mezzora di gioco il tabellone recita 67-54.

Tre triple consecutive di Datome nel giro di due minuti mandano i titoli di coda, l’attacco degli ospiti si ferma completamente con appena due punti realizzati in tutta l’ultima frazione. Ampio spazio per le seconde linee con Tessitori, Baldasso, Ricci, Mannion e Biligha a giocare i minuti finali. Termina 90-56.

 

TABELLINI

ITALIA: Spissu, Mannion 2, Biligha 8, Tonut 9, Melli 11, Fontecchio 18, Tessitori 5, Ricci 10, Baldasso 6, Polonara 5, Pajola 3, Datome 13. Coach Pozzecco.

GRAN BRETAGNA: Olaseni 6, Mockford 3, Nelson 7, Clark, Bigby-Williams ne, Hesson 18, Lautier-Ogunleye 5, Wheatle 12, Whelan 3, Anderson 2, Van Oostrum ne, Soko ne. Coach Reinking

Commenta
(Visited 29 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.