La Bakery Piacenza batte la Lux Chieti per 64-77 e si aggiudica il fattore campo

Parte fortissimo la Bakery con un parziale di 0-10 che indirizza da subito la contesa sui binari giusti; Morse e Bonacini sono i protagonisti di questi primi minuti, mettendo in campo grinta e punti, prendendo di sorpresa gli abruzzesi.

I biancorossi continuano a punire ripetutamente – da fuori e dentro l’area – i padroni di casa, immolandosi sul punteggio di 5-18 trascorsi 7 minuti di gioco.

Chieti, grazie ai canestri di Dincic e Sims, riesce a rientrare fino al 12-18 con cui si chiude la prima frazione di gioco.

I meccanismi offensivi dei biancorossi si inceppano, permettendo a Dincic di sfoderare tutto il suo arsenale offensivo e portando i suoi sul 22 pari trascorsi 3 minuti nel corso del secondo parziale. A quel punto Raivio inanella una serie di canestri dalla lunetta, dalla media e dalla lunga distanza, permettendo alla Bakery di raggiungere un rassicurante +9, sul 28-37 a 2:40 dalla fine.

E’ ancora un canestro dell’americano a chiudere la prima metà di gioco, con il punteggio di 35-41.

Raivio, coadiuvato da un ottimo Donzelli, riprende a macinare gioco e dopo soli 2 minuti la Bakery si riporta sul +9. Nota positiva per Marco Venuto, finora silente a livello di marcature personali ma abilissimo nel trovare liberi i suoi compagni.

I punti di vantaggio diventano addirittura 12 grazie ai jumper di Sacchettini e Chinellato: coach Calvani è costretto a interrompere il gioco per non vedersi scivolar via anzitempo la contesa.

Sul 39-51 Chieti cambia faccia: grazie ad una folata improvvisa di Nemanja Dincic, che infila due bombe da distanza proibitiva, la Lux Chieti rientra sul -2, 51-53, ben supportato dalle incursioni di Bartoli e Tsetserukou. Lucarelli è bravo a trovare la via del canestro ma è ancora Tsetserukou a segnare, trovando il 53-55 proprio sulla sirena che sancisce la fine del terzo quarto.

 

La rimonta di Chieti si concretizza: dopo ben 31 minuti in cui la Bakery ha guidato l’incontro, Dincic e Bartoli firmano rispettivamente il pareggio ed il +2 per i padroni di casa.

Coach Campanella avverte il pericolo quando Chieti trova addirittura il +4: fa il suo ritorno in campo Morse, gravato di 4 falli, che torna a far sentire la sua presenza a rimbalzo, favorendo il canestro di Donzelli. Lo stesso lungo Piacentino impatta la partita sul 62 pari pochi istanti dopo, immolandosi in contropiede, con ancora 5 minuti esatti da vivere al termine della contesa.

Anthony Morse è rientrato col piglio giusto, trovando 4 punti filati che rimettono la Bakery sul +2, 64-66, quando mancano 2:53 al termine.

Penetrazione di Bonacini che si spegne sul ferro ma Sacchettini è poderoso immolandosi tra le maglie biancorosse di Chieti e trovando il tapin vincente che vale il+4 Bakery.

Il punto esclamativo sulla vittoria lo mette Venuto, che dopo un parapiglia, infila la tripla che lancia i biancorossi sul 64-71 con poco meno di 40 secondi da giocare.

4/4 dalla lunetta per Venuto e Raivio e penetrazione vincente dello stesso americano che portano la Bakery a conquistare la vittoria in terra abruzzese con il punteggio di 64-77. Vittoria che vale il fattore campo per gli imminenti playout.

LUX CHIETI: Caggiano 2, Dincic 24, Sims 10, Tsetserukou 10, Bartoli 18, Cocciaretto, Graziani ne, Jackson ne, Klacar, Meluzzi ne, Amici ne.

Allenatore: Marco Calvani

BAKERY PIACENZA: Bonacini 12, Lucarelli 2, Raivio 22, Donzelli 9, Morse 12, Sacchettini 6, Chinellato 4, Czumbel, El Agbani ne, Venuto 10.

Allenatore: Federico Campanella

Parziali: 12-18, 35-41, 53-55, 64-77

Commenta
(Visited 20 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.