La Bakery Piacenza sbanca la capolista, Cantù cade sotto il fuoco biancorosso

Dopo l’amara sconfitta subita in terra siciliana ai danni di Capo d’Orlando, la Bakery ha a disposizione la partita forse più complicata per ritrovare la vittoria; i piacentini infatti proveranno ad espugnare il “PalaBancoDesio”, dimora della San Bernardo Cinelandia Park Cantù. I padroni di casa si trovano al vertice della classifica, frutto di 9 successi su 10 partite disputate mentre la Bakery proverà ad agguantare un trenino di squadre a sole 2 lunghezze di distanza.

Il coach di casa Sodini si affida al consueto quintetto formato da Johnson, Allen, Nikolic, Da Ros e Cusin; coach Campanella risponde con Bonacini, Raivio, Lucarelli, Donzelli e Morse. Partenza fulminea per entrambe le squadre che, grazie ad un perfetto 5/5 dal campo, si trovano sul 4-6 dopo un solo minuto di gioco. Si inceppa momentaneamente l’attacco canturino ma non quello a marchio biancorosso: 4-10 a favore della Bakery con ben 6 punti di uno straripante Morse. 

Nel primo momento di difficoltà, Cantù si affida alle sue bocche da fuoco Allen e Johnson che, con una tripla del primo e un fade away del secondo, permettono ai canturini di riportarsi ad un solo possesso di distacco. Piacenza però non si perde e e trova altri 4 punti consecutivi di Morse che valgono il 9-15 dopo soli 5 minuti e 23 secondi di gioco. Sodini è costretto a chiamare timeout per interrompere il momento negativo dei suoi: lo schema disegnato riesce alla perfezione ma un incontenibile Morse cancella la schiacciata di Cusin. Cantù cerca diverse soluzioni per tamponare il brutto momento: la trova in Bayehe che con due schiacciate consecutive permette ai suoi di ritrovare un po di ossigeno. La Bakery dimostra però di essere totalmente nel match e, grazie alla tripla di capitan Perin e al tap in vincente di Sacchettini, chiude il primo quarto in vantaggio di ben 8 lunghezze, 20-28.

Cantù si ripresenta col piglio giusto in campo e trova un mini break di 4-0 prontamente fermato dalla prima tripla di Nik Raivio. La compagine di casa è però entrata in partita e trova in Stefanelli l’uomo della provvidenza: 6 punti consecutivi per lui che valgono il 30-31. Con 5:45 da giocare è Raivio a ridare due possessi di vantaggio a Piacenza: canestro in allontanamento e 2/2 ai liberi per la guardia piacentina.

Nei minuti successivi Cantù recupera punto dopo punto il distacco fino a trovare il primo vantaggio della sua partita quando mancano 3:40 al termine del secondo quarto – 38-37 con la prospettiva di una battaglia che si protrarrà anche nei minuti successivi.

Le due compagini trovano, di volta in volta, una varietà di soluzioni offensive che spesso e volentieri portano a bucare la retina avversaria; questo batti e ribatti premia Cantù, che si ritrova in vantaggio per 47-45 all’intervallo. Per i padroni di casa da segnalare un ottimo Allen (12), ben coadiuvato da Stefanelli (10) e Bayehe (11) – quest’ultimo costante presenza nel pitturato.

Per la Bakery invece ottime le prestazioni di Morse (12), Bonacini (9 punti e ben 5 assist) e Raivio (9 punti. 6 rimbalzi e 3 assistenze).

Partenza sprint per Cantù che si porta sul 57-49 trascorsi 2 minuti di gioco. Un’inchiodata a due mani di Morse prova ad arrestare il momento positivo dei padroni di casa che però trovano un 2+1 di un ispiratissimo Bayehe che vale il massimo vantaggio per i biancoblu sul 60-51.

Altri 4 punti di Morse – già 20 per lui – ed il classico canestro dalla media di Raivio riportano a due possessi di distanza la Bakery: 63-57 alla metà esatta del terzo quarto.

Stringe la difesa Piacenza, come visto nel primo quarto, ed è poi brava a trasformare le palle recuperate in canestri in transizione, riportandosi sul 68-64 a 2:30 dal termine del penultimo quarto. Due liberi di un positivo Chinellato riportano la Bakery sotto il possesso di distacco mentre è Czumbel a formalizzare il pareggio con altri due tiri liberi trasformati dalla lunetta.

Cusin, da giocatore esperto qual è,  si carica la squadra sulle spalle e con una costante presenza offensiva e difensiva permette a Cantù di chiudere in vantaggio il terzo quarto, sul 74-70.

Un Anthony Morse monumentale sigla altri 4 punti consecutivi che permettono ai biancorossi di riportarsi sul 79-74, dopo che Cusin ed Allen avevano trafitto la difesa biancorossa.

La Bakery è carica come non mai e grazie a due triple di Perin e Bonacini, si riprendono le redini della contesa, portandosi in vantaggio 79-80 quando mancano 6 minuti al termine del match. 

Altri tre punti di un ispiratissimo Bonacini, frutto di un canestro, fallo e libero aggiuntivo trasformato, portando la Bakery in vantaggio di 4 lunghezze quando mancano 4:10 al termine; si rivede però Robert Johnson che mette a segno una tripla fondamentale per riportarsi ad un solo punto – 82-83 quando il tabellone segna 3:10 da giocare.

Altra tripla dal peso specifico immane per Bonacini, al quale però risponde Da Ros con una tripla dalla punta; 87-86 per Cantù ma Perin si inventa un arresto e tiro dalla lunetta che riporta in vantaggio la Bakery di un punto. Sul ribaltamento di fronte Johnson è bravo a guadagnarsi due liberi che ovviamente trasforma, riportando Cantu sull’89-88.

Capitan Perin prende, spara e segna ancora da tre punti: 89-91 Bakery quando mancano 21 secondi al termine della contesa.

Johnson perde palla commettendo infrazione di passi e nell’azione seguente Cantù commette fallo sistematico, mandando in lunetta Bonacini che trasforma entrambi i liberi tentati. Il tabellone recita 89-93 Bakery quando mancano 15 secondi e all’orizzonte si prospetta un’incredibile vittoria, ai danni della capolista, per Piacenza. Johnson subisce fallo ma realizza solo un libero su due – a rimbalzo si scatena un parapiglia che premia Piacenza; Raivio subisce fallo e realizza entrambi i liberi che siglano il 90-95 finale.

Fantastica vittoria per Piacenza che si regala una grande partita di estremo prestigio, oltre che di grande importanza per la classifica.

SAN BERNARDO CINELANDIA PARK CANTU’: Stefanelli 10, Sergio, Johnson 16, Nikolic 5, Boev, Brembilla ne, Da Ros 10, Bucarelli 4, Cusin 8, Bayehe 16, Allen 21, Boev ne, Borsani ne.

Allenatore: Marco Sodini

BAKERY PIACENZA: Morse 25, Perin 13, Donzelli 8, Chinellato 4,  Bonacini 20, Sacchettini 6, Czumbel 2, El Agbani ne, Raivio 15, Lucarelli 2.

Allenatore: Federico Campanella

Parziali: 20-28, 47-45, 74-70, 90-95.

Commenta
(Visited 30 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.