La Dinamo Sassari Women perde contro Bourges ed esce dall'Eurocup

Si è chiusa questa sera l’avventura europea delle Dinamo Women: a Bourges le ragazze di coach Antonello Restivo cedono alla corazzata francese ma, al netto del risultato sul parquet -condizionato dalle assenze in casa Dinamo e dalla caratura dell’avversario (candidato a vincere la competizione)- salutano a testa alta l’EuroCup. Un cammino iniziato a settembre con il girone di qualificazione conquistato dalle Women grazie alla vittoria al debutto casalingo e l’ottimo prestazione disputata in Lussemburgo contro Grengewald. Nella regular season, nei panni di debuttante e in assoluto prima squadra isolana femminile a calcare la ribalta continentale, il Banco di Sardegna si è confrontato con alcune grandi, Bourges e Tenerife su tutte, ma ha anche dimostrato la propria solida identità conquistando la vittoria su Friburgo al PalaSerradimigni. Una vittoria che resterà negli annali del club così come questa storica prima regular season europea: grazie per questo viaggio, ragazze. Ora testa al campionato!

Coach Antonello Restivo manda in campo Moroni, Orazzo, Lucas, Dell’Olio e Patanè; Bourges risponde con Eldenbrink, Rupert, Hampton, Michel e Godin. Avvio sprint delle padrone di casa che partono forte piazzando un break di 12-3 con Rupert (18 nei primi 20’), Hampton e Godin mentre la prima tripla del match è di Giulia Moroni. Maggie Lucas si iscrive a referto mentre Bourges trova con continuità il canestro: seconda tripla di Moroni. Godin e Rupert conducono le francesi sul +15 (23-8), rotazioni in casa Dinamo con Kozhobashiovska e Pertile. Parziale sassarese: a dare energia alle isolane è Marida Orazzo che si iscrive a referto, poi ruba palla e accende il contropiede con Shepard a punire dall’arco su assist di Moroni. Orazzo e Lucas bombardano dai 6.75, Moroni riporta il Banco a -10 e il primo quarto finisce 33-21 con il canestro di Miyem. Primi punti a referto per Veronica Dell’Olio e Giovanna Pertile, Bourges dà una spallata al match costruendo un parziale di 17-2 scrivendo il +29 (63-34). Pertile ferma l’emorragia ma le padrone di casa sono in totale controllo. Alla seconda sirena il tabellone dice 65-36, Moroni e Lucas in doppia cifra.  Al rientro dall’intervallo lungo Bourges prosegue la sua corsa e scrive il +50, trascinato da Yacoubou. Le Women però non si perdono d’animo e continuano ad attaccare il canestro con continuità, nonostante il gap. Gli ultimi 10’ non regalano grandi emozioni e il Game 6 si chiude 118-67.

Tango Bourges – Dinamo Women 118-67

Parziali: 33-21; 32-15; 34-13; 19-18.

Progressivi: 33-21; 65-36; 99-49; 118-67.

Bourges. Rupert , Eldebrink 6, Yacoubou 17, Myem 13, Michel 11, Astier 6, Guapo 15, Godin 4, Rupert 23, Mann 6, Zodia 6, Mavuanga, Hampton 11. All. Olivier Lafargue

Assist: Astier (9) – Rimbalzi: Godin (13)

Dinamo. Orazzo 9, Dell’Olio 5, Moroni 12, Arioli 5, Patanè , Mitreva, Kozhobashiovska 2, Lucas 29, Pertile 5, Kaleva. All. Antonello Restivo.

Assist: Moroni (4) – Rimbalzi: Lucas (6)

 

Il commento di coach Antonello Restivo nel post partita: “Sapevamo che sarebbe stata una partita impossibile, non tanto per l’assenza della Shepard ma perché conosciamo il valore di Bourges che si contenderà sia il titolo di EuroCup sia la vittoria del campionato francese, lega di alto livello. Abbiamo cercato di affrontare la partita focalizzandoci su alcune cose, ogni tanto ci sono riuscite anche bene perché non è facile venire qua e segnare quasi 70 punti. Ed è questo che ci portiamo via questa sera perché chiaramente dal punto di vista fisico abbiamo subito tantissimo: loro sono una delle squadre più fisiche della competizione, potrebbe essere una formazione da Eurolega. Stasera ci tenevamo tutti a far bene in questa ultima partita, onorandola fino all’ultimo tiro e all’ultima difesa e così è stato, un plauso va alle ragazze per questa mentalità. Stiamo crescendo sotto questo punto di vista, vorrei che crescessero anche le giovani perché voglio che crescano ed entrino in campo con un certo focus: per noi non servono solo per gli allenamenti ma anche in partita. Questa sera Ivona Kozhobashiovska ha dimostrato che ci può dare dei minuti sul parquet e può dare una mano, vorrei che anche le altre facessero così. Salutiamo questa EuroCup che è una manifestazione bellissima, ora ci concentriamo sul campionato e ci teniamo a far bene già da domenica. Ringraziamo ancora la società per averci fatto partecipare a questa competizione, e aver dato alla Sardegna per la prima volta nella storia del basket femminile di giocare il secondo campionato europeo. Penso che le ragazze abbiano ripagato gli sforzi del club con la vittoria del Qualification Round, che non era né scontato né facile, e con la vittoria su Friburgo: non abbiamo mai mollato cercando di dare battaglia in ogni partita, proprio com’è nello spirito Dinamo”.

Commenta
(Visited 58 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.