La Stella Azzurra pareggia il conto delle vittorie con San Severo, si va a gara cinqueue

ROMA – Bis voleva e bis si è regalata. La Stella Azzurra pareggia i conti delle vittorie contro San Severo aggiudicandosi anche la seconda sfida al “Pala Veroli Coccia” con il punteggio di 71-66. Avanti di quattordici lunghezze alla fine del secondo quarto, i foggiani non sono riusciti a tenere dritta la barra della concentrazione per gestire il vantaggio subendo prima il pareggio dei padroni di casa al terzo quarto, poi il sorpasso in un ultimo quarto molto tirato.

PRIMO QUARTO – Sansevero parte come meglio non potrebbe con un 8-0 fulmineo, la Stella Azzurra risponde con un parziale di 6-0 riportandosi a due punti di distacco con un canestro di Marcius. I capitolini si portano in parità a circa due minuti dalla fine del primo quarto. Mortellaro, dalla lunetta, ne mette uno su due e i pugliesi tornano avanti di un’incollatura. Contento fallisce dall’arco il possibile allungo ospite. I pugliesi chiudono il primo quarto avanti per 14-9.

SECONDO QUARTO – Mortellaro ne fa uno su due dalla linea della carità e l’Allianz allunga leggermente. Thompson jr vorrebbe replicare con una tripla ma trova soltanto il ferro, fallisce anche Clarke in girata su opposto versante. Rullo riavvicina la Stella Azzurra con un canestro dall’angolo: 11-15, ma i pugliesi replicano subito portandosi a più sei. Clarke con un terzo tempo manda i foggiani in ulteriore allungo. Antelli porta San Severo sul più dieci: 21-11. Il cestista ospite subisce fallo da Visentin e si aggiudica anche il libero aggiuntivo. D’Arcangeli chiama il timeout vedendo i suoi in stato confusionale. Antelli, alla ripresa, non completa il gioco da tre, Reale prova a riportare in partita la Stella Azzurra con un tiro dall’arco. Clarke, però, replica subito. Reale cerca di regalarsi la seconda tripla di fila ma stavolta trova il semaforo rosso del ferro. Clarke, in penetrazione, spinge San Severo al massimo vantaggio di più undici: 25-14 a metà primo quarto. Il cestista statunitense di Claremore affonda nuovamente la lama subito dopo, procurandosi un libero aggiuntivo e completando il gioco da tre. Il pallino del gioco sembra saldamente nelle mani del roster di Luca Bechi. Contento allarga ulteriormente il fossato. San Severo si porta sul più quindici. Thompson jr riduce leggermente il divario dei capitolini che ci credono e si portano fino al meno undici. San Severo si riporta in fuga con altri due tiri liberi: 19-32 a due minuti e mezzo dall’intervallo lungo. Thompson jr, in penetrazione, porta la Stella Azzurra a meno quattordici. Contento fallisce il riallungo dall’arco, Thompson jr continua a essere il più prolifico dei padroni di casa andando ancora a bersaglio. Bechi chiama il timeout. Clarke segna con un tiro da tre il canestro del 38-24 a favore dei pugliesi che vanno così avanti con largo punteggio all’intervallo lungo. I pugliesi sono premiati da una maggiore precisione dall’arco dove sono andati a bersaglio in cinque casi su 13 mentre la Stella Azzurra ha colpito da tre solo una volta su cinque tentativi. Per quanto riguarda i tiri da due, San Severo ha cecchinato quanto i padroni di casa in nove casi, ma la compagine di Bechi ha effettuato diciassette tentativi contro i ventisette dei romani.

TERZO QUARTO – Ikangi fallisce dall’arco l’allungo di San Severo, non sbaglia invece Rullo che porta la Stella Azzurra a meno undici con una tripla. Bechi chiama il timeout. Contento fallisce un tiro da tre, Marcius, su opposto fronte, schiaccia e porta la Stella Azzurra di nuovo sotto a meno cinque: 33-38. La partita, che sembrava essere sotto il controllo di San Severo, si rianima. Marcius si prende due punti e un libero aggiuntivo che riesce a realizzare completando il gioco da tre.Il canestro del possibile riallungo di contento è bloccato da Rullo. Ogide, sottocanestro, pescato da Mortellaro porta San Severo a più quattro, immediata replica di Marcius, con Thompson il più dotato di vitalità realizzativa dei padroni di casa. Rullo imbecca Marcius che, da sottocanestro, colpisce un’ennesima volta riportando la partita in parità a quota quaranta. Clarke, però, riporta San Severo avanti con una tripla. Clarke lancia Ogide che schiaccia il più cinque degli ospiti e mette a bersaglio anche il libero aggiuntivo: 40-46 a due minuti e mezzo dal tramonto del penultimo quarto. Rullo riporta sotto i capitolini e, con una tripla, riporta la Stella Azzurra a meno uno portando il suo score a dodici punti. Rullo, con tre tiri liberi, rimette i padroni di casa sui binari della parità a quota quarantotto. Reale fallisce in un affondo sottocanestro, così anche Contento e Ghirlanda da metà campo su fronte opposto. Il quarto si chiude quindi con quarantotto punti per parte lasciando gli ultimi dieci minuti di gara nella massima incertezza.

ULTIMO QUARTO – Rullo porta avanti la Stella Azzurra, San Severo si riavvicina con un tiro libero: 50-49. Menalo rimette i padroni di casa sul più due con un tiro libero. Mortellaro porta San Severo al sorpasso, gli ultimi scampoli di gara si giocano punto a punto. Menalo prova a contrastare Ogide fallosamente e si prende l’antisportivo. Lo stesso Ogide infila due tiri liberi in serie facendo allungare i pugliesi: 51-54 dopo due minuti di gioco. Menalo subisce fallo a sua volta da Ogide e va in lunetta dove però fallisce ambedue le esecuzioni, Thompson jr è bravo a cogliere il rimbalzo e porta i capitolini sul 54-54. Marcius lancia Menalo in contropiede, schiacciata poderosa e più due della Stella Azzurra. Menalo schiaccia una seconda volta e i capitolini si alzano sul più quattro, Bechi chiama il timeout. Ikangi tenta la soluzione da tre per riportare sotto San Severo ma il tiro finisce abissalmente lontano dal ferro. Ogide da sottocanestro rimanda i pugliesi a un solo possesso di ritardo. Ogide rimette la partita sui binari della parità a quota sessanta. Thompson jr porta la Stella Azzurra sul più cinque dando forse l’accelerazione definitiva. Bechi chiama la pausa per cercare di aggiustare qualche meccanismo. Clarke rimette San Severo a meno due dall’arco: 65-63 a due minuti e mezzo dalla fine della gara. I pugliesi se la giocano e si riportano ancora in equilibrio. D’Arcangeli chiama il timeout per cercare di imprimere la giusta energia nel finale di gara ai capitolini. Marcius appoggia al tabellone il più due della Stella Azzurra, Clarke fallisce il tiro da tre. Menalo commette fallo su Contento e lo manda in lunetta, uno su due e San Severo va a meno uno. Rullo colpisce ancora e la Stella Azzurra traccia un minifossato di tre lunghezze: 69-66 a sei secondi dal termine della contesa. San Severo chiama un nuovo timeout. Marcius, dalla lunetta, porta la Stella Azzurra a più cinque: 71-66 e la gara quattro è sua, tutto è rimandato alla gara cinque in programma al “Pala Falcone e Borsellino”di San Severo.

TABELLINO

STELLA AZZURRA ROMA: Rullo 24, Thompson jr 16, Marcius 16, Menalo 8. Reale 3, Nikolic 2, Ghirlanda 2, Giordano, Ndzie, Visintin, Thioune, Pugliatti. Coach: Germano D’Arcangeli.

Tiri liberi: 10 su 18, rimbalzi 38 (Marcius 10), assist 20 (Rullo 7).

ALLIANZ PAZIENZA CESTISTICA SAN SEVERO: Clarke 31, Ogide 18, Ikangi 6, Contento 5, Maganza 2, Mortellaro 2, Antelli 2, Bottioni, Angelucci, Guida, Petrushevski. Coach: Luca Bechi.

Tiri liberi: 10su 15, rimbalzi 34 (Mortellaro 6), assist 10 (Bottioni 3).

ARBITRI

Enrico Boscolo Nale di Chioggia (VE), Gabriele Gagno di Spresiano (TV) e Mattia Eugenio Martellosio di Buccinasco (MI).

Commenta
(Visited 16 times, 1 visits today)

About The Author

Cristiano Comelli Sono nato a Milano il 12 gennaio 1970 e mi occupo di giornalismo da circa vent'anni sia di cronaca sia di sport. Ho cominciato con il quotidiano locale "La Prealpina" scrivendo di calcio e ciclismo, poi, sempre per il calcio, ho avviato una collaborazione con il quotidiano "Il Giorno" che dura tuttora. MIisono poi avvicinato al mondo del basket attraverso le collaborazioni con alcune testate on line ed eccomi qua, pronto a vivere la magia del basket insieme con gli amici di Tuttobasket.