La Virtus Bologna si aggiudica lo scontro diretto con Venezia: finisce 77-72

VIRTUS BOLOGNA – UMANA REYER VENEZIA 77-72
(16-13, 33-40; 56-57)

La Virtus Bologna manda un messaggio forte al campionato, battendo la Reyer Venezia nell’anticipo della 21^ giornata, come i pronostici basket Serie A degli esperti avevano previsto: è lei l’antagonista principale dell’Olimpia Milano. Il successo degli emiliani vale il +4 proprio sui rivali, consolidando il secondo posto in classifica.

Djordjevic sceglie il quintetto composto da Markovic, Belinelli, Weems, Ricci e Tessitori, De Raffaele a sua volta schiera De Nicolao, Tonut, Stone, Chappell e Watt. L’inizio è subito scoppiettante: a Weems risponde subito Watt con una schiacciata. La Virtus Bologna di Marco Belinelli allunga sul +3 con i suoi liberi, ma ancora una volta Venezia risponde con la tripla di De Nicolao. Nessuna delle due riesce ad allungare, alla fine Teodosic si mette in proprio, segna cinque punti di fila e il primo quarto si chiude sul 16-13.

Nel secondo quarto, Chappell e De Nicolao riportano avanti la Reyer. Abass concretizza un gioco da tre punti, Teodosic prosegue il parziale positivo della Virtus, ma Casarin e Tonut firmano il primo importante distacco degli ospiti, che vanno sul +7. Ricci dalla lunga distanza interrompe l’emorragia, ma Chappell sulla sirena mantiene il divario: si va a riposo sul 33-40 in favore degli oro-granata.

Come nel primo quarto, è Weems a dare inizio alle ostilità, stavolta con una tripla dall’angolo; anche Markovic va a segno dall’arco, poi Gamble realizza i punti del sorpasso. Tonut si carica Venezia sulle spalle e realizza un controparziale, la risposta arriva – ovviamente – da Milos Teodosic, a segno con un tiro da tre. Il numero 7 della Reyer però non ci sta, e insieme a De Nicolao rilanciano la squadra di De Raffaele sul +8. La Virtus si rifà sotto e il terzo quadro si chiude con un solo punto di vantaggio per Venezia.

Gli ultimi dieci minuti cominciano con il canestro di Fotu, poi Tonut in contropiede sigla il +4 per i suoi. Il sorpasso della Segafredo arriva con il canestro dall’arco di Weems ma poi Watt risponde facendo la voce grossa in area. Roboante schiacciata di Tessitori dopo un bell’assist di Belinelli, col il bolognese che riporta le V nere sul +3 in momento delicato della partita. Tessitori va ancora a bersaglio ma poi Watt segna con un tiro dall’angolo dalla media distanza, andando in doppia cifra di punti realizzati; Tonut realizza dalla lunetta per il -1, quindi si torna in parità a quota 69 grazie a Watt. Arriva la risposta immediata di Teodosic che appoggia al ferro tutto solo, il solito Tonut con tre punti che vogliono dire sorpasso Reyer Venezia. La partita si decide dalla linea del tiro libero: Belinelli è infallibile con un 6/6 che regala i punti pesantissimi alla Virtus per il 77-72 finale.

VIRTUS BOLOGNA: Tessitori 11, Belinelli 19, Pajola 1, Alibegovic, Markovic 4, Ricci 5, Adams, Hunter, Weems 12, Teodosic 17, Gamble 4, Abass 4. All. Djordjevic.

Tiri totali 23/50, tiri da 3 6/21, tiri liberi 25/35. Falli 22.

UMANA REYER VENEZIA: Casarin 5, Stone 8, Tonut 22, Daye, De Nicolao 10, Campogrande, Clark, Chappell 11, Mazzola, Possamai, Fotu 4, Watt 12. All. De Raffaele.

Tiri totali 25/64, tiri da 3 7/32, tiri liberi 16/21. Falli 30.

Commenta
(Visited 38 times, 1 visits today)

About The Author

SALVATORE MALFITANO Classe ’94, napoletano, studente di legge e giornalista. Collaboratore per Il Roma dal 2012 e per gianlucadimarzio.com, direttore di nba24.it e tuttobasket.net. Appassionato di calcio quanto di NBA. L'amore per il basket nasce e rimarrà sempre grazie a Paul Pierce. #StocktonToMalone