La Virtus Siena torna al PalaPerucatti per affrontare il Cus Pisa

Archiviata la sconfitta a La Spezia, l’Acea Virtus Siena è pronta a tornare in campo. Domenica 14 Novembre alle 18 al PalaPerucatti i rossoblu affronteranno il Cus Pisa per la settima giornata del campionato di serie C Gold.

Con 6 punti raccolti nelle prime 6 partite le squadre si trovano appaiate in classifica. La Cosmocare, squadra neopromossa che lo scorso hanno ha vinto il campionato di serie C Silver battendo in finale Quarrata, giunge alla sfida dalla vittoria interna 75-64 contro il Don Bosco Livorno, arrivata dopo tre sconfitte consecutive contro Spezia, a Montecatini e ad Agliana.

 

«Contro Spezia è stata la nostra peggiore prestazione dall’inizio della stagione – dice il coach dell’Acea Andrea Spinello – Sebbene abbiamo approcciato bene la partita dal punto di vista offensivo nel primo quarto, in difesa continuiamo a subire tanti punti in trasferta, 50 nel primo tempo a La Spezia. Gli ultimi due quarti poi ce li siamo giocati, ma la partita purtroppo era ormai compromessa».

 

«Ci abbiamo ragionato su – prosegue Spinello – il discorso condiviso è il dover lavorare sempre più duramente in settimana e alzate l’intensità durante gli allenamenti. Questa settimana è stata ottima, i ragazzi si sono impegnati, tutti remiamo dalla stessa parte, anche se purtroppo l’infermeria continua a rimanere piena».

 

«Pisa è una squadra pericolosa che ha già dato del filo da torcere a tante squadre – spiega il coach rossoblu – E’ una squadra preparata ed equilibrata. In ogni caso più che pensare all’avversario in questo momento dobbiamo pensare a noi stessi: servirà l’apporto di tutti, tutti dovranno mettere il proprio mattoncino per provare a portare a casa la partita, anche il nostro pubblico, che ci manca molto in trasferta e che ringrazio perché nelle partite in casa ci dà sempre una grande mano».

Commenta
(Visited 20 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.