L'Alperia Bolzano in gara 3 playout si gioca nuovamente il fattore campo

Alle 20.30 di sabato 14 maggio al PalaMazzali di Bolzano arriva la partita della verità per questa prima fase di playout, chi vince è salva chi perde ha ancora una canche contro la sconfitta dall’altra semifinale, anch’essa arrivata a gara tre.
Dopo il +34 di gara 1 rifilato dalle padrone di casa del BCB al Treviso e una apparente consapevolezza di non meritarsi le forche caudine della salvezza via playout, in gara 2 sono crollate più mentalmente che fisicamente e le trevigiane ne hanno subito approfittato ribaltando il pronostico, sempre se nei playout conti qualcosa, vincendo 70 a 58. Ben 31 punti portano la firma di Perisa (7/12 da tre).
Una gara secca non è mai facile per nessuno e bisogna mettere da parte incertezze e paure per sfoderare grinta e cuore. Le avversarie hanno recuperato la miglior forma della loro straniera che nel primo scontro era rimasta ampiamente sotto le sue medie stagionali per rifarsi in casa con una prestazione monster.
Compromesso sì, ma nulla è perduto e fino ad ora il fattore campo è stato importante, vediamo di continuare ad onorarlo e per questo occorrerà oltre al gruppo anche un palazzetto particolarmente caldo.
Vietato abbassare la guardia, Treviso in questa stagione si è già dimostrato coriaceo proprio quando i più lo davano per finito, capace di risorgere dalle ceneri per ben due volte, nella seconda fase di campionato e in gara due di play out.
L’Alperia conta anche sul fattore PalaMazzali per conquistare l’agognata permanenza in Serie A2 che quest’anno appare molto più complessa del previsto.
Commenta
(Visited 26 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.