L'Atlante Eurobasket ruggisce contro Forlì, ora conduce per 2-1

ROMA- Primo atto casalingo con campane a festa. L’Atlante Eurobasket Roma, pur priva del suo astro per eccellenza Roberto Gallinat alle prese con un trauma distorsivo al ginocchio sinistro, ha la meglio al “PalaAvenali” per 76-72 e si porta in vantaggio per 2-1 negli scontri per i playoff. I capitolini sono stati bravi a riprenderla dopo avere dilapidato un vantaggio che aveva assunto anche le proporzioni del più dieci. I romagnoli ci avevano creduto mettendo le mani sull’incontro alla fine del terzo quarto ma poi, grazie soprattutto alle intuizioni della premiata ditta Bucarelli- Olasewere, il roster di Damiano Pilot l’ha fatta sua con cuore e determinazione. Ottime performance anche da Romeo e Magro, a Forlì non è stato sufficiente un Rodriguez ancora una volta in grande spolvero. I capitolini hanno ora la possibilità di chiudere i conti nella sfida in programma sempre al “Pala Avenali” sabato 29 maggio alle 18.

PRIMO QUARTO – Nei minuti d’avvio le due squadre si superano vicendevolmente: dopo due minuti Forlì è avanti per 7-5. I capitolini si portano subito in parità. Bucarelli commette fallo su Natali che va in lunetta e ne mette uno su due mandando i romagnoli avanti di una lunghezza. Lo stesso Natali, dall’angolo, sfodera una tripla che fa allungare gli ospiti, Romeo risponde con la stessa moneta. Le due compagini continuano a restare appiccicate. Forlì affonda ancora la lama, Magro, però, riporta l’Atlante a meno due: 12-14 a circa metà quarto. Radic, con un gancio, allunga il vantaggio forlivese ma Magro risponde ancora una volta e i punti di divario tra le due squadre restano pari a un possesso. Roderick ripristina il più quattro. Magro dimostra di essere in grande vena e l’Atlante è ancora a meno due: 16-18 a quattro minuti e mezzo dalla fine del primo quarto. Le due compagini si sfidano a viso aperto non mollandosi un attimo. Olasewere riporta i padroni di casa in parità a quota 18. Bucarelli cade all’indietro ma riesce comunque a concludere favorevolmente, l’Atlante si porta di nuovo in corsia di sorpasso di un possesso. L’equilibrio è il grande protagonista della contesa. Bolpin, servito da Roderick, appoggia al vetro il gancio del venti pari. Una tripla di Viglianisi dall’angolo rialza in quota i capitolini: 23-20 a poco più di un minuto dal termine del primo quarto. Bruttini, però, risponde. Viglianisi, dall’angolo opposto a quello precedente, sfodera un’altra tripla d’autore ed è il più quattro della compagine di Pilot. Landi colpisce dall’arco e l’Atlante chiude il primo quarto avanti per 26-25. In evidenza nei padroni di casa Magro e Viglianisi, quest’ultimo soprattutto con i tiri da tre. Partita molto aperta.

SECONDO QUARTO – Viglianisi ferma fallosamente Bruttini che va in lunetta e capitalizza a metà con un bersaglio su due: 26-26 dopo un minuto di gioco. Viglianisi si fa però subito perdonare e colpisce con la terza tripla della gara, Atlante di nuovo a più tre. Forlì però non se la dà per inteso e risponde con la stessa moneta con Bolpin. I padroni di casa sembrano in grande confidenza dall’arco e Staffieri cala un’altra tripla: 32-29 dopo due minuti. Bruttini sfrutta un tapin su errore di Rodriguez e porta Forlì con il fiato sul collo di Roma a meno uno. Il botta e risposta tiene sempre banco. Cepic allarga la famiglia delle triple dell’Atlante guadagnandosi anche il libero aggiuntivo: che però non manda a bersaglio: 35-31. Romeo porta l’Atlante al vantaggio massimo di più sei, Landi risponde subito con un arcobaleno. Le due squadre proseguono con qualche imprecisione realizzativa, coach Dell’Agnello chiama il timeout. Roderick si incunea bene e, da sotto, porta Forlì a meno due. Olasewere si procura due tiri liberi subendo fallo da capitan Giachetti; dalla lunetta prende nettamente la rete per entrambi e l’Atlante si alza a più quattro. Ancora Giachetti ferma in modo irregolare Olasewere che si ripresenta alla linea della carità e ne mette due anche questa volta. I quattro liberi di fila da lui messi portano Roma a più sei: 41-35 a due minuti dall’intervallo lungo. Magro prende un tapin su errore di Olasewere e l’Atlante prende il largo sul più otto facendo prove tecniche di fuga. Bucarelli pesca Magro che, da sotto, alza i padroni di casa di dieci piani rispetto a Forlì. Pilot chiama il timeout. L’intervallo lungo vede i capitolini avanti per 45-37. Un’Atlante molto determinata, Forlì troppo imprecisa in fase realizzativa. Quattro su cinque per l’Atlante ai tiri liberi, per Forlì sono invece due su quattro, nei tiri da due punti 10 su 19 per Roma e 10 su 20 per i romagnoli. Sul fronte marcature, Magro e Landi sono i top scorer delle due squadre con dieci punti a testa.

TERZO QUARTO – Romeo subisce fallo e va in lunetta dove mette entrambi i tiri e allunga il vantaggio dell’Atlante: 47-37 dopo un minuto e mezzo. Rodriguez intona però il controcanto forlivese sottoforma di due triple di fila e Forlì si porta a meno quattro di nuovo in scia. Radic segna l’8-0 del parziale forlivese. L’Atlante si scuote con Staffieri che sigla una tripla guadagnandosi anche il libero aggiuntivo: 50-45. Forlì si avvicina sul meno tre e Pilot chiama il timeout. Radic sciupa dalla lunetta una duplice occasione per favorire il riavvicinamento dell’UniEuro ma poi si fa perdonare appoggiando il canestro del meno uno. Landi prende un rimbalzo su un tiro da lui stesso fallito e Forlì si mette in corsia di sorpasso: 50-51. L’Atlante si ristabilisce subito con Cicchetti. La partita, dopo il tentativo di fuga dei capitolini, si è rimessa sui binari dell’incertezza. Natali, con una tripla, sospinge Forlì sul più due, Olasewere subisce fallo da Roderick e va in lunetta dove conferma la sua ottima vena riportando l’Atlante in parità a quota 54 con meno di cinque minuti alla fine del penultimo quarto. Un gancio di Radic rispedisce in quota i forlivesi, Olasewere va di nuovo in lunetta e ne mette uno su due: 55-56 a tre minuti e mezzo dalla fine del terzo quarto. Roderick ritraccia il minifossato del più tre a favore dei forlivesi decisi a tenersi stretto il vantaggio, Natali mette un’altra incollatura di distanza dai romani dalla lunetta. Viglianisi va in penetrazione e l’Atlante si porta di nuovo a meno due: 57-59 a un minuto dal termine del quarto. Bruttini punge dalla lunetta con un libero su due, poco dopo va ancora in lunetta e si ripete con la medesima percentuale. Forlì termina al trentesimo minuto avanti per 61-57, partita ancora tutta da decidere.

ULTIMO QUARTO – Bucarelli porta i capitolini a meno due, Bolpin risponde subito: 59-63 dopo quarantacinque secondi di gioco. Magro riporta sotto l’Atlante e mette a segno anche il libero aggiuntivo, romani a meno uno al 4′. Radic sbaglia due tiri liberi dalla lunetta sprecando il possibile allungo forlivese. Rodriguez tenta di colpire dall’arco, non vi riesce ma subisce fallo e beneficia di tre tiri liberi piazzandoli tutti sul fondo della retina: 62-66 a metà quarto. Olasewere rispinge l’Atlante a meno due, a cinque minuti dalla fine la sfida è avvolta nella massima incertezza. Romeo, dall’angolo, rimette in corsia di sorpasso l’Atlante sul più uno. Bucarelli allunga a più tre e Dell’Agnello chiama il timeout. Dopo avere subito un po’ il risveglio ospite, i capitolini hanno ripreso a marciare. Rodriguez ribalta la situazione con una tripla e un libero aggiuntivo: 69-73 a un minuto e mezzo dalla fine di una gara tiratissima. Olasewere porta l’Atlante a meno uno, Magro, dalla lunetta, fissa il pareggio e il sorpasso sul più uno con due liberi. Bucarelli con una tripla mette tra l’Atlante e Forlì un parziale di più quattro a favore della prima, Dell’Agnello chiama il timeout a dieci secondi dal termine: 76-72 e Roma si porta in vantaggio per 2-1 nella serie playoff aggiudicandosi il primo match casalingo.

TABELLINO

ATLANTE EUROBASKET ROMA: Olasewere 15, Romeo 15, Magro 15, Viglianisi 11, Bucarelli 9, Staffieri 6, Cepic 3, Cicchetti 2, Fanti, Antonaci, Bischetti. Coach: Damiano Pilot.

Tiri liberi: 12 su 15, rimbalzi 34 (Magro 7), assist 18 (Bucarelli 8).

UNIEURO FORLI’: Rodriguez 18, Landi 12, Natali 10, Radic 10, Bruttini 9, Bolpin 7, Roderick 6, Giachetti, Campori, Dilas.

Tiri liberi: 9 su 18, rimbalzi 35 (Radic, Roderick 7), assist 12 (Roderick 4).

ARBITRI

Daniele Alfio Foti di Vittuone, Mattia Eugenio Martellosio di Buccinasco (MI) e Alessandro Costa di Livorno.

Commenta
(Visited 16 times, 1 visits today)

About The Author

Cristiano Comelli Sono nato a Milano il 12 gennaio 1970 e mi occupo di giornalismo da circa vent'anni sia di cronaca sia di sport. Ho cominciato con il quotidiano locale "La Prealpina" scrivendo di calcio e ciclismo, poi, sempre per il calcio, ho avviato una collaborazione con il quotidiano "Il Giorno" che dura tuttora. MIisono poi avvicinato al mondo del basket attraverso le collaborazioni con alcune testate on line ed eccomi qua, pronto a vivere la magia del basket insieme con gli amici di Tuttobasket.