LBA, Gandini: "Tornare in campo segnale importante. Pubblico nei palazzetti? Spero il prima possibile"

Il basket italiano si appresta a tornare in campo, con la Supercoppa che comincerà domani con il derby lombardo tra Olimpia Milano e Pallacanestro Cantù. Intervenendo nella trasmissione ‘Tutti Convocati‘ di Radio24, il presidente di LBA, Umberto Gandini, ha detto la sua sui temi attuali del nostro movimento.

Finalmente torno a vedere una partita dal vivo. Una bella sensazione, dato che quando ho assunto l’incarico tutto era sospeso” – spiega – “Al di là di questo, tornare in campo è un segnale importante. Si torna a giocare, tutti assieme, con una nuova formula per avvicinarsi per gradi alla forma agonistica, in vista di un campionato all’altezza“.

Questo antipasto regala l’opportunità di avere un appuntamento agonistico importante con le Final Four” – aggiunge Gandini – “Sui tifosi in palazzetto, spero avvenga il prima possibile. Il DPCM di agosto consente una presenza di 200 spettatori, ma c’è la possibilità di deroghe da parte delle autorità regionali. So per certo che ce ne sono tre o quattro, Emilia Romagna su tutte, disposte ad aumentarne il numero“.

L’obiettivo di Gandini è quello di avere una regia unica per il campionato: “Non possiamo pensare ad una strada differenziata per ogni regione, perciò vorremmo un quadro uniforme. Questa però è la situazione che abbiamo messo su nella Lega. La Supercoppa è un passo per avvicinarci alla normalità e se ci sono regioni che hanno più fiducia di altre, allora percorreremo questa via“.

Commenta
(Visited 28 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.