Legnano Knights, vittoria importante contro Piombino

Le premesse volevano una partita da primi 4 posti e le aspettative non sono state deluse. Quaranta minuti di intensità, quaranta minuti di pallacanestro vera tra Legnano e Piombino.

Il primo quarto vede prevalere i ragazzi di coach Eliantonio con il parziale di 22-15, frutto di un attacco molto fluido e poche sbavature concesse. La Solbat non manca mai di dimostrare il motivo per cui si trova al quarto posto in classifica, nonostante le difficoltà e le assenze, e trova in Tiberti l’autentico mattatore del match. Per Legnano, il lungo avversario rappresenta un rebus dalla palla a due alla sirena finale, con le sue statistiche che parlano molto chiaro: 28 punti e 13 rimbalzi, per 29 di valutazione.

Il secondo quarto è spettacolo allo stato puro, non solo per il parziale di 29-24, ma anche e soprattutto perchè i due attacchi prendono ulteriormente fiducia e le difese comprendono sempre di più l’atteggiamento giusto da tenere sul parquet. Tommaso Marino e Mattia Venucci gestiscono e dettano i ritmi, con i rispettivi difensori che fanno di tutto per impedire loro di rendersi protagonisti di una grande gara. I break di Legnano fanno la differenza, nonostante Piombino non molli nemmeno un centimetro restando, anche se a distanza, francobollata ai padroni di casa.
A metà partita Legnano è avanti 51-39, ma con l’inizio del terzo periodo la musica cambia.

La formazione toscana torna prepotentemente sotto, grazie ad un gioco corale di alto livello e alle iniziative dei singoli. Tiberti continua il suo grande match, Venucci aggiusta la mira al tiro e Piccone sale di giri (17 punti al termine). Piombino rosicchia qualche punto ai padroni di casa e, soprattutto, dimostra psicologicamente di essere pienamente in gara.

Legnano “si spaventa” e ritrova grande lucidità in avvio di quarto quarto, nonostante Piombino non smetta mai di crederci e di provare ad agganciare gli avversari. Ancora una volta sono i break dei Knights a fare la differenza, grazie alla coralità del suo gioco e alle individualità che mandano i titoli di coda. Per Marino ci sono 10 punti e 12 assist, mentre Antonietti mette nero su bianco una prestazione da 16 punti e 10 rimbalzi, e Legnano vola.

Termina 95-75 per i padroni di casa, che acciuffano e superano Piombino a quota 22 punti in graduatoria in virtù dello scontro diretto, aprendo al meglio il girone di ritorno.
Settimana prossima la difficile trasferta contro i rinnovati Herons Montecatini, metterà di nuovo alla prova i Knights dopo la buona partita contro Piombino.

 
3G ELECTRONICS LEGNANO KNIGHTS – SOLBAT PIOMBINO 95-75 (22-15, 29-24, 18-21, 26-15)
3G Electronics Legnano Knights: Diego Terenzi 17 (2/7, 4/6), Michael Sacchettini 16 (8/12, 0/0), Luca Antonietti 16 (5/7, 0/1), Saverio Mazzantini 11 (4/6, 1/3), Tommaso Marino 10 (1/1, 2/7), Giacomo Leardini 9 (3/4, 1/3), Juan Marcos Casini 9 (0/0, 3/7), Gian Marco Drocker 7 (2/3, 1/2), Mattia Nespoli 0 (0/0, 0/0), Francesco Amorelli 0 (0/0, 0/0), Andrea Gallazzi 0 (0/0, 0/0), Riccardo Cucchi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 9 / 9 – Rimbalzi: 37 8 + 29 (Luca Antonietti 10) – Assist: 24 (Tommaso Marino 12)

Solbat Piombino: Edoardo Tiberti 28 (11/20, 1/2), Fabrizio Piccone 17 (0/4, 4/10), Mattia Venucci 15 (2/7, 2/7), Camillo Bianchi 8 (1/3, 2/8), Dario Mazzantini 4 (2/2, 0/1), Edoardo Pedroni 3 (0/1, 0/4), Tommaso Tintori 0 (0/1, 0/1), Francesco Rossato 0 (0/0, 0/0), Alessio Alfarano 0 (0/0, 0/0), Jacopo Biagetti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 25 – Rimbalzi: 35 11 + 24 (Edoardo Tiberti 13) – Assist: 8 (Fabrizio Piccone, Mattia Venucci, Edoardo Pedroni 2)

Commenta
(Visited 30 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.