Lions Bisceglie, difesa graffiante: Monopoli piegato e finale con Ruvo

Seconda vittoria consecutiva in gare ufficiali ma quel che più conta, considerando la reale funzionalità della preseason, è la serie di progressi mostrati rispetto al match precedente con Giulianova. I Lions Bisceglie hanno battuto l’Action Now! Monopoli nel confronto del PalaDolmen di mercoledì 15 settembre e centrato la finale del girone H della Supercoppa di Serie B Old Wild West. I nerazzurri contenderanno perciò al Talos Ruvo, nella prossima sfida, l’accesso alla Final Eight di Lignano Sabbiadoro (in programma dal 24 al 26 settembre).

Buona cornice di pubblico sugli spalti nonostante la calendarizzazione serale e infrasettimanale. L’apprezzabile scatto iniziale dei padroni di casa si è misurato con la prontezza degli avversari, che hanno tenacemente mantenuto il contatto malgrado gli strattoni assestati da Fontana e compagni (21-14 al 9’), decisi a fare la partita partendo da un’ottima difesa sulla palla. Bisceglie ha toccato le otto lunghezze di vantaggio grazie a un canestro dalla distanza di Filiberto Dri (28-20 al 13’) ma Monopoli, trascinata da Vanni Laquintana (18 punti nella prima metà dell’incontro), è riuscita a ribattere colpo su colpo, ricucendo dal -8 e reagendo quando i Lions, con due triple consecutive di Marco Giannini, hanno ancora una volta provato a farsi largo. Un parziale di 2-11 è valso l’unico sorpasso esterno di tutta la contesa (40-41) ma un 2/2 di Enihe dalla lunetta ha fissato il punteggio sul 42-41 all’intervallo lungo.

Nerazzurri in gran spolvero nel terzo periodo, dominato in ragione dell’ottimo rendimento difensivo sottolineato dall’intensità espressa, non indifferente a questo punto della stagione. Tutti protagonisti nel momento decisivo, ciascuno col suo pezzettino di merito: un anticipo, un aiuto, uno scivolamento. È divenuto naturale distendersi in attacco e trovare le soluzioni adatte per colpire: subito un 7-0, poi due canestri in fila di Dri hanno dato a Bisceglie il +11 (57-46 al 26’) e quando con un acuto di Simone Giunta e la successiva schiacciata di Giannini i Lions si sono ritrovati sul +16 (63-47) ai più è sembrato che la gara fosse passata sotto lo stretto controllo dei ragazzi di coach Nunzi. Non che i fieri avversari non abbiano cercato di riaprire il discorso, risalendo fino al -7 (66-59) a metà quarto periodo: a quel punto Enihe, Dri e Marcelo Dip, imbeccati da Dron, hanno chiuso la questione e messo il sigillo su un successo meritato. Note statistiche confortanti i 16 rimbalzi offensivi strappati mentre il cruccio resta la percentuale non ancora eccellente dalla lunetta (sette errori su 17 tentativi). I Lions andranno a giocarsi sulle tavole del palasport di viale Colombo, a Ruvo, il biglietto di partecipazione alla kermesse che assegnerà il trofeo.

 

LIONS BISCEGLIE-MONOPOLI 81-68

Lions Bisceglie: Dron 6, Fontana 8, Dri 15, Enihe 12, Dip 14, Giannini 10, Giunta 6, Tibs 6, Vavoli 4. N.e.: Mastrodonato, Mastrofilippo. Allenatore: Nunzi.

Monopoli: Micky Laquintana 10, Vanni Laquintana 24, Torresi 3, Albertini 13, Visentin 7, Lombardo 7, Annese 4, Ragusa. N.e.: Bellantuono, Muolo, Diomede. Allenatore: Carolillo.

Arbitri: Angelo Lenoci di Massafra, Francesco Anselmi di Ruvo di Puglia.

Parziali: 21-17; 42-41; 65-51.

Note: uscito per cinque falli Dron. Tiri da due: Lions Bisceglie 22/47, Monopoli 13/27. Tiri da tre: Lions Bisceglie 9/26, Monopoli 8/23. Tiri liberi: Lions Bisceglie 10/17, Monopoli 18/29. Rimbalzi: Lions Bisceglie 44 (28+16; Fontana 9), Monopoli 36 (28+8, Albertini 10). Assists: Lions Bisceglie 14 (Dron, Dip, Enihe 3), Monopoli 9 (Micky Laquintana, Lombardo 2).

Commenta
(Visited 21 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.