Brindisi prova a gettare il cuore oltre l'ostacolo, Daniels e Bentil la respingono: l'Olimpia mantiene l'imbattibilità casalinga in LBA

L’A|X Armani Exchange Milano – priva di gran parte dei propri giocatori di prima fascia – supera l’Happy Casa Brindisi nel primo match domenicale della 29ª giornata. Inizio arrembante per i pugliesi, bravi a correre subito in contropiede e a trovare il fondo della retina da lontano con Clark, Gentile (18 punti), Harrison (11 punti e 3 assist) e Udom (4-14). Con l’ingresso sul parquet di Baldasso e Ricci, l’A|X Armani Exchange trova maggiore energia ricucendo anche sul -5, prima che le magie di Harrison e cinque punti consecutivi di Zanelli (13 punti, 7 rimbalzi e 6 assist) facciano volare l’Happy Casa fino al massimo vantaggio del +13. Al termine del quarto di apertura, Hall (13 punti e 6 assist) rimette un minimo le cose a posto per la sua squadra siglando i liberi del 16-27. Grazie alla zona difensiva, Milano riesce a fermare l’ondata offensiva brindisina e dall’altra parte trova canestri in transizione con Daniels (21 punti) e Bentil (26-31). Brindisi però non si scompone e cavalca efficacemente prima il post-basso di Perkins (14 punti e 6 rimbalzi) e poi la precisione da oltre l’arco di Clark e Harrison, ristabilendo la doppia cifra di vantaggio a metà secondo periodo. Una serie di rimbalzi in attacco permette all’Olimpia di restare in scia ma altre triple – stavolta a marca Redivo (9 punti) – tengono gli ospiti avanti sul 37-48. Sul finire del primo tempo, da segnalare un infortunio a D’Angelo Harrison al tendine d’Achille che lo costringe ad uscire dal campo a braccia. Milano stringe poi le maglie difensive e ne approfitta dall’altra parte con Tarczewski, Grant (14 punti) e la bomba di Datome (8 punti). Rifattasi sotto fino al -4, i liberi di Gentile a fil di sirena tornano a far respirare gli ospiti (44-50 dopo 20’).
L’A|X Armani Exchange esce meglio degli avversari dagli spogliatoi, cercando Bentil (16 punti e 5 rimbalzi) in transizione e in post-basso, sfruttando un Grant molto efficace sulle due metà campo e un cinico Datome. Toccato anche il -1, l’orgoglio di Zanelli, una tripla a testa di Udom e Visconti (10 punti), la presenza in area di Perkins riescono a tenere gli avversari alle spalle (56-62). Successivamente, Hall si carica la squadra tra assist e canestri ma un tiro sulla sirena da oltre metà campo di Gentile chiude il terzo periodo sul 63-70.

Nell’ultimo quarto, Daniels torna a bombardare da tre punti per rispondere a Visconti e riportare l’A|X Armani Exchange sul -1. Ancora una volta, tuttavia, i meneghini non riescono a sorpassare gli avversari, poiché Gentile segna un gran canestro dalla media e schiaccia il recupero del 72-77. Grazie a Daniels, Milano aggancia gli avversari a quota 77 ma Visconti, Perkins dalla media e una gran penetrazione di Zanelli danno nuova energia all’attacco brindisino (81-87 a 3 minuti e mezzo dal termine). I padroni di casa però non mollano e Bentil sotto canestro inizia e conclude un break che porta avanti l’Olimpia per la prima volta nel match (88-87 a 90” dalla fine). Successivamente, Gaspardo, Gentile e Zanelli falliscono i colpi del controsorpasso e il duo Bentil-Daniels dalla lunetta sigilla il successo meneghino. Finisce 92-87.

Comunicato a cura di: Sito Ufficiale Lega Basket Serie A

Commenta
(Visited 33 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.