Milano a San Pietroburgo, coach Messina: "Ci teniamo a ritrovare coesione"

“Quarantotto ore dopo la sconfitta di Kazan, l’Olimpia torna in campo, sempre in trasferta, sempre in Russia, contro lo Zenit San Pietroburgo che viceversa è reduce da una gara casalinga, vinta contro l’Alba Berlino. Zenit e Olimpia sono collocate nella parte alta della classifica, divise da una sola vittoria. Purtroppo, le condizioni non sono le migliori perché all’assenza di Malcolm Delaney per la sesta gara consecutiva, si aggiunge la perdita di Dinos Mitoglou (piede sinistro) quindi anche il settore lunghi giocherà in situazione di emergenza. A questo si aggiunge la qualità degli avversari: lo Zenit ha vinto le ultime quattro partite, in casa ha ceduto solo al Real Madrid, e le altre due sconfitte sono arrivate contro avversarie come CSKA Mosca e Barcellona. Curiosamente, è la squadra che ha giocato meno gare tirate di tutta l’EuroLeague: dopo aver vinto di uno a Kazan all’esordio, le successive nove gare si sono tutte concluse con margini superiori ai sei punti. Si affrontano tra l’altro il secondo e terzo allenatore di EuroLeague sia per partite vinte che allenate nella storia, Ettore Messina e Javi Pascual, rispettivamente.

NOTE – Si gioca venerdì 19 novembre alle 18:45 ora italiana. Diretta su Sky Sport, Now Tv, e Eleven Sports.

COACH ETTORE MESSINA– “Sarà una partita molto difficile contro un altro eccellente avversario. Noi veniamo da una brutta prestazione a Kazan e ovviamente ci teniamo a ritrovare coesione, anche se la perdita di Dinos Mitoglou complica ulteriormente il nostro compito”.

KYLE HINES – “Veniamo da una brutta partita a Kazan, è stata la peggiore giocata quest’anno, ma proprio per questo vogliamo rispondere e giocare una buona gara contro una formazione molto forte, con giocatori di talento, che soprattutto in casa sta giocando molto bene. Il nostro obiettivo è chiudere questo viaggio con una buona partita”. […]”.

Fonte: ufficio stampa Olimpia Milano

Commenta
(Visited 32 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.