Napoli ha la meglio su Pistoia in gara due all'ultimo quarto

NAPOLI – Il bis è servito. La Ge.Vi Napoli mette le mani anche su gara due contro una Giorgio Tesi Group Pistoia che però merita un’ampia serie di applausi. I toscani, infatti, hanno dato filo da torcere ai padroni di casa per tre quarti di gara mantenendola in equilibrio. Poi, nel quarto conclusivo, l’ottima prova corale della squadra di coach Pino Sacripanti ha orientato il match verso la seconda vittoria partenopea. Ottima, ancora una volta, la prova di Burns che si sta dimostrando un prezioso valore aggiunto per il roster campano. Ad avere inciso sono stati soprattutto un ispiratissimo Zerini e Parks. Per Pistoia in evidenza Wheatle, Poletti, Sims e Saccaggi, un po’ in ombra invece Fletcher.

PRIMO QUARTO – Saccaggi vince la prima palla della gara. Riismma, in penetrazione, mette i primi due punti. Mayo subisce fallo su opposto versante e si prende due tiri liberi: Dopo tre minuti la parità regna sovrana a quota sei. Mayo commette fallo su Saccaggi mandandolo in lunetta: il cestista pistoiese ne mette due su due e i toscani vanno in vantaggio di un possesso. Zerini stoppa Wheatle impedendogli di allungare il vantaggio pistoiese. Parks brucia Wheatle in corsa e realizza l’8-8 a metà quarto. Sims va alla linea della carità dopo essere stato fermato da Iannuzzi e capitalizza al massimo. Pistoia, che si è presentata con grande spavalderia al match, si riporta avanti ma Iannuzzi risponde subito. L’equilibrio non ne vuole sapere di abbandonare il pitturato. Poletti cerca di cecchinare ma Iannuzzi lo ferma fallosamente e lo manda in lunetta: li segna entrambi e toscani di nuovo avanti di un possesso a tre minuti e mezzo dal termine del primo quarto. La partita continua a essere tiratissima. Pistoia strizza l’occhio al primo miniallungo a più quattro con due tiri liberi di Wheatle, Poletti, da posizione molto precaria, trova il canestro del 10-16. Sacripanti chiama il timeout quando mancano circa due minuti al tramonto del primo quarto. I toscani attaccano con grande determinazione e buon tasso di precisione affidandosi soprattutto alle intuizioni di Wheatle. Zerini indovina cinque punti in serie, di cui una tripla e Napoli si riavvicina a meno uno. Una tripla di Monaldi manda Napoli in sorpasso alla fine del primo quarto sul 18-16, Pistoia però è viva.

SECONDO QUARTO – Napoli si alza leggermente in quota e si porta a più quattro con Parks ben pescato da Uglietti: 20-16. Della Rosa restringe di nuovo il fossato, Burns però risponde immediatamente. Poletti approfitta di una palla persa malamente da Uglietti e va in solitaria a depositare al vetro. Napoli, però, replica subito. I partenopei riescono a mantenere un vantaggio di sicurezza ma i toscani non demordono, tanto che Saccaggi li riporta a meno tre: 25-22 dopo quattro minuti di gioco. Pistoia ci crede e si porta a meno uno per poi andare in sorpasso con Saccaggi sul 25-26 a metà quarto. Saccaggi fallisce il bersaglio, Wheatle è ben appostato e sottocanestro affonda la lama con un tapin. L’asse Wheatle- Saccaggi funziona a meraviglia e Pistoia è avanti di tre lunghezze: 25-28 e Sacripanti chiama il timeout. Burns si rivela in giornata di grazia e, ricevendo palla da Mayo, riporta Napoli a meno uno. Sims va alla lunetta per cercare il nuovo allungo e riesce nell’intento mettendoli a segno entrambi. Pistoia si trova così sul 30-27 a favore a tre minuti dall’intervallo lungo. Mayo corregge a canestro con un tapin un errore dalla lunga distanza di Parks, Napoli è così ancora a una sola incollatura di distacco. Carrea chiama il timeout. Sims , alla ripresa, riporta Pistoia a più tre: 29-32 a settantadue secondi dal termine della prima parte di gara. Uglietti prova ad andare in sfondamento e si guadagna due tiri liberi steccandoli però entrambi. Napoli sembra particolarmente deficitaria dalla linea della carità avendo azzeccato un tiro libero su sei. Uglietti, però, si rifà poco dopo siglando la parità con una tripla dall’angolo a quota 32. All’intervallo lungo regna quindi la parità.

 

TERZO QUARTO – Wheatle battezza il quarto con una tripla e Pistoia è avanti per 35-32. Parks, però, risponde aggiudicandosi anche il tiro libero aggiuntivo per un fallo subito da Riismaa, però non lo mette a segno e Napoli resta a un punto di ritardo. Pistoia si rialza in quota ma un gancio di Marini lascia i partenopei a meno uno: 36-37 dopo due minuti. Sims porta altra acqua al mulino di Pistoia, Dellarosa coglie un altro tiro da tre e i toscani si alzano sul più sei: 36-42. Marini riporta Napoli sotto a meno quattro e poi a meno due mettendo a segno altrettanti tiri liberi: 40-42. Pistoia prova ancora ad allungare ma Zerini risponde subito con una tripla. Poletti subisce fallo da Iannuzzi nell’atto di sfoderare una tripla e beneficia di tre tiri liberi: ne mette due su tre e Pistoia resta avanti di tre punti: 43-46. Fallo di Poletti su Marini ed è stavolta Napoli a finire in lunetta: Marini ne piazza due su due ed è ancora il meno uno di Napoli. Le due squadre continuano a restare a stretto contatto. Napoli si porta di nuovo avanti sul 48-46 a tre minuti dal termine del penultimo quarto. Burns fa prendere ai partenopei campo aperto sul più quattro. Saccaggi guadagna due tiri liberi e li segna entrambi: 50-48 a due minuti dal termine del quarto e con il match ancora in grande equilibrio. Burns appoggia al vetro il più quattro, Sims replica subito e il divario rimane identico. Parks, dall’angolo, spinge Napoli a più cinque. Poletti porta Pistoia all’ennesimo riavvicinamento. Dellarosa fissa la parità con una tripla a quota 55, Parks però infila una tripla d’autore dimostrando grande confidenza con i tiri dall’arco. Riismaa ha la meglio su Monaldi e Pistoia si porta a meno uno. Il terzo quarto si conclude con Napoli ancora in vantaggio per 58-57 ma il match è ancora tutto da decidere.

ULTIMO QUARTO – Zerini sale in cattedra con una tripla: 61-57 dopo trenta secondi di gioco. Sims fallisce la replica, Marini porta Napoli in mare aperto a più sei. Ottimo avvio dei partenopei con Pistoia frastornata, tanto che Carrea chiama il timeout. Un gancio di Burns porta i padroni di casa sul più sette. Fletcher risponde per Pistoia calando una tripla e portando a sette punti il suo parziale di partita. Napoli si mantiene in quota con Burns a più sei. Uglietti manda Napoli a canestro e si guadagna il libero aggiuntivo ma non lo mette: 69-61 a metà quarto. Fallo di Marini su Poletti che va in lunetta e sbaglia però entrambe le esecuzioni. Mayo con una tripla porta Napoli a undici lunghezze di vantaggio, Pistoia sembra avere un po’ mollato la tensione realizzativa. Poletti riporta Napoli a meno otto, Zerini porta però Napoli a più dieci con un tapin. Poletti cerca di prendere per mano Pistoia e la rimette in scia: 74-66 a poco più di tre minuti dal termine del match. Zerini sul filo dei ventiquattro secondi affonda ancora la lama e Napoli torna a più dieci. Pistoia prova a giocarsi le sue carte con due tiri liberi messi a segno da Wheatle. Dellarosa esce per cinque falli. Zerini conferma la sua buona ispirazione portando ancora i padroni di casa a più dieci a un minuto dal termine: 78-68. Wheatle movimenta il tabellone dalla parte di Pistoia ma Marini risponde subito. Il match finisce così nelle mani di Napoli per 80-70 ma con un’ottima Pistoia che ha tenuto il match in equilibrio per tre quarti di gara.

MIGLIORI IN CAMPO

ANDREA ZERINI (GE.VI NAPOLI): punti preziosi come dobloni per una Ge.Vi che sa soffrire la manovra insistita di Pistoia nel contrastarla e poi affondare la lama nel momento topico.

MITCHELL POLETTI (GTG PISTOIA): molta messe e di buona fattura che avrebbe meritato miglior sorte.

TABELLINO

GE.VI NAPOLI: Zerini 15, Parks 15, Marini 14, Burns 14, Uglietti 8, Mayo 7, Monaldi 5, Iannuzzi 2,Coralic, Klacar, Cannavina, Sandri. Coach: Pino Sacripanti.

Tiri liberi: 5 su 12, rimbalzi 33 (Burns 9), assist 25 (Marini 10)

GIORGIO TESI GROUP PISTOIA: Poletti 17, Sims 13, Wheatle 11, Saccaggi 10, Della Rosa 8, Fletcher 7, Riismaa 4, Del Chiaro, Querci, Zucca. Coach:Michele Carrea.

Tiri liberi: 20 su 26, rimbalzi 36 (Wheatle 14), assist 12 (Saccaggi 5).

ARBITRI

Gianluca Gagliardi di Anagni, Claudio Di Toro di Perugia e Alex D’Amato di Tivoli (RM)

Commenta
(Visited 30 times, 1 visits today)

About The Author

Cristiano Comelli Sono nato a Milano il 12 gennaio 1970 e mi occupo di giornalismo da circa vent'anni sia di cronaca sia di sport. Ho cominciato con il quotidiano locale "La Prealpina" scrivendo di calcio e ciclismo, poi, sempre per il calcio, ho avviato una collaborazione con il quotidiano "Il Giorno" che dura tuttora. MIisono poi avvicinato al mondo del basket attraverso le collaborazioni con alcune testate on line ed eccomi qua, pronto a vivere la magia del basket insieme con gli amici di Tuttobasket.