Nazionale Femminile Sorde: Polonia ko (73-58) e prima finale olimpica

“Battendo la Polonia (73-58), la Nazionale Femminile Sorde vola per la prima volta nella storia in una finale olimpica. È stata una battaglia tosta contro un’avversaria che non ha mai mollato. Le azzurre sono partite bene (9-4) con Strazzari scatenata, ma a fine primo quarto la Polonia è tornata a contatto; all’inizio del secondo quarto l’allungo con la tripla di Ziccardi (22-11), mentre le polacche hanno impiegato 4 minuti per segnare il primo canestro e all’intervallo si è andati con un rassicurante +12.

Quando Strazzari e Sorrentino hanno commesso il terzo fallo, coach Braida ha cercato in panchina altre risorse per tenere botta nel corso di un terzo quarto combattuto in cui il margine si riduce a 7 punti (41-34) per un fallo tecnico affibbiato a Sautariello. Un canestro di Sorrentino è valso all’ultimo riposo il 51-40, poi Viana ha allungato sul +18. La Polonia è tornata a -10 (58-48) ma poi le azzurre hanno dilagato con Cascio.

La medaglia è già al collo, ora vedremo di che colore.

“Abbiamo preparato la partita provando a dare più indicazioni possibili – racconta coach Sara Braida – perché eravamo certe che le ragazze avrebbero sentito il peso di una semifinale, ma in campo ci sono state loro e nonostante gli errori per noi sono state perfette. Questa è la vittoria di un progetto nato 11 anni fa e cresciuto manifestazione dopo manifestazione. Oggi abbiamo una squadra competitiva, una dirigenza attenta, uno staff di alta professionalità e una federazione che si prende cura di tutto”.”.

Fonte: ufficio stampa FIP

Commenta
(Visited 21 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.