Non riesce l’impresa alla Virtus Molfetta, Messina accede alla finale

Non riesce la grande impresa alla Dai Optical Virtus Molfetta che batte 94-81 la Nuova Pallacanestro Messina ma non riesce a ribaltare la differenza canestri della gara d’andata.

Eppure l’inizio del match aveva fatto ben sperare i tifosi biancoazzurri. La tripla di Baraschi e i canestri di Musci e Samenas portano la Dai Optical sul + 5. Stolic realizza due volte per Messina, che trova la tripla di Salvatico imitato subito dopo da Samenas. Budrys e Vidakovic per il sorpasso ospite ma i canestri di Macernis e Musci valgono il + 10 Dai Optical che allunga ancora grazie ai punti di capitan Orlando e primo quarto che termina 33-18.

Nel secondo quarto però gli attacchi delle due squadre si inceppano. Nessun canestro per ben due minuti, poi Comollo e Fernandez sbloccano la situazione. Samenas e Musci realizzano per Molfetta, Stolic e Vidakovic per Messina. Kulevicious e Fernandez riportano Messina sul -14 ma due triple consecutive di Calò fanno sognare il pubblico di casa e si va al riposo lungo sul + 18 per la Dai Optical. (55-37).

Nel terzo quarto Messina riduce immediatamente lo svantaggio grazie a Budrys e Kulevicious. Pur con una situazione falli non ottimale, la squadra ospite risponde colpo su colpo agli attacchi molfettesi, a segno con Musci e Samenas. La squadra di coach Manzo arriva sul -12 grazie ai canestri di Kulevicious, Vidakovic e Fernandez. La Dai Optical sbaglia troppi tiri liberi e ha difficoltà a trovare la via del canestro. Vidakovic realizza da tre punti e commette il quarto fallo personale mentre Budrys non sbaglia il piazzato e il terzo quarto finisce 74-65.

L’ultimo quarto diventa a questo punto decisivo. Realizzano Calò e Budrys. A 6 minuti dal termine Messina è costretta a dover fare a meno di Kulevicious e Vidakovic, fuori per 5 falli. BaraschiMusci e Macernis fanno esultare il pubblico di Casa. Ancora Baraschi e Calò per il + 17 Dai OpticalMusci subisce fallo e fa 1/2 dalla lunetta prima della tripla fondamentale di Fernandez. Musci fa ancora 1/2 ai liberi mentre Fernandez dall’altra parte non sbaglia dalla linea della carità. Budrys è ancora un cecchino dalla media. A nulla serve il 3/3 ai liberi di Samenas. Salvatico subisce fallo, va in lunetta e fa 2/2. L’incontro termina 94-81 con la festa dei giocatori e dello staff messinese, consapevoli del grande risultato ottenuto.

Finisce con una vittoria amara la stagione della Dai Optical Virtus Molfetta che non riesce a ribaltare il -17 dell’andata. Eppure la squadra del duo Delli Carri/De Bellis ci ha provato fino alla fine, arrivando più volte vicino alla grande impresa. Decisivi gli episodi finali con tanti errori dalla lunetta e nel tiro da tre nei momenti decisivi del match.

Onore al merito e complimenti alla Nuova Pallacanestro Messina che raggiunge Borgomanero in finale. Per la squadra del presidente Bellifemine solo applausi per una grande stagione che l’ha vista laurearsi campione regionale e vincere poi il successivo spareggio contro Salerno. Una stagione da protagonisti cui è mancata solo la ciliegina sulla torta.

Dai Optical Virtus Molfetta – Nuova Pallacanestro Messina 94-81

Dai Optical Molfetta: Baraschi 13, Frattoni, Samenas 11, Orlando 7, Calasso ne, Comollo 6, Calò 18, Macernis 15, Musci 24, Bellinzona ne, Cordaro ne.
Allenatore: Delli Carri

Nuova Pallacanestro Messina: Crisafulli ne, Fernandez 11, Salvatico 11, Vidakovic 11, Kulevicius 20, Budrys 17, Stolic 6, Cocuzza nr, Diakite 1, Mihajlovic 4, Vucenovic.
Allenatore: Manzo.

Arbitri: Giuseppe Vastarella di Napoli (NA) e Vincenzo Agnese di Barano D’Ischia (NA)

Commenta
(Visited 63 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.