L'Olimpia Milano ospita il Fenerbahce, coach Messina: "Partita delicata"

A Milano arriva il Fenerbahce, una delle superpotenze del basket europeo dell’ultimo decennio abbondante, una squadra che a dispetto delle assenze di Nando De Colo e Jan Vesely attraversa un periodo di eccellente condizione, testimoniato dalla risalita in classifica. Sarà un test molto severo per l’Olimpia, che – assenti due punti di riferimento offensivi come Shavon Shields e Dinos Mitoglou – ha costruito i suoi ultimi successi sulla difesa. L’Olimpia arriva a questa gara con una striscia di tre gare consecutive tenendo gli avversari sotto i 60 punti. A Belgrado nel primo impegno della settimana europea ha incassato 57 punti appena. La difesa, del resto, aveva vinto anche la gara di andata a Istanbul: allora, il Fenerbahce segnò appena 43 punti e l’Olimpia si impossessò subito della partita. L’Olimpia ha vinto sette delle ultime otto partite, ma gli avversari hanno fatto lo stesso e adesso sono in piena lotta per la conquista dei playoff. Si tratta della quarta partita in sette giorni, campionato incluso.

NOTE  Si gioca giovedì 3 febbraio alle 20:30 italiane al Mediolanum Forum con diretta su Sky Sport, Now Tv, Eleven Sports. E’ ancora disponibile anche il “Gimme 5 Pack” con cui si possono scegliere cinque partite di regular season tra quelle ancora da disputare.

COACH ETTORE MESSINA– “Il Fenerbahce sta giocando bene nonostante le assenze di due giocatori molto importanti come Nando De Colo e Jan Vesely. Stanno sfruttando gli spazi in modo diverso, hanno alzato un po’ il ritmo con Pierria Henry e usano di più il gioco in post basso con Dyshawn Pierre. Per noi è una partita delicata, perché veniamo da una gara molto dispendiosa a Belgrado. L’obiettivo numero uno è trovare il modo di usare tutte le energie che abbiamo per affrotare questa gara”.

NICOLO’ MELLI– “Mi aspetto una partita dura, il Fenerbahce è una squadra pericolosa che sta giocando bene, ma noi vogliamo proseguire il buon momento che stiamo vivendo e allungare la striscia vincente, sapendo che giocando in casa le responsabilità aumentano. Per me quelle con il Fenerbahce saranno sempre partite speciali, ma ovviamente l’obiettivo è quello di vincere”.

GIGI DATOME  “Il calendario è fitto di impegni, severo, quindi per noi è importante recuperare le energie per affrontare al meglio un avversario come il Fenerbahce molto ostico, che manca di due giocatori fondamentali come De Colo e Vesely, ma sta giocando bene e soprattutto sta trovando ogni volta protagonisti differenti”.

GLI ARBITRI – Sasa Pukl (Slovenia), Joseph Bissang (Francia), Josip Radojkovic (Croazia)

IL FENERBAHCE – Il Fenerbahce è una delle squadre più in forma di EuroLeague, avendo vinto sette delle ultime otto gare, unica sconfitta in trasferta a Villeurbanne, correggendo la sua posizione di classifica e rientrando in corsa per i playoff, anche a dispetto degli infortuni che nelle ultime gare l’hanno privato di Nando De Colo e Jan Vesely. La squadra allenata da Sasha Djordjevic ha caratteristiche precise, è prima negli assist e nel tiro da due; quindi, cerca di arrivare a costruire conclusioni ravvicinate. In difesa è seconda per palle perse forzate e terza per percentuali concesse nel tiro da tre punti. Vesely (13.4 punti e 5.9 rimbalzi di media) e De Colo (12.1 punti per gara e 4.0 assist) sono le stelle di una formazione che conta sul playmaker Pierria Henry, la guardia Marko Guduric, l’ala Dyshawn Pierre e i due lunghi Devin Booker e Achille Polonara. Henry è un playmaker aggressivo (7.5 punti, 38.1% da tre), molto forte a rubare palla (1.8 di media); Guduric è una guardia-ala che vale 9.5 punti e il 40.1% da tre; Pierre segna 7.4 punti per partita con 3.9 rimbalzi; Booker è un centro con mano dolce, 9.3 punti per gara, 59.0% da due. 42.9% da tre, 4.3 rimbalzi di media; Polonara in 22 minuti segna 8.7 punti con 4.6 rimbalzi ma soprattutto ha il 72.3% da due. Un giocatore in forte crescita è la guardia turca Sehmus Hazer, 4.5 punti di media con il 64.5& da due. L’ex Philadelphia Maryal Shayok segna 4.9 punti per gara; il centro Ahmet Duverioglu segna poco (3.2 di media) ma sbaglia pochissimo (73.9%). Il Fenerbahce di recente ha anche aggiunto il centro Jeyhve Floyd e la guardia Markel Stark.

I PRECEDENTI VS. FENERBAHCE– Nei 21 precedenti, il Fenerbahce guida 13-8. Le due squadre si sono affrontate nel 1996/97, primo turno di EuroLeague con doppia vittoria dell’Olimpia. Nel 2011/12 si sono ritrovate, ancora nelle Top 16, e il Fenerbahce ha vinto a Istanbul 65-63 ma perso a Milano 85-72 (27 punti di Malik Hairston). Nel 2013/14, l’Olimpia ha vinto a Milano 90-85 (17 di Daniel Hackett) e poi si è ripetuta a Istanbul 82-73 con 16 punti di David Moss e 13 di Alessandro Gentile. Il Fenerbahce ha poi vinto dieci partite consecutive tra le due squadre, quattro nella stagione 2014/15, prima di perdere la partita di andata della stagione 2019/20 a Milano 87-74. In quella partita ci sono stati 22 punti di Sergio Rodriguez. Nel 2020/21, l’Olimpia ha vinto di nuovo a Istanbul 79-71 con 15 punti di Zach LeDay e 13 di Kevin Punter, ma il Fenerbhace si è preso la rivincita nella gara di ritorno imponendosi 100-92 con 20 punti di Nando De Colo, 16 di Gigi Datome nell’Olimpia. Nella partita di andata l’Olimpia si è imposta 68-43 con 13 punti di Shavon Shields, 11 e 7 assist di Sergio Rodriguez, sei palle rubate, record carriera, da Nicolò Melli.

LA FENERBAHCE CONNECTION  Gigi Datome ha giocato al Fenerbahce per cinque stagioni con quattro apparizioni alle Final Four di EuroLeague e il titolo europeo vinto nel 2017. Datome ha giocato 149 partite di EuroLeague in gialloblù, segnando 1.538 punti. Ha anche vinto tre volte il titolo turco e tre volte la Coppa di Turchia. Nel 2016 è stato MVP della finale del campionato turco. Nicolò Melli ha giocato due anni al Fenerbahce tra il 2017 e il 2019 giocando 72 partite inclusa la finale di EuroLeague nel 2018 e le Final Four del 2019. Melli ha segnato 583 punti per il Fenerbahce in EuroLeague con 325 rimbalzi catturati. Ha vinto anche un titolo e una Coppa di Turchia. L’allenatore del Fenerbahce, Aleksandar Djordjevic ha giocato a Milano in due riprese, vincendo una Coppa Korac, e poi ha allenato la stessa Olimpia dal 2005 al 2007, ma con sole tre presenze in EuroLeague. Sergio Rodriguez, Kyle Hines e Nando De Colo hanno assieme al CSKA Mosca, vincendo l’EuroLeague nel 2019. Il general manager del Fenerbahce, Maurizio Gherardini ha lavorato con Ettore Messina a Treviso. Dyshawn Pierre e Achille Polonara sono stati allenati da Gianmarco Pozzecco a Sassari. Infine, Maryal Shayok e Devon Hall hanno giocato assieme all’università della Virginia.

GAME NOTES – Sergio Rodriguez è quinto assoluto nella classifica stagionale degli assist con 4.8 a partita. Kyle Hines è a due rimbalzi offensivi dai 700 in carriera. Solo Felipe Reyes ha valicato quella soglia toccando i 705. Hines ha superato a Belgrado i 200 canestri in maglia Olimpia. Nicolò Melli, 21 gare su 21 in quintetto, è l’ottavo rimbalzista difensivo di EuroLeague con 4.4 di media. Gigi Datome è ottavo nel tiro da tre con il 44.0%.  Malcolm Delaney ha superato i 500 punti in maglia Olimpia a Belgrado, adesso ne ha 516. Kaleb Tarczewski è a meno sette canestri da quota 300 e a meno 12 rimbalzi da quota 600, tutto sia in maglia Olimpia che in assoluto. L’Olimpia è 13-0 quando ha tenuto le avversarie sotto i 74 punti, 14-1 quando le ha tenute dai 74 compresi in giù. È prima per punti subiti con 70.0 per gara.

Sito Ufficiale Olimpia Milano

Commenta
(Visited 78 times, 1 visits today)

About The Author