Openjobmetis Varese, Vittorelli: "Durante la pau­sa provvede­remo a qualche innesto"

Il presidente dell’Openjobmetis Varese, Marco Vittorelli, ha parlato a Giuseppe Sciascia su “La Prealpina” del momento della sua squadra, analizzando soprattutto la svolta delle ultime con il nuovo coach Roijakkers: “È cambiato completamente l’atteggiamento, ora si vede quello giusto in termini d’in­tensità e aggressività. E gio­cando una pallacanestro più divertente e coinvolgente per gli spettatori siamo riusciti a recuperare la spinta dei tifosi che a Varese fa la differenza. Certo l’infortunio di Caruso è un imprevisto, durante la pau­sa per la Nazionale provvedere­mo a qualche innesto”.

Poi il numero uno biancorosso ha parlato del problema (non solo di Varese) nella voce ricavi: “Il basket professionistico si sente trascurato: versiamo re­golarmente tasse e contributi, ma i decreti governativi ci trattano peggio dei dilettanti. Come pubblico pagante pre­-Covid la serie A raggiun­geva il 10% degli spettatori del calcio, anche se poi nel­l’importo dei ricavi da diritti TV il rapporto è di 1 a mille; si tenga conto di questo rappor­to qualora si dovessero asse­gnare risorse extra alla serie A del pallone. Non vogliamo un trat­tamento di favore, ma neppu­re essere discriminati com’è accaduto negli ultimi mesi; è evidente che ristori a fondo perduto non ne arriveranno, ma almeno nell’ambito delle riaperture e dei crediti d’im­posta, misura che sarebbe op­portuno estendere fino al 31 dicembre 2022”.

Infine, Vittorelli ha sottolineato l’importanza di avere Luis Scola nel proprio front office: “Pesa tantissimo avere una persona con le sue competen­ze e il suo spessore che si oc­cupa a tempo pieno della ge­stione operativa. I risultati delle sue scelte indicano che si sta andando nella direzione giusta, mentre per quanto ri­guarda il settore giovanile si è imboccata la direzione di ri­portarle sotto l’egida della Pallacanestro Varese. Tutto il CdA è d’accordo nell’ottica di creare una sorta di polo spor­tivo tra il palazzetto ristruttu­rato e il Campus come casa per i giovani. A regime il pa­lasport, tra museo, negozi e un bar aperto tutti i giorni, sarà un punto di riferimento per la città e potrà generare anche flussi economici”.

Sito Ufficiale Lega Basket

Commenta
(Visited 155 times, 1 visits today)

About The Author