Palestrina, ufficiale l'arrivo di Davide Serino

“Nuovo arrivo per Palestrina che colloca sotto le plance un gradito ritorno in maglia arancio verde: Davide Serino.
Serino, classe 1981, è un centro che ha militato con la Citysightseeing nell’annata 2016/17 conclusa con la finale playoff persa contro Napoli. L’atleta campano è stato per oltre un decennio uno dei migliori elementi della Serie B italiana, spostandosi tra Potenza, Bisceglie, Scauri, Agropoli e Montegranaro solo per elencare le più prestigiose. Dopo la stagione a Palestrina, ha accettato la chiamata di Frascati in C Gold facendo convivere la continuazione della gloriosa carriera alle esigenze lavorative ormai improrogabili. I suoi due metri saranno un fattore importante per gli schemi del neo coach Bernassola, con un rendimento costante sia in termini di punti (20 pt di media nelle due stagioni a Frascati) che di rimbalzi.
Non hai bisogno di presentazioni, chi ti conosce che Serino si deve aspettare in fatto di motivazioni e obiettivi che ti sei prefisso? Palestrina sa dare motivazioni aggiuntive a maggior ragione in C?
“Ed eccoci qua…ben ritrovati a tutti! Le motivazioni per uno sportivo sono il pane quotidiano, le devi avere dentro e non nascono dalla categoria, io sono grato a questo “sport” che mi ha insegnato tanto e sono certo di poter dare ancora qualcosa di importante ed essere un punto di riferimento per i più giovani, ancor di più a Palestrina dove si vive di basket 365 giorni l’anno”
Una sola stagione ti è bastata per restare nei ricordi, hai avuto rimpianti per quella finale o prevale la soddisfazione? Oggi tornare a Palestrina è un onore? in particolare nel sentirsi partecipi e dare il contributo a ripartire a una società con cui ti senti ancora legato?
“Quella stagione la ricordo molto bene, è stata un’annata particolare condita da tanti alti ma anche con qualche momento di difficoltà… Abbiamo raggiunto la finale promozione dopo una semifinale tiratissima con Bisceglie dove dopo gara 3 in molti ci davano per spacciati e sappiamo tutti com’è finita! L’unico rimpianto della finale con Napoli è stato quello di non essere riusciti ad allungare la serie almeno a gara 4 perché lo meritavamo noi ed il nostro pubblico,ma resta la grande soddisfazione di veder un PalaIaia gremito in ogni ordine di posto.
Tornare a Palestrina è sia un onore che motivo di orgoglio perché anche se non sono originario di Palestrina mi sento Prenestino adottato….e poi lo devo alla Pall.Palestrina e soprattutto alla famiglia Cilia che in questi anni non mi ha fatto mai mancare il proprio sostegno non solo a livello sportivo:
Che dire speriamo di poter dare un po’ di svago a tante persone dopo mesi difficili! Per finire vorrei fare un appello al pubblico Prenestino anche se so che non ce ne sarà bisogno: l’importante non è la categoria ma che PALESTRINA C’È“.

Fonte: ufficio stampa Pallacanestro Palestrina

Commenta
(Visited 60 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.