Pallacanestro Cantù, presentata la campagna abbonamenti e la nuova presidenza

Questa mattina, presso l’Hotel Canturio, Pallacanestro Cantù ha presentato alla stampa la campagna abbonamenti 2020-’21 che, in attesa di certezze circa il numero di partite da disputarsi e le disposizioni relative all’accesso ai palasport, partirà con una prelazione dedicata ai vecchi abbonati: un package, acquistabile a soli € 100,00, che prevede – oltre a una serie di vantaggi – anche un posto assicurato all’interno del “PalaBancoDesio” per le partite casalinghe dell’Acqua S.Bernardo.Il pacchetto sarà accessibile solo ai primi 1000 tifosi in possesso di un abbonamento 2019-’20.

La prima conferenza stampa della nuova stagione è stata utile al club anche per presentare ufficialmente Roberto Allievi e Walter Sgnaolin, rispettivamente Presidente e Vicepresidente di Pallacanestro Cantù, con quest’ultimo che si aggiunge ai confermati Sergio Paparelli e Angelo Passeri.

«Ripartiamo dalla semplicità che ci appartiene – ha commentato Allievi – e dalla “canturinità” che, non dimentichiamolo mai, è sempre un grande valore aggiunto. Io continuerò a lavorare per questo club con immutata passione, con l’obiettivo di dare un futuro sempre più roseo, perché non vi nascondo che qualche difficoltà ce l’abbiamo anche noi. Fortunato e onorato di poter contare sulla professionalità di tante figure notevoli all’interno del club. Ringrazio Davide Marson, il quale, nell’era post Gerasimenko, è stato sicuramente, insieme a Sergio Paparelli, l’anima trascinante della società. Un palazzo tutto nostro, infine, credo sia fondamentale per costruire un futuro importante. Bravo, quindi, Andrea Mauri ad aver condotto la barca sino a ora».

Un commosso Allievi ha poi lasciato la parola alle Istituzioni locali, presenti nella persona di Giuseppe Molteni (Vicesindaco di Cantù) e dell’Assessore allo Sport, Antonella Colzani, i quali hanno fatto il loro incoraggiamento alla nuova Presidenza.
È stato, poi, il turno di Sgnaolin, che ha così commentato la sua nuova carica all’interno del club: «Il nostro progetto, che è partito con una base triennale, non può che beneficiare dalla figura e
dall’esperienza di Allievi, un collante importante anche con gli sponsor, che aiuta certamente il progetto palazzetto a crescere. Vogliamo riportare Cantù dove merita».

Parola anche a Paparelli, il quale si è particolarmente soffermato sulla collaborazione delle Istituzioni per la costruzione del nuovo palasport e sull’amico Marson: «Provo molta emozione se ripenso a quante ne abbiamo passate insieme io e Davide, il quale resterà ugualmente al nostro fianco, all’interno del CdA, questo è giusto sottolinearlo. Felice di avere in Allievi una sorta di capostipite».

In chiusura, il commento di Andrea Mauri, amministratore delegato di Pallacanestro Cantù: «Se oggi siamo qui è grazie a Sergio e Davide, che non smetteremo mai di ringraziare. Quanto a Roberto, al quale rivolgo il mio più grande in bocca al lupo, mi preme ricordare quanto sia stato prezioso averlo al mio fianco negli scorsi anni, anche sotto altre gestioni; non si è mai tirato indietro dal darmi consigli e stimoli fondamentali. Tutto questo mi ha responsabilizzato molto,

Commenta
(Visited 45 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.