Pallacanestro Crema, derby con Cremona in vista dei playoff

L’ultima partita della regular season è forse la più attesa. La Pallacanestro Crema andrà infatti nel capoluogo provinciale mercoledì alle ore 18.30 per far visita alla Juvi Cremona, in un derby che deciderà il piazzamento finale di entrambe le formazioni. Buono il morale in casa cremasca, corroborato dalla prestigiosa vittoria, con annessa super prestazione, contro Vigevano, buonissimo in casa Juvi, dato che gli uomini di coach Crotti vengono da sei vittorie consecutive.

Crema blinderebbe la quinta posizione vincendo o perdendo con meno di 27 punti di scarto, mentre a Cremona serve vincere con 10 punti di vantaggio per strappare la sesta posizione a Pavia e appunto di 27 per prendersi il quinto posto.
Crema dovrebbe poter schierare Venturoli e Perez, in panchina per onor di firma domenica, mentre appare altamente improbabile un impiego di Arrigoni.
Cremona è formazione estremamente profonda e ricca di talento. L’ipotetico quintetto iniziale dei gialloamaranto padroni di casa dovrebbe essere composto dell’esplosivo ex Orzinuovi Toure’, dal veterano e micidiale tiratore Bona, da Masciarelli, che con l’ex Bergamo Mercante forma una coppia di ali atleticamente dirompente con molti punti nelle mani. Sotto le plance fa la voce grossa il centro di origine lettone Antrops, pivot vecchia scuola, possente ma con buone mani.
Principali cambi a disposizione di coach Crotti l’ex del match Vacchelli, la guardia Milovanovikj, il centro ex Orzinuovi Varaschin e l’ex Faenza ed Ozzano Klyutchnyk.

Poche le probabilità di cambiare l’attuale posizione per Crema, qualcuna in più per la Juvi in un match che rappresenta un gustoso antipasto in vista dei playoff.

Commenta
(Visited 37 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.