Pesaro, Cioppi: "Per Cheatham si è presentata la possibilità nel momento giusto, ora cerchiamo il centro titolare"

Dopo il colpo Kwan Cheatham nello spot di ala grande, il direttore sportivo della Carpegna Prosciutto Pesaro, Stefano Cioppi, ha commentato ad Elisabetta Ferri su “Il Resto del Carlino – Pesaro” questo nuovo acquisto: “Kwan è cambiato parecchio nel corso di questi anni in Europa: il primo anno in Belgio era ancora un po’ selvaggio, poi nel primo anno di Repesa qui gli avevamo già dato un’occhiata ma ancora non aveva perfezionato questo tiro mortifero da tre che sfoggia oggi, era un 5-4 che al massimo si allontanava in fade-away alla Walter Magnifico col giro dorsale. In Israele ha cominciato a diventare un cecchino e fare quelle statistiche in Spagna lo porta al top della carriera. È anche un’ottima persona, cosa per noi fondamentale, perché fare gruppo in una squadra intercambiabile come la nostra sarà decisivo. Ci eravamo interessati a lui da un po’ ma all’inizio le cifre erano troppo alte per noi, in seguito la possibilità di prenderlo è arrivata nel momento giusto: per fortuna la trattativa è rimasta discreta e ci ha aiutato a battere la concorrenza. Ma anche Kwan ci ha messo del suo, perché il desiderio di venire in Italia, il paese in cui sua moglie ha giocato e di cui è originaria la sua famiglia, è stato un elemento in più nella decisione”.

E adesso si punta al centro: “Ora siamo concentrati sul titolare e cerchiamo il giocatore migliore possibile, l’importante è che abbia qualità nella conoscenza del gioco. Certo, sarebbe bello iniziare il raduno tutti insieme, ma al campionato manca ancora tanto e non c’è ansia di chiudere la squadra per Ferragosto. Cerchiamo un giocatore importante, poi vedremo se potrà esserlo anche il decimo”.

 

Comunicato a cura di: Sito Ufficiale Lega Basket Serie A

Commenta
(Visited 30 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.