Piacenza conquista le semifinali del tabellone argento superando Ferrara in gara quattro

FERRARA –  Vittoria e passaggio alle semifinali. L’Assigeco Piacenza, trascinata da un ottimo Devoe, si aggiudica la terza vittoria contro Ferrara imponendosi per 81-77 e conquista il passaggio del turno continuando a coltivare pensieri di massima serie. Le sorti di una gara molto equilibrata in cui , a un iniziale predominio di Piacenza, si è contrapposto un buon recupero degli estensi, si sono decise nelle battute finali con Mayfield che, da sotto, ha fallito il canestro del possibile pareggio. L’Assigeco vola quindi al turno successivo dove se la  vedrà con Scafati che ha estromesso Casale Monferrato dopo tre gare.

 

PRIMO QUARTO – Ferrara cerca di guadagnarsi gara cinque per giocarsi la qualificazione, Piacenza di chiudere  i conti sul 3-1. Estensi privi di Campani, emiliani di Cesana fermato da una pubalgia. Filoni sfodera subito una tripla mandando avanti i padroni di casa.  Vencato, da sotto, fa allungare Ferrara sul 5-0 dopo un minuto. Pascolo, dalla lunetta, riporta sotto l’Assigeco con due liberi. Devoe ribadisce il concetto portando gli ospiti a meno uno dopo tre minuti e mezzo. E’ sempre lui, dalla lunetta, a metterne due su due portando l’Assigeco al sorpasso sul 7-5. Vildera pareggia subito e la partita resta sui binari dell’equilibrio. Altro numero di Devoe che dimostra di avere la mano molto calda e Piacenza è di nuovo avanti di un possesso. Vildera ripristina di nuovo la parità. Devoe sgancia una tripla, la prima della sua partita e gli emiliani si portano di nuovo avanti di tre lunghezze. Pascolo fa allungare Piacenza sul più cinque in massimo vantaggio: 9-14 a due minuti dalla fine del primo quarto. Dopo un buon avvio, Ferrara sembra faticare e subire troppo l’offensiva degli emiliani. Coach Spiro Leka chiama così il timeout per un conciliabolo con i suoi che auspica risolutivo. Devoe spinge Piacenza alla ripresa sul più nove, Ferrara resta allo sbando senza riuscire ad affondare la lama. L’Assigeco chiude il primo quarto avanti per 18-9 con merito. Gli estensi chiudono comunque la stagione a testa alta.

 

SECONDO QUARTO – Piacenza continua a restare al largo portandosi sul più undici: 9-20 dopo un minuto e mezzo. Panni scuote però un po’ gli estensi con una tripla. Gajic, con la stessa moneta, risponde portando l’Assigeco a più dieci. Panni infila la seconda tripla consecutiva cercando di tenere gli estensi in partita e si guadagna il libero aggiuntivo: completa il gioco da quattro e dà un po’ di respiro ai padroni di casa. Gajic, però, risponde con un’altra tripla tenendo Piacenza in mare aperto sul 16-28 dopo tre minuti di gioco. Guariglia subisce fallo dall’ex Tortona Fabi e va in lunetta e porta l’Assigeco a più quattordici. Pacher dà un po’ di ossigeno a Ferrara con due liberi dalla lunetta. Una tripla di Fabi prova a rigenerare Ferrara che si porta a meno nove. Coach Salieri ferma il gioco con un timeout sul 21-30. Devoe porta il suo score a quattordici punti e Piacenza sul più undici. Pascolo rincara la dose riportando i piacentini in mare aperto. Dopo un tentativo di reazione, Ferrara ha ripreso a soffrire e coach Leka chiama di nuovo il timeout sul 21-34. Gli estensi riprendono con il passo giusto e si portano rapidamente sul meno sette. Piacenza si riporta  sul più nove reagendo e tenendosi in ampio vantaggio. Zampini fa reagire Ferrara e questa volta è coach Salieri a chiamare il timeout: 29-36 a dieci secondi dall’intervallo lungo. Kohs con una tripla porta Piacenza alla pausa lunga avanti di più dieci sul 29-39. Ferrara ha tentato una reazione ma gli emiliani hanno saputo tenere dritta la barra assicurandosi un ampio vantaggio.

 

TERZO QUARTO – Devoe colpisce subito e porta il suo score a diciassette punti: 29-42 dopo trenta secondi. Panni prova a rianimare Ferrara con un’altra tripla che lo rivela come uno dei migliori dei suoi. Per lui undici punti. Vencato porta gli estensi a meno dieci e prova a rimetterli in partita: 35-45 dopo due minuti e mezzo e partita ancora tutta da giocare. Tripla dell’ex Treviglio Pacher che porta il suo bottino a otto punti regalandosi la prima tripla di serata. Pascolo risponde subito prendendosi canestro e libero aggiuntivo fallendolo. Piacenza avanti sempre di undici punti. Vildera , invece, su opposto fronte, colpisce con la complicità del ferro e gli estensi si portano a meno nove. Zampini riporta i padroni di casa sul meno sette. Pacher carica Ferrara e la porta a meno cinque. Salieri , vedendo i suoi in difficoltà, chiama il timeout sul 44-49 a metà quarto. L’Assigeco, alla ripresa, si porta sul più sette con due tiri liberi. Panni si conferma mago delle triple infilando la quarta in cinque tentativi: 47-51. Zampini, da sotto, riavvicina gli estensi. Pacher  subisce fallo e va alla linea della carità dove ne mette uno su due. Ferrara si porta con il fiato sul collo dei piacentini a meno uno: 51-52 a tre minuti dal termine del penultimo quarto. Vildera porta gli estensi al sorpasso dopo una lunga rincorsa e si guadagna anche il libero aggiuntivo completando il gioco da tre. Padroni di casa avanti di un possesso. Mayfield, in contropiede, porta la squadra di coach Leka a più quattro nel momento di flessione realizzativa di una Piacenza stanca:  56-52 a due minuti e mezzo dalla fine del penultimo quarto. Piacenza reagisce con Kohs e si porta avanti di un punto. Pacher porta di nuovo Ferrara al controsorpasso con una tripla. Devoe porta Piacenza avanti per 60-59 e così si chiude il penultimo quarto.

 

ULTIMO QUARTO – Sabatini  porta l’Assigeco a più tre colpendo da sotto.  Mayfield riporta sotto Ferrara: 61-62 dopo un minuto di gioco. Pascolo rimette l’Assigeco sul più tre con due tiri liberi. Pacher rimette gli estensi a meno uno con due tiri liberi. Pacher dimostra la sua buona vena e riporta i padroni di casa avanti di un punto portando a diciotto punti il suo score personale. Sabatini, con una tripla, attua subito il controsorpasso. Panni riporta la parità a quota 67. Devoe , però, ribadisce di avere le mani fatate prendendosi canestro e libero aggiuntivo realizzandolo e completando il gioco da tre. Assigeco avanti di tre lunghezze con una partita ancora tutta da decidere. Sabatini spinge Piacenza sul più sette: 67-74 a metà quarto. Panni cerca di tenere in corsa Ferrara con una tripla dall’angolo che lo porta a diciassette punti sul 70-75. Devoe, però, replica subito. Pacher rimette la Top Secret in corsa a meno quattro. Controreplica piacentina con un monumentale Devoe che si rivela il valore aggiunto dell’Assigeco così come Pacher per i ferraresi. Mayfield dimostra che Ferrara ci crede e la porta a meno due ma sbaglia l’aggancio sottocanestro. Devoe subisce fallo da Panni e va in lunetta mettendone due su due: 77-81 a undici secondi dal termine. Coach Leka chiama il timeout. Piacenza porta a casa la qualificazione alle semifinali per la prima volta dal suo ritorno in serie A2.

 

ARBITRI

 

Duccio Maschio di Firenze, Alessio Dionisi di Fabriano e Alberto Perocco di Ponzano Veneto (TV)

 

TOP SECRET FERRARA: Pacher 24, Panni 17, Vildera 9, Zampini 8, Mayfield 7, Fabi 5, Vencato 4, Filoni 3, Petrovic, Fantoni, Bonanni, Manfrini. Coach: Spiro Leka.

 

Tiri liberi: 13 su 14, rimbalzi 33 (Vencato 9), assist 17 (Mayfield 5).

 

ASSIGECO PIACENZA: Devoe 34, Pascolo 14, Sabatini 9, Kohs 7, Guariglia 6, Gajic 6, Galmarini 4, Querci 1, Bellan, Seck. Coach: Stefano Salieri.

 

Tiri liberi: 22 su 27, rimbalzi 31 (Sabatini, Guariglia 7), assist 12 (Sabatini 5).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenta
(Visited 30 times, 1 visits today)

About The Author

Cristiano Comelli Sono nato a Milano il 12 gennaio 1970 e mi occupo di giornalismo da circa vent'anni sia di cronaca sia di sport. Ho cominciato con il quotidiano locale "La Prealpina" scrivendo di calcio e ciclismo, poi, sempre per il calcio, ho avviato una collaborazione con il quotidiano "Il Giorno" che dura tuttora. MIisono poi avvicinato al mondo del basket attraverso le collaborazioni con alcune testate on line ed eccomi qua, pronto a vivere la magia del basket insieme con gli amici di Tuttobasket.