Piacenza supera Scafati in gara quattro, verdetto sulla finalista rinviato a gara cinque

PIACENZA-  Vince Piacenza per 98-90 e si va in gara cinque. Per descrivere l’intensità e l’incertezza della gara è sufficiente la considerazione che, per deciderla, vi è stato bisogno di ben due tempi supplementari. L’eroe di Piacenza è soprattutto Gherardo Sabatini che, a suon di triple, ha sferrato l’allungo decisivo. Dopo un primo tempo nelle mani dei campani, Piacenza si è alzata in quota con un ottimo terzo quarto e ha imposto negli ultimi dieci minuti il pareggio agli ospiti. Il primo overtime non è stato sufficiente per determinare la vincitrice e decisivo è stato invece il successivo. Sugli scudi un monumentale Gabe Devoe che ha ancora una volta brillato per prolificità realizzativa. Tutto si deciderà quindi in gara cinque al “Pala Mangano” di Scafati martedì 31 maggio alle 20.45.

 

PRIMO QUARTO – L’Assigeco si è rimessa in carreggiata grazie alla vittoria in gara tre che le ha consentito di rimettere in gioco il discorso qualificazione alla finale del tabellone argento. Scafati non è riuscita a mettere a segno il colpo risolutivo dopo le due vittorie al “Pala Mangano”. Gli emiliani puntano a proiettarsi in gara cinque, i gialloblù a chiudere il discorso. La vincente affronta Cantù che ha messo in cassaforte la finale del tabellone vincendo anche gara tre con Ravenna sul parquet di Faenza. Sabatini porta avanti Piacenza ma Monaldi replica subito mettendo cinque punti di fila. Scafati è avanti per 8-6 dopo quattro minuti di gioco. Devoe e Guariglia consentono all’Assigeco di allungare sul 16-12 al 7’. Scafati risponde però d’autorità e il primo quarto lo archivia a suo favore con il punteggio di 16-21.

 

SECONDO QUARTO – Piacenza ci crede e Bellan la porta sul 27 pari. L’Assigeco , galvanizzata dal pareggio, prende quota e traccia tra sé e i campani un fossato di sette punti: 36-29. Scafati, però, reagisce con prontezza e si rialza in quota chiudendo all’intervallo lungo avanti per 38-36. Partita ancora tutta da decidere e sul filo dell’equilibrio.

TERZO QUARTO – L’imprecisione regna sovrana nelle fasi iniziali, dopo due minuti Devoe sfodera una tripla salendo a diciassette punti personali e riportando avanti l’Assigeco di un punto. Daniels fallisce il possibile sorpasso di Scafati servito dall’ex Cremona Cournooh. Devoe spinge l’Assigeco a più tre: 41-38 dopo tre minuti di gioco. Counnooh fa pareggiare Scafati con una tripla ma Gajic risponde subito con la stessa moneta. Sabatini porta a sette i suoi punti e l’Assigeco si rimette in fuga sul più cinque. Devoe dimostra la sua ottima vena e i padroni di casa si portano in vantaggio importante di otto punti. Gajic, subito dopo, porta addirittura la squadra di coach Stefano Salieri in doppia cifra: 51-41 con l’asse Devoe- Gajic in grande spolvero. Coach Alessandro Rossi è costretto a chiamare il timeout per una Scafati sorpresa dall’arrembaggio piacentino. Alla ripresa Scafati si sblocca dalla crisi realizzativa con Rossato. Nuovo sussulto Assigeco ed è di nuovo più dieci. I campani ci credono e l’ex Udine Mobio li spinge di nuovo a meno sei. Una tripla di Devoe, che sale a ventitré punti, rimette i piacentini sul più nove. Reverse di Rossato e Scafati prova a riportarsi in partita a meno sette. Fallo tecnico alla panchina di Scafati, Devoe dalla lunetta realizza due liberi su tre ma coglie il rimbalzo del terzo e realizza: 62-51  e  con questo punteggio di chiude il terzo quarto.

 

ULTIMO QUARTO – Tripla piacentina e le lunghezze di vantaggio sono ora quattordici: 65-51 dopo ventidue secondi di frazione. L’Assigeco incappa in un antisportivo e manda Rossato in lunetta: uno su due e Scafati è a meno tredici. I campani accusano un po’ di nervosismo e la panchina si prende un altro fallo tecnico. Sabatini manda a bersaglio il relativo tiro libero. Rossato va in lunetta su opposto fronte perché beneficiava di un altro tiro libero ma lo sbaglia. Mobio realizza però il tapin. Daniel ne mette a segno uno su due dalla linea della carità: 66-55 dopo due minuti e mezzo di gioco. Gajic entra in zona a rischio commettendo il suo quarto fallo su Daniel. L’ex Fortitudo Bologna ne mette due su due. Rossato, in penetrazione, riavvicina Scafati a meno sette e coach Salieri chiama il timeout sul 66-59. Mobio schiaccia i punti del meno cinque, i campani mostrano di credere nella rimonta. Una tripla di Clarke porta Scafati a ridosso dei padroni di casa sul meno due a metà quarto. Mobio subisce fallo dall’ex Cremona Kohs, al suo quarto fallo, e va in lunetta mettendone uno su due. Scafati è con il fiato sul collo di Piacenza sul 66-65. Devoe serve bene Guariglia che schiaccia d’autorità portando i piacentini sul più tre. Ancora lui sfodera una tripla e l’Assigeco vola sul più sei. Coach Rossi chiama il timeout sul 71-65. Tripla di Rossato  alla ripresa e Scafati si rimette in scia. Mobio fallisce la bomba del possibile pareggio, una tripla di Cucci fissa la parità a quota 71. Salieri chiama il timeout. La gara rimane avvolta nella massima incertezza a trenta secondi dal termine. Kohs sbaglia il canestro della possibile vittoria piacentina e si va all’overtime.

 

 

 

PRIMO OVERTIME –  Devoe, in penetrazione, porta Piacenza avanti di un possesso, Monaldi risponde con una tripla che rimanda Scafati avanti: 73-74 dopo un minuto e mezzo di gioco. Rossato manda a bersaglio la seconda tripla dei campani portandoli a più quattro. Coach Salieri chiama il timeout. Miglior avvio dei gialloblù all’overtime. Due tiri liberi di Sabatini provano a riavvicinare l’Assigeco ma Rossato, con una tripla, ripristina il più cinque. Devoe riporta l’Assigeco a meno tre. Fallo di Pascolo sull’ex Ge.Vi Napoli Monaldi che va in lunetta e ne fa uno su due portando la Givova sul più quattro. Cournooh incappa nel quarto fallo su Devoe che va alla linea della carità e ne fa uno su due salendo a uno score personale di trentadue punti. Sabatini sfodera la tripla del pareggio di Piacenza a quota 81.  Cournooh fallisce il canestro della possibile vittoria di Scafati e si va al secondo overtime.

 

SECONDO OVERTIME-  Cournooh, da sotto, riporta avanti Scafati, Pascolo, con un tapin , mantiene la parità a quota 83. Nuovo vantaggio campano con l’ex San Severo Ikangi. Tripla di un Sabatini molto in vena e Piacenza sale sul più uno. Devoe, in contropiede, da sotto, mette i padroni di casa sul più tre. Piacenza si prende un tecnico, Clarke va in lunetta e Scafati si porta sul meno due: 88-86 a due minuti e mezzo dalla fine del secondo overtime. Sabatini si conferma mago delle triple e Piacenza si porta sul più cinque a un minuto e mezzo dal termine del secondo overtime. Sul 91-86 coach Rossi chiama il timeout. Kohs fa allungare Piacenza sul più sei. Devoe va in lunetta e ne fa uno su due, Daniel prova un doppio tapin e il secondo va a bersaglio: 95-90 a venticinque secondi dal termine. Sabatini, dalla linea della carità, ne mette uno su due e porta l’Assigeco a più sei. Kohs ne mette due su due. Piacenza vince per 98-90 e costringe Scafati alla gara cinque.

 

ARBITRI

 

Enrico Boscolo Nale di Chioggia (VE), Daniele Yang Yao di Vigasio (VR) e Jacopo Pazzaglia di Pesaro.

 

TABELLINO

ASSIGECO PIACENZA: Devoe 35, Sabatini 20 , Kohs 15, Gajic 9, Guariglia 8, Pascolo 7,  Bellan 4, Galmarini, Querci, Seck. Coach: Stefano Salieri.

Tiri liberi: 21 su 27, rimbalzi 44 (Pascolo 10), assist 21 (Sabatini 9).

GIVOVA SCAFATI: Rossato 17, Monaldi 15,  Cournooh 15,  Clarke 11, Mobio 11, Cucci 10, Daniel 9, Ikangi 2, Parravicini, De Laurentiis. Coach: Alessandro Rossi.

Tiri liberi: 15 su 24, rimbalzi 58 (Daniel 19), assist 15 (Monaldi, Cucci 5).

Daniel in doppia doppia

Commenta
(Visited 69 times, 1 visits today)

About The Author

Cristiano Comelli Sono nato a Milano il 12 gennaio 1970 e mi occupo di giornalismo da circa vent'anni sia di cronaca sia di sport. Ho cominciato con il quotidiano locale "La Prealpina" scrivendo di calcio e ciclismo, poi, sempre per il calcio, ho avviato una collaborazione con il quotidiano "Il Giorno" che dura tuttora. MIisono poi avvicinato al mondo del basket attraverso le collaborazioni con alcune testate on line ed eccomi qua, pronto a vivere la magia del basket insieme con gli amici di Tuttobasket.