Piombino fa suo il derby contro Cecina e continua a scalare la classifica

Come era prevedibile, un’altra battaglia, dopo quella di Montecatini, come si può vedere dall’alto numero di falli (29 a 30), con le due squadre che perdono nel finale ben sei giocatori per cinque falli. Una battaglia dove Piombino dimostra di avere oltre alla qualità dei singoli, con i nuovi arrivati che si sono inseriti oramai benissimo nel gioco di Andreazza, vedi un Eliantonio, che partito non in modo vistoso, ma sempre molto utile in campo, è esploso prepotentemente nelle ultime gare. Grande fisicità, sotto le plance, dove i gialloblu colpiscono (63% da due), con le penetrazioni, di Procacci, Sodero e Mazzantini, che spesso portano a casa canestro e fallo aggiuntivo e con la fisicità di Persico e Eliantonio, quasi infallibili nei giochi da sotto. Ed infine tanta garra e capacità di reagire ai momenti negativi, come sul sorpasso cecinese nel terzo quarto. Insomma in attesa che i meccanismi della squadra raggiungano il suo massimo rendimento, la difesa deve trovare continuità ed evitare passaggi a vuoto, ma credo che gli sportivi ed i tifosi piombinesi, accorsi numerosissimi al Pala Poggetti, non possano che essere soddisfatti di una squadra con così tanta grinta, ma come detto anche con tanta qualità.

La partita vede Piombino partire subito forte, nel tentativo, come dirà Andreazza a fine gara, di spengere presto le velleità di un Cecina giovane e quindi meno scafato ad incontri di questo tipo. Mazzantini mette subito in mostra le sue caratteristiche e con le penetrazioni, la presenza sotto i rimbalzi in attacco, dà il là al primo allungo del Golfo, griffato anche da Procacci e dalla bomba di Eliantonio, 12 a 5 dopo 4’15’’. Cecina, che sconta l’assenza di Pistillo, non riesce a fare altrettanto, ma dalla lunetta rimedia e con Salvadori accorcia a meno 3. A frustrare le ambizioni di rimonta rossoblu, ci pensa Sodero, che piazza due missili dalla distanza, per il più 9 Golfo. Con il Piombino in bonus, Cecina continua a restare nel match con i tiri dalla lunetta (saranno 36 nel match), ma Eliantonio con un due più uno riporta a più 10 il Golfo, con Mazzantini che dalla lunetta fa più 11. Gay replica ad Eliantonio per il meno 7, ma Iardella mette allo scadere la bomba del più 10 al primo riposo, 27 a 17, primo quarto quasi perfetto. Nel secondo quarto Turini ed il solito super Gay, prendono in mano i rossoblu locali e riescono a ricucire lo svantaggio, fino al meno 3 firmato da una bomba di Salvadori (5 su 5 dal campo), i canestri di Procacci e le due bombe di Bianchi tengono a distanza i locali e nel finale altro centro a fil di sirena di capitan Iardella fissa il 39 a 46 al riposo lungo. Nel secondo quarto Piombino soffre un po’, quando Andreazza cerca di far rifiatare i titolari, nel terzo allora schiererà a lungo il quintetto base, ma dopo la bomba del più 10 di Eliantonio, Piombino allenta le maglie difensive e Cecina, piazza con Salvadori, Gay e Guaiana e in un amen è meno uno. I canestri di Sodero fermano momentaneamente la rincorsa di Cecina, ma una rubata, chiusa con schiacciata da Turini, gasa l’ambiente e quando Guaiana mette il piazzato del più uno Cecina, la partita sembra girare e Andreazza chiama il timeout. In uscita la risposta di Piombino arriva perentoria, 10 a 0 con i canestri di Persico e Procacci, che solo un fenomenale canestro di Gay sulla sirena, riduce al 60 a 67 a fine quarto. Nel quarto finale Piombino, con grande determinazione, controlla il match, replicando colpo su colpo ad un Cecina che non risalirà mai oltre il meno 5, locali che nel finale perderanno anche Gay per infortunio. Si chiude con la meritata vittoria del Golfo per 88 a 79, con gli ultras gialloblu, che dopo aver vinto la loro partita sugli spalti, si godono il successo e ringraziano la squadra. Piombino, con la quarta vittoria consecutiva, prosegue così la sua rincorsa, adesso è a soli 2 punti dal quarto posto e a 4 dal terzo, campionato riaperto per i gialloblu.

Basket Cecina – Solbat Basket Golfo Piombino 79-88 (17-27, 22-19, 21-21, 19-21)

Basket Cecina: Flavio Gay 26 (3/7, 3/11), Lorenzo Turini 16 (4/9, 0/2), Vincenzo Guaiana 14 (3/7, 1/3), Leonardo Salvadori 14 (3/3, 2/2), Diego Banti 6 (3/5, 0/0), Enrico Trassinelli 2 (1/1, 0/0), Simone Conti 1 (0/1, 0/0), Dorde Tomcic 0 (0/2, 0/1), Andrea Barontini 0 (0/0, 0/1), Davide Vavoli 0 (0/0, 0/0), Daniele Marrucci 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Pistillo 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 27 / 36 – Rimbalzi: 30 7 + 23 (Flavio Gay 11) – Assist: 13 (Flavio GayLeonardo Salvadori 4)

Solbat Basket Golfo Piombino: Alessandro Procacci 18 (5/8, 1/2), Giacomo Eliantonio 16 (4/4, 2/5), Guglielmo Sodero 16 (4/6, 2/7), Edoardo Persico 12 (5/8, 0/0), Saverio Mazzantini 11 (2/6, 1/4), Camillo Bianchi 10 (1/1, 2/3), Alessio Iardella 5 (1/2, 1/1), Alessandro Riva 0 (0/0, 0/0), Niccolò Pistolesi 0 (0/0, 0/0), Tommaso Molteni 0 (0/0, 0/0), Tommaso Mezzacapo 0 (0/0, 0/0), Nikola Carpitelli 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 17 / 26 – Rimbalzi: 26 3 + 23 (Giacomo Eliantonio 11) – Assist: 9 (Alessandro Procacci 6)

Commenta
(Visited 58 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.