A che punto è il basket italiano in Europa

Dopo la positiva stagione 2018/19, che aveva visto Virtus Bologna e Dinamo Sassari alzare al cielo rispettivamente la Basketball Champions League (73-61 ad Anversa contro l’Iberostar Tenerife) e la FIBA Europe Cup (89-84 e 81-79 nella doppia finale con l’s.Oliver Wurzburg), ci si attendeva una conferma in campo continentale dalle nostre squadre in questo 2019/20.

Stando a questa prima metà (grossomodo) di stagione, possiamo sicuramente dire che le cose stiano andando bene, forse anche oltre le previsioni sotto determinati aspetti. Con sei compagini impegnate tra EuroLeague, EuroCup e Basketball Champions League (nessuna squadra iscritta alla FIBA Europe Cup), andremo adesso ad analizzare il cammino effettuato in questi primi mesi di Coppe Europee dalle nostre squadre.

TURKISH AIRLINES EUROLEAGUE (OLIMPIA MILANO)

La maggiore competizione europea per club non si fermerà in questo periodo di vacanze natalizie, dato che il 26-27 Dicembre e il 2-3 Gennaio si disputeranno le giornate #16 e #17 della regular season. L’Olimpia Milano, dopo aver mancato all’ultimo tuffo lo scorso anno l’accesso ai Playoff, è partita in questa edizione con il chiaro obiettivo di entrare per la prima volta nelle migliori 8 d’Europa, come reso chiaro dall’ingaggio di Ettore Messina e anche da acquisti dal nome pesante, ovvero Sergio ‘El Chacho‘ Rodriguez e Luis Scola.

I giocatori dell’Olimpia al termine del match vinto con il Fenerbahçe (foto da: youtube.com)

E l’avvio dei meneghini è stato assolutamente incoraggiante: dopo il ko all’esordio in casa del Bayern, la squadra di Messina ha inanellato sei vittorie consecutive, tra le quali spiccano il successo ad Atene con il Panathinaikos e quelle interne con Fenerbahçe e Barcellona. Alla sconfitta di Mosca con il Khimki segue la bella vittoria interna con il Maccabi Tel Aviv; poi, causa anche qualche infortunio di troppo, arriva la serie negativa di cinque sconfitte di fila, che fa retrocedere la squadra ai margini della zona Playoff. Una caduta interrotta nell’ultimo turno grazie al successo su Valencia.

A due turni dal giro di boa, dunque, l’Olimpia è ampiamente ancora in corsa per l’obiettivo stagionale. Da sottolineare anche i minuti importanti riservati da Messina agli italiani Amedeo Della Valle (più di una volta anche decisivo), Riccardo Moraschini e Jeff Brooks (questi ultimi debuttanti in EuroLeague), al fianco dei migliori, ovvero Rodriguez (13.9 punti e 5.7 assist), Micov (12.5 punti) e Scola (11.1 punti e 5.2 rimbalzi).

7DAYS EUROCUP (VIRTUS BOLOGNA, REYER VENEZIA, GERMANI BRESCIA, AQUILA BASKET TRENTO)

Addirittura idilliaco, almeno al momento, il quadro delle nostre squadre in EuroCup, dato che tutte e quattro si sono qualificate alla Top-16 (inizio il prossimo 8 Gennaio), il cui sorteggio ha accoppiato Virtus e Trento nel Girone E e Reyer e Brescia nel Girone F. L’attuale capolista della Serie A e la formazione Campione d’Italia in carica hanno chiuso al primo posto i rispettivi raggruppamenti, entrambe con un record di 8-2. La Virtus di coach Djordjevic, trascinata dal trio Teodosic (16.9 punti e 5.6 assist)-Weems (13.1 punti e 5.1 rimbalzi)-Gaines (12.8 punti), ha primeggiato nel Girone A, comprendente tra le altre gli spagnoli del MoraBanc Andorra, i francesi del Monaco e i greci del Promitheas.

La Reyer Venezia di coach De Raffaele, invece, ha preceduto nel Girone B i serbi del Partizan, i turchi del Tofan Bursa e i lituani del Rytas Vilnius, con i russi del Lokomotiv Kuban Krasnodar addirittura eliminati. In evidenza finora nei Lagunari in particolare Mitchell Watt (12.4 punti e 4.8 rimbalzi), Austin Daye (12.3 punti e 4.6 rimbalzi) e Michael Bramos (11.8 punti).

Milos Teodosic (Virtus Bologna) in azione con il Monaco (foto da: youtube.com)

All’ultimo respiro, ma con pieno merito, hanno staccato il pass per la fase successiva anche la Germani Brescia e l’Aquila Basket Trento. I lombardi di coach Esposito, battendo il Nanterre all’ultimo turno, hanno chiuso al 2° posto il Girone C con un record di 6-4, lo stesso della capolista UNICS Kazan, e mettendosi alle spalle compagini del calibro del Darussafaka Dogus e della Joventut Badalona, oltre all’Olimpia Lubiana. DeAndre Lansdowne (11.9 punti) e Awudu Abass (11.2 punti e 4.2 rimbalzi) i migliori finora.

La squadra di coach Brienza, a sua volta, ha conquistato la qualificazione riuscendo a battere all’ultimo turno la squadra più forte del Girone D, vale a dire l’Unicaja Malaga. Con all’attivo anche un importantissimo successo ad Istanbul con il Galatasaray, Trento ha chiuso con un record di 5-5, vincendo la volata con i montenegrini del Buducnost Podgorica e con i polacchi dell’Arka Gdynia. Un’Aquila Basket trascinata da un grande Alessandro Gentile (15.4 punti e 4.4 rimbalzi), supportato da James Blackmon (12.9 punti) e da Justin Knox (12.5 punti e 4.1 rimbalzi).

BASKETBALL CHAMPIONS LEAGUE (DINAMO SASSARI, HAPPY CASA BRINDISI)

La Champions si è fermata in occasione delle festività natalizie, salvo riprendere a partire dal prossimo 7-8 Gennaio per le ultime cinque giornate della prima fase. Dopo nove partite, sicuramente molto positiva è la situazione della Dinamo Sassari di coach Pozzecco, leader del Girone A con un record di 7-2, davanti agli spagnoli del BAXI Manresa, ai turchi del Turk Telekom Ankara e ai francesi del SIG Strasburgo, per limitarci alle posizioni valide per l’accesso agli Ottavi di finale. Sugli scudi nei sardi Dwayne Evans (15.8 punti e 4.9 rimbalzi), Dyshawn Pierre (14.1 punti e 7.7 rimbalzi) e Miro Bilan (11.2 punti).

Istantanea del match tra Dinamo Sassari e BAXI Manresa dello scorso 3 Dicembre (foto da: youtube.com)

Un pò più complicato il quadro dell’Happy Casa Brindisi. La squadra di coach Vitucci ha un record di 4-5 ed è al momento al 5° posto del Girone D, alla pari del Neptunas Klaipeda, ad una vittoria dagli spagnoli del Saragozza e dagli ungheresi del Falco Szombathely e a due dall’accoppiata di testa, formata dai tedeschi del Telekom Baskets Bonn e dai francesi del Digione. Decisive, dunque, saranno le prossime sfide, a partire dal match del PalaPentassuglia proprio col Digione. I migliori finora nelle fila dei pugliesi sono stati Tyler Stone (17.0 punti e 7.2 rimbalzi) e Adrian Banks (16.1 punti e 4.1 assist).

Commenta
(Visited 90 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.