FIBA World Cup 2023 Qualifiers, i 16 Azzurri convocati per la seconda finestra

Il countdown sta per terminare. Da lunedì 21 febbraio tornerà a radunarsi la Nazionale in vista dei due decisivi impegni contro l’Islanda, sulla via che porta alla FIBA World Cup 2023, il Mondiale che si giocherà il prossimo anno dal 25 agosto al 10 settembre in Giappone, Indonesia e Filippine.

Il Commissario Tecnico Meo Sacchetti ha diramato la lista dei 16 convocati che si ritroveranno a Bologna per poi partire alla volta di Hafnarfjordur, sede della prima sfida con l’Islanda in programma giovedì 24 febbraio alle ore 21.00 italiane. Il match di ritorno in Italia è previsto per domenica 27 febbraio al PalaDozza di Bologna alle ore 20.30. Entrambe le gare saranno trasmesse in diretta sulla piattaforma sportiva ELEVEN SPORTS (elevensports.com) e su Sky Sport.

Confermato il blocco della “finestra” di novembre con il ritorno in Azzurro di Nico Mannion.
Si rivedono anche Amedeo Della Valle e Paul Biligha. Le novità sono Matteo Imbrò, 3 presenze in amichevole tra il 2012 e il 2016 e Leonardo Totè, in cerca della sua prima apparizione con la Senior.

Due match cruciali per passare il turno (avanzano le prime tre su quattro) e poter accedere con quanti più punti possibili alla seconda fase in vista dell’incrocio con il girone composto da Spagna, Georgia, Ucraina e Macedonia del Nord (al Mondiale le prime tre squadre su sei).

Dopo il passo falso in Russia (92-78) e la vittoria casalinga sui Paesi Bassi (75-73), si rende necessario dunque un doppio successo per poter depotenziare un avversario capace di battere all’esordio gli olandesi in trasferta (77-79) prima di cedere alla Russia a San Pietroburgo (89-65). Ultima “finestra” del primo turno tra il 1° luglio (Italia-Russia) e 4 luglio (Paesi Bassi-Italia).

Gli Azzurri

#00 Amedeo Della Valle (1993, 194, G, Germani Brescia)
#1 Niccolò Mannion (2001, 190, P, Segafredo Virtus Bologna)
#6 Paul Biligha (1990, 200, C, A|X Armani Exchange Milano)
#7 Stefano Tonut (1993, 194, G, Umana Reyer Venezia)
#12 Diego Flaccadori (1996, 193, P, Dolomiti Energia Trentino)
#16 Amedeo Vittorio Tessitori (1994, 208, C, Segafredo Virtus Bologna)
#18 Matteo Spagnolo (2003, 194, P, Vanoli Cremona)
#19 Raphael Gaspardo (1993, 207, A, Happy Casa Brindisi)
#20 Mattia Udom (1993, 200, A, Happy Casa Brindisi)
#21 Matteo Imbrò (1994, 192, P/G, Nutribullet Treviso)
#31 Michele Vitali (1991, 196, G/A, Umana Reyer Venezia)
#34 Leonardo Totè (1997, 211, A/C, Fortitudo Kigili Bologna)
#44 Davide Alviti (1996, 200, A, A|X Armani Exchange Milano)
#45 Nicola Akele (1995, 203, A, Nutribullet Treviso)
#50 Gabriele Procida (2002, 201, G/A, Fortitudo Kigili Bologna)
#54 Alessandro Pajola (1999, 194, P, Segafredo Virtus Bologna)

Comunicato a cura di: Ufficio Stampa Federazione Italiana Pallacanestro

Commenta
(Visited 83 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.