Quinto acuto di fila per Cantù sul parquet di Casale Monferrato

CASALE MONFERRATO – Cantù, sempre Cantù, fortissimamente Cantù. La compagine di coach Meo Sacchetti mette le mani con ampio divario sul match del “Pala Ferraris” contro Casale Monferrato imponendosi per 77-65. Rogic e compagni riscattano così la sconfitta sul parquet monferrino subita in Supercoppa LNP. Ma, soprattutto, inanellano la quinta vittoria di fila dopo quelle con Treviglio, Trapani, Piacenza e Agrigento e tengono a distanza di due punti la Vanoli Cremona restando solitari in testa alla classifica. Primi tre quarti in equilibrio, poi Cantù si è alzata definitivamente in quota nei dieci minuti finali.  Menzione particolare per un diluviale Nikolic che si è confermato realizzatore di razza mentre per Casale Monferrato occorre citare in modo particolare Redivo.

 

PRIMO QUARTO – Cantù vuole garantirsi la quinta vittoria di fila dopo quelle con Treviglio, Trapani, Piacenza e Agrigento per tenersi a distanza la Vanoli Cremona, Casale , dopo il turno di riposo, tornare a vincere per continuare a frequentare i piani alti del condominio della classifica. I monferrini hanno già sconfitto la formazione di coach Meo Sacchetti nel primo turno di Supercoppa 2022 e cercano il bis di quella prestazione. Casale si alza in quota con una bomba di Ellis, per Cantù risponde Hunt: 3-2 dopo un minuto. Un mancino di Martinoni spedisce Casale sul più tre. Gli ospiti rispondono  ma Casale si riporta sul più cinque. Gli uomini di coach Sacchetti non mollano e con una bomba di Da Ros si portano ancora a meno due: 9-7 dopo quattro minuti. Cantù si riporta in parità ma Redivo, con una tripla, rispedisce i monferrini avanti di un possesso pieno. Partita giocata punto a punto. Hunt fallisce la replica. Cantù, però, ha le mani lucide e si porta sul meno uno: 12-11 a quattro minuti dal primo mini intervallo. Carver subisce fallo e va in lunetta , ne mette due su due e Casale si porta sul più tre. I monferrini allargano il fossato sul 16-11, Nikolic risponde con una tripla. La squadra di coach Andrea Valentini, però, replica subito con Formenti. Ancora Nikolic porta Cantù a meno uno e Formenti risponde di nuovo: 20-17 a trenta secondi dalla fine del quarto. Il solito Nikolic va in lunetta e porta Cantù in parità a quota 20.Il primo quarto non vede quindi né vinti né vincitori con le due squadre accreditate di venti punti per parte.

 

SECONDO QUARTO – Berdini cala due triple e Cantù si porta in vantaggio di sei lunghezze. Cantù è in pieno possesso della manovra e piazza un parziale di 8-0 che obbliga coach Valentini a chiamare il timeout sul 20-28. Martinoni riporta in corsa Casale sul meno sei. Tripla di Formenti e i padroni di casa accorciano ulteriormente le distanze. Redivo, in penetrazione, porta i monferrini a meno tre. 27-30 a metà quarto con una partita più che mai viva. Nikolic aggredisce ancora il canestro piemontese e Cantù si riporta sul più cinque. Rogic fallisce l’ulteriore allungo dall’arco con una palla che sfiora soltanto la retina. Redivo sembra essere l’uomo chiave di  Casale e la porta a meno tre da sottocanestro. Hunt ne mette due dalla lunetta e gli ospiti si riprendono il più cinque. Altra tripla di Redivo dall’angolo e la partita resta in equilibrio con i monferrini in ritardo di soli due punti. Immediata risposta di Nikolic: 32-36 a due minuti e mezzo dall’intervallo lungo. Coach Sacchetti vuole rifletterci su e chiama il timeout. Hunt subisce fallo e va in lunetta piazzandone uno su due. Cantù a più cinque. Hunt va ancora alla linea della carità e , anche in questo caso, ne mette uno su due. Nikolic, da sotto, colpisce ancora e Cantù sale a più otto: 32-40 a quaranta secondi dall’intervallo lungo. Formenti, che a quarant’anni suonati ha la freschezza di un ragazzino , si prende due tiri liberi e ne mette due su due. Casale piazza altri due tiri dalla lunetta ma è Cantù ad arrivare a fine primo tempo avanti per 36-40.

 

TERZO QUARTO – Casale si rifà subito sotto a meno due. I canturini, però, rispondono subito per il 38-42. I monferrrini si rifanno sotto sul meno uno. Ghirlanda porta Casale in orbita sul 44-42 e coach Sacchetti chiama il timeout vedendo i suoi in flessione di rendimento. Anche alla ripresa, però, Casale fa la voce grossa salendo sul più quattro. Nikolic inchioda e porta di nuovo Cantù in corsa. Pini porta gli ospiti in parità a quota 46, partita ancora apertissima. Dopo un sussulto di Casale a inizio quarto, Cantù sembra avere ripreso la consueta marcia. Casale si riporta avanti con Formenti, bomba di Redivo e i padroni di casa salgono sul più quattro: 52-48 a due minuti e mezzo dalla fine del terzo quarto. Carver allarga ulteriormente il fossato. L’ex Eurobasket riporta Cantù in scia con due liberi a un possesso di ritardo. Pini riporta la parità a quota 54, partita ancora molto incerta. Berdini subisce  fallo e va in lunetta con l’opportunità di riportare avanti Cantù e la sfrutta piazzando due liberi su tre. Cantù alla mezz’ora è avanti per 54-56.

 

ULTIMO QUARTO – Bomba di Berdini e Cantù si porta sul più cinque.  Pini dilata il fossato e gli ospiti si portano a più sette: 54-61 dopo due minuti di gioco. Nikolic con la complicità del tabellone affonda la lama e i canturini sembrano padroni della gara. Coach Valentini, avvertendo lo stato confusionale dei suoi, chiama il timeout per cercare di riordinare le idee. Nikolic , alla ripresa, avverte però che Cantù non ha alcuna intenzione di mollare il colpo e porta Cantù sul più undici in massimo vantaggio: 54-65. Il giocatore belgradese degli ospiti si conferma loro uomo chiave mettendone altri due. Coach Valentini prova a chiamare un altro timeout che auspica risolutivo e in grado di scuotere i suoi dal torpore realizzativo.  Bucarelli porta Cantù sul più diciassette chiudendo praticamente i conti. Redivo subisce fallo da Hunt e va alla linea della carità; uno su due e meno sedici monferrino. Casale riduce ulteriormente il fossato e stavolta è coach Sacchetti a chiamare il timeout sul punteggio di 57-71. Hunt esce per quinto fallo su Redivo che va in lunetta e piazza due tiri liberi. Ghirlanda sfodera l’orgoglio di Casale che va a meno dieci. Bucarelli rifinisce il punteggio con due tiri liberi in una partita ormai ampiamente decisa. Carver commette fallo su Berdini e lo manda in lunetta; due su due. Bomba di Redivo ed è l’atto finale. Cantù si impone per 77-65 e coglie la quinta vittoria di fila e settima stagionale.

 

TABELLINO

 

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO: Redivo 25, Formenti 12, Carver 9, Ghirlanda 8, Ellis 5, Martinoni 4, Castellino 2, Leggio, Valentini L., Poom, Mele, Luparia. Coach: Andrea Valentini.

 

Tiri liberi: 10 su 14, rimbalzi 37 (Carver 13), assist 16 (Ellis 7).

 

ACQUA SAN BERNARDO CANTU’: Nikolic 21, Berdini 15, Hunt 10, Bucarelli 9, Pini 9, Severini 6, Da Ros 5, Baldi Rossi 2, Rogic, Meroni. Coach: Meo Sacchetti.

 

Tiri liberi: 17 su 22, rimbalzi 34 (Nikolic 7), assist 23 (Pini 4).

 

ARBITRI

 

Salvatore Nuara di Treviso, Mattia Eugenio Martellosio di Buccinasco (MI) e Stefano De Biase di Udine.

Commenta
(Visited 40 times, 1 visits today)

About The Author

Cristiano Comelli Sono nato a Milano il 12 gennaio 1970 e mi occupo di giornalismo da circa vent'anni sia di cronaca sia di sport. Ho cominciato con il quotidiano locale "La Prealpina" scrivendo di calcio e ciclismo, poi, sempre per il calcio, ho avviato una collaborazione con il quotidiano "Il Giorno" che dura tuttora. MIisono poi avvicinato al mondo del basket attraverso le collaborazioni con alcune testate on line ed eccomi qua, pronto a vivere la magia del basket insieme con gli amici di Tuttobasket.