Overtime fatale per Milano, Llull trascina il Real Madrid alla vittoria

Trasferta amara in Spagna per l’Olimpia Milano. I lombardi escono sconfitti dalla sfida di Eurolega contro il Real Madrid dopo una sfida intensa e spettacolare, terminata solo dopo un overtime. Tanto rammarico per i molti errori nel finale che sono costati ai vicecampioni d’Italia la vittoria.

Messina deve fare a meno di Rodriguez e Datome. Il Real tenta subito l’allungo con Yabusele e Tavares sul 15-9, poi sono Williams-Goss e Deck a incrementare il margine a +9 per gli spagnoli; Milano risponde con Ricci e Melli, ma il canestro di Poirier chiude ugualmente il primo quarto sul 25-16.

Con Alviti e Tarczewski l’Olimpia si riporta velocemente a -4, i ritmi si abbassano con le difese che iniziano ad avere la meglio sugli attacchi e allora è Hall ad accorciare ulteriormente sul 27-25, quindi di nuovo Alviti spara da oltre l’arco il sorpasso degli uomini di Messina. Poirier e Yabusele rimettono il Real in vantaggio, Llull realizza il 38-32, Abalde firma il +7, ma il finale di primo tempo è tutto di Milano che con un parziale di 7-0 targato Hall-Melli-Daniels impatta: si va all’intervallo lungo sul 41 pari.

Al rientro dagli spogliatoi i padroni di casa provano una nuova fuga sul +6 con Williams-Goss e Llull, Milano non molla e resta a contatto con Melli e Hines per sorpassare nuovamente sul 50-51, ancora Llull prova a dare l’ennesima spallata portando il Real a +4 ma la parità viene nuovamente ristabilita da Hall e Delaney, e quando inizia il quarto periodo il tabellone recita 64-64.

Stavolta è l’Olimpia a tentare l’allungo con Grant e Delaney che scrivono +4, risposta immediata degli spagnoli con Heurtel e Thompkins, le squadre continuano a scambiarsi colpi alla pari ma Milano mantiene un possesso pieno di distacco grazie alle giocate di Hines poi è Hall che prova ad azzannare la partita con due canestri che valgono il 74-80 a meno di tre minuti dalla fine, Delaney mette il libero del +7 ma gli avversari non alzano bandiera bianca. Thompkins e Deck scrivono -3 Real, gli stessi Delaney e Hall mancano i colpi del possibile ko e allora è Llull a pareggiare i conti con la tripla a 51 secondi dal termine. Hall e Yabusele perdono i due palloni decisivi, il tentativo sulla sirena di Delaney non va a segno, è overtime sull’ 81-81.

Parte forte nel supplementare la squadra di casa, Deck e Llull realizzano le giocate del +7 mentre l’Olimpia fatica a trovare la via del canestro, poi sono Mitoglou e Hall con una fiammata a ricucire lo strappo fino al 90-88 con 37 secondi rimasti, dopo l’errore di Llull Milano ha anche due possibili possessi per la parità ma arrivano prima l’errore al tiro di Alviti poi l’ingenuo fallo in attacco di Delaney, e Williams-Goss la chiude in lunetta. Finisce 92-88.

TABELLINI

REAL MADRID: Williams-Goss 12, Randolph ne, Heurtel 8, Fernandez 2, Abalde 3, Hanga 2, Deck 15, Poirier 4, Tavares 6, Llull 20, Yabusele 16, Thompkins 4. Coach Laso.

AX ARMANI EXCHANGE OLIMPIA MILANO: Melli 18, Grant 5, Tarczewski 2, Ricci 2, Hall 21, Delaney 8, Mitoglou 6, Baldasso, Daniels 10, Alviti 8, Hines 8, Bentil ne. Coach Messina.

Commenta
(Visited 83 times, 1 visits today)

About The Author