Rende-Reggio Calabria, 96-98 dopo un supplementare: la cronaca

BIM BUM RENDE 96 VIS REGGIO CALABRIA 98 (dopo supplementare)
BIM BUM RENDE: Cersosimo 13, Coluccio  5, Markovic 1, Guzzo 20, Pettinato ne, Misolic 2, Mirando 9, Pekovic 4, Konate 2, Lalic 18, Dmitrovic 22. All. Carbone
VIS REGGIO CALABRIA: Warwick 16; Suraci 6, Pandolfi 14, Latella 21, Bakula 24, Ripepi, Fazzari 10, Signorino 7, Cardone, Morabito ne, Larizza ne, Curciarello. All. D’Arrigo
PARZIALI: 13-17; 33-47; 60-66; 80-80
ARBITRI: Caputo e Migliaccio
RENDE – Ancora un derby perso per la Bim Bum Rende, questa volta contro la Vis Reggio Calabria: squadra che potrebbe addirittura diventare l’avversario dei play-out. La squadra reggina ha fatto suo il confronto grazie alla migliore capacità di giocare con  linearità la partita. Rende, invece, distratto, a tratti abulico: con alcuni giocatori in cattiva forma (Konatè e Mirando) ed incapace di chiudere uno strepitoso recupero dopo essere stata sotto di 16 punti alla fine del secondo quarto. Purtroppo la squadra non riesce  a mantenere alta la concentrazione per tutto il match, un limite evidentissimo che sta pregiudicando il rendimento dell’intero campionato. Finale di tempo regolare contestatissimo dai padroni di casa con il quinto fallo chiamato a Dmitrovic in un’azione molto dubbia, sulla quale gli stessi arbitri non sono sembrati in accordo. Overtime con le squadre stremate, ma con la Vis brava a stringere i denti e chiudere con una strepitosa tripla di Latella. Nel Rende si salvano solo Cersosimo, Guzzo e Lalic.
Francesco Montemurro
Commenta
(Visited 41 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.