Reyer Venezia, De Raffaele: "Con Sassari importante limitarli fisicamente e da tre"

Il big match del weekend, che segna il ritorno del campionato dopo la lunga sosta dovuta prima alle Final Eight di Coppa Italia poi agli impegni della Nazionale, è certamente la sfida del PalaSerradimigni tra Dinamo Sassari e Reyer Venezia, secondo anticipo (ore 20) della 20° Giornata di Serie A. Una partita che mette di fronte due delle realtà più consolidate del nostro panorama cestistico, attualmente appaiate al secondo posto a quota 24 punti, assieme anche all’Happy Casa Brindisi e alla Virtus Bologna.

Così coach Walter De Raffaele presenta la sfida in conferenza stampa: “Abbiamo grande rispetto e considerazione per l’organizzazione di Sassari e per il lavoro che ha svolto in questo periodo. Anche quest’anno sono stati in grado di costruire una squadra decisamente equilibrata, migliorata ultimamente da un arrivo di grande qualità come quello di Ethan Happ. Sicuramente combatteranno fino alla fine per la vittoria di questo campionato“.

Siamo consapevoli che andiamo ad affrontare una partita molto difficile, contro una squadra che gioca una bella pallacanestro, con tanta corsa ed aggressività nella metà campo offensiva” – aggiunge – “Dovremo essere molto bravi a capire il ritmo della partita e a cercare di impattare fisicamente, perché Sassari ha giocatori sotto questo aspetto molto importanti in ogni ruolo. E dovremo anche essere capaci di limitare il loro tiro da tre punti, che certamente è un’arma importante“.

Continua il coach dei Lagunari: “Purtroppo la pausa di Coppa Italia non ci ha portato buone notizie, dato che arriviamo con diversi problemi fisici. Al di là di Vidmar, anche Cerella mancherà per un bel po’, mentre Bramos e Stone non si sono quasi mai allenati. Diciamo quindi che non arriviamo bene. La pausa ci è servita per ridurre un pochino questi tempi di recupero, ma non a risolvere i problemi. Detto questo, è naturale che andremo a cercare la vittoria, sperando e pensando di avere un apporto anche da questi giocatori, anche se per entrambi sarà una decisione dell’ultimo momento“.

Commenta
(Visited 23 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.